Forfora secca, un fastidioso e imbarazzante problema che può essere vinto

62
Forfora secca

Forfora secca

La forfora secca non è una malattia contagiosa, ma di certo possiamo affermare che è molto imbarazzante ed in determinati casi, anche molto difficile da debellare. Si tratta di una patologia del cuoio capelluto il cui effetto è quello di desquamare la pelle e provocare prurito. Tramite prodotti farmaceutici o commerciali, questa patologia si può tenere sotto controllo, infatti in casi dove la forfora si presenta lieve, basta semplicemente lavarsi la testa con un shampoo delicato tutti i giorni, mentre quando è molto resistente, occorre acquistare dei prodotti farmacologici specifici da utilizzare come indicato sulla confezione.

La forfora secca è un disturbo prevalentemente maschile che si presenta con delle squame disidratate non spesse e di colore bianco ed oltre ad essere una patologia antiestetica, questa provoca prurito alla cute ed irritazione più o meno elevata del cuoio capelluto. A dare origine alla forfora secca sono spesso lo stress e gli stati d’ansia, oppure l’utilizzo frequente di prodotti troppo aggressivi per la cute o che tendono ad alterare la normale funzionalità delle ghiandole sebacee. Oltre ai prodotti che abbiamo citato sopra, vi sono anche dei rimedi naturali che possono fornire alla persona affetta da forfora secca, un valido aiuto a contrastare questo inconveniente.

Forfora secca

Forfora secca: rimedi naturali

Il primo passo da compiere per far fronte alla forfora secca, è prestare particolare attenzione al tipo di fastidio che tale patologia manifesta, per evitare in questa maniera di accentuare lo squilibrio del sebo. Uno dei rimedi che consigliamo e quello di fare degli impacchi a base di olio di oliva e succo concentrato di limone, in gradi di assicurare contemporaneamente un’azione idratante ed emolliente da un lato, e dall’altro un’azione disinfettante naturale grazie alle proprietà antisettiche del limone. Dovete mescolare insieme due cucchiaio di olio di oliva extravergine, con altrettanti di succo concentrato di limone ed acqua. Una volta realizzato l’impacco, massaggiatelo delicatamente sul cuoio capelluto e lasciatelo agire per circa 30 minuti, quando il tempo necessario sarà trascorso, lavate i capelli con lo shampoo. Utilizzate sempre per la cura dei vostri capelli uno shampoo neutro, in maniera tale da evitare eventuali irritazioni alla cute ed aggravare il problema.

Forfora secca

Un altro rimedio molto utile è l’olio essenziale di rosmarino, di limone e di tea tree, che combinati insieme con un delicato massaggio del cuoio capelluto, sono un valido alleato per contrastare la forfora secca. Come per l’impacco di olio e limone descritto sopra, limone ed acqua, in questo caso, si dovranno lasciare agire per due o tre minuti prima del risciacquo. Il tea tree oil oltre ad essere un olio essenziale utile per i massaggi, viene impiegato contro la forfora secca anche aggiungendone due o tre gocce al proprio shampoo neutro, perché ha proprietà antibatteriche che riescono a normalizzare il sebo.

Forfora secca

Anche l’olio di Neem viene utilizzato per contrastare la forfora secca, grazie alle sue proprietà normalizzanti per il sebo ed idratanti per il cuoio capelluto. L’olio di Neem si può applicare la sera sui capelli sempre sotto forma di impacco, da mescolare insieme all’olio di mandorla oppure all’olio extravergine di oliva. Una volta applicato sui capelli, bisogna coprire la testa con un asciugamano e lasciarlo agire tutta la notte, per poi risciacquarlo il mattino seguente con un shampoo neutro ed eventualmente altre gocce di Neem.

Alimentazione

Una cosa molto importante da non sottovalutare quando si manifesta la forfora secca è l’alimentazione, che deve essere quanto più sana ed equilibrata possibile, come per tutte le patologie che spesso risentono di una nutrizione sbagliata. Come prima cosa vanno ridotti oppure eliminati i cibi grassi, le fritture, la carne rossa, e tutti i cibi che generalmente vengono trasformati, così come le bevande alcoliche ed il caffè. La dieta deve essere ricca di frutta e verdura, in maniera tale da garantire all’organismo il giusto quantitativo di sali minerali, antiossidanti e vitamina A.

Forfora secca

Una variante del classico tè, ovvero quello bianco, oppure verde o giallo, un buonissimo apporto di antiossidanti e sostanze benefiche che possono risolvere il fastidioso problema della forfora secca. Anche lo stress e l’ansia non devono essere sottovalutati, infatti ricorrere a tecniche di rilassamento come ad esempio la meditazione, oppure lo yoga, potrebbero essere un valido aiuto. Anche il consumo di tisane calmanti come quelle a base di radice di valeriana, passiflora o melissa contribuiscono a contrastare gli stati di ansia e stress.