Fossette di venere: cosa sono esattamente e come farle venire

234
Fossette di venere

Le fossette di Venere, o “buchi di Venere”, sono una particolarità del corpo femminile che solitamente è considerato dagli uomini una caratteristica estremamente sensuale. Pur essendo un tratto genetico, c’è il modo per cercare di farle venire e di metterle in evidenza.

Un particolare, prototipo di bellezza

Le fossette di Venere, dette anche buchi o ali, sono sostanzialmente i due incavi posti simmetrici nella parte bassa della schiena e che sono considerate un particolare estremamente sexy nel corpo femminile (da non confondere con gli occhi di Venere, che sono le fossette sul viso quando si sorride).

La derivazione di questo nome è tratto dalla mitologia greco-romana, più precisamente dalla dea dell’amore Venere o Afrodite. Ella era nota per la sua estrema bellezza e avvenenza. Possedeva 7 difetti che la rendevano speciale: leggendariamente aveva i capelli biondi, ma con un colore diverso sull’attaccatura, il dito medio della mano più lungo del palmo, quello centrale del piede più lungo dell’alluce, aveva rughe a circonferenza sul collo, una visuale strabica (Strabismo di Venere) e linee addominali oblique.

Le fossette di Venere sono una caratteristica congenita, non dipende quindi come molti credono sbagliando che dipendano dal fatto che un soggetto sia magro o meno magro, ma solo dalla conformazione del corpo iscritta nel DNA di ogni donna. Se nel codice genetico c’è scritto che una donna ha le fossette di Venere può sentirsi fortunata, perché sono un’arma di seduzione in più nei confronti del sesso maschile.

Dal punto di vista anatomico

Le fossette di Venere sono rientranze lombari laterali che si trovano precisamente all’altezza della spina iliaca superiore posteriore, ovvero sulle ossa che congiungono l’anca all’osso sacro, quando vi è una particolare conformazione anatomica nella quale le ossa sono fatte e posizionate geneticamente in un certo preciso modo. La pelle aderisce al tessuto sottostante e quando vi sono delle rientranze a causa della mancanza del muscolo, si creano dei buchi, le fossette. Questo dettaglio compare sin dai primi anni nei bambini/e, se è presente questa conformazione, non c’è modo per crearle. Secondo una certa corrente di pensiero chi ha i buchi di Venere, dovrebbe raggiungere più facilmente l’orgasmo, perché favorirebbero la circolazione sanguigna corretta.

Come evidenziare le fossette di Venere

Come evidenziare le fossette di Venere

Anche se sono una particolarità genetica, è possibile cercare di sottolinearle e di evidenziarne l’incavo quando sono presenti anche accennate. Il metodo è innanzitutto quello di raggiungere il proprio peso forma, dal momento che l’adipe le nasconderebbe, e poi quello di praticare alcuni esercizi fisici per renderle più accentuate. Se una persona ha le fossette di Venere accennate, dimagrire può essere una soluzione per accentuarle. Se non sono molto marcate, anche se il soggetto è nel peso forma ideale, perdere altro peso non serve ed è più opportuno fare esercizi di rafforzamento di quella zona.

Perdita di peso

  • Riduzione dell’apporto di calorie in generale, poiché non c’è modo di dimagrire in un punto preciso con la dieta. Per aiutarsi in questo processo è bene imparare a leggere le tabelle nutrizionali dei cibi. In linea di massima la quantità di calorie per perdere peso sono 1200. Un dimagrimento sano è di circa un chilo a settimana, non di più.
  • Scegliere cibi sani, per riempire la pancia è meglio mangiare cibi sani e ipocalorici: la fame infatti è il peggior nemico. Scegliete quindi verdure e ortaggi sazianti, senza dimenticare di alimentarvi anche di frutta, cereali integrali, un po’ di latticini e qualche proteina magra come pollo o pesce.
  • Bevete molta acqua, anche come tisana o the (meglio senza zucchero). Bere un paio di bicchieri di acqua prima del pasto vi farà sentire già un po’ più sazie.
  • Fare esercizio aerobico, per aumentare il battito e bruciare più calorie, aumentando il metabolismo.

Esercizi per evidenziare le fossette di Venere

La chiave di questi esercizi è potenziare la parte inferiore della schiena, che oltre a sottolineare i buchi di Venere, può migliorare l’aspetto della persona in generale, favorire il supporto dorsale, la postura e può anche prevenire il mal di schiena. Ecco alcuni esercizi:

  • Esercizi Superman: sdraiandoti a terra con la pancia a terra, distendi le braccia davanti a te, come se fossi un supereroe in volo. Usa i muscoli bassi della schiena per sollevare di un po’ il petto da terra, con le braccia e le gambe. Una volta sollevati mantieni la posizione per 30 secondi e poi torna alla posizione iniziale. Ripetere l’esercizio per 3 volte.
  • Sollevamento alternato braccia/gambe: Appoggia le mani e le ginocchia a terra, tenendo la schiena dritta. Estendi il braccio destro e la gamba sinistra, così che siano paralleli al pavimento. Torna alla posizione iniziale e ripeti dall’altro lato. Ripeti una ventina di volte per lato.
  • Ponte: Sdraiata a terra, con le ginocchia piegate ed i piedi appoggiati a terra, distendi le braccia lungo il corpo e le mani appoggiate. Solleva i fianchi da terra, aiutandoti se necessario con le mani per stare in equilibrio, in modo da formare con il corpo e le gambe una linea retta. Mantieni la posizione per 5 secondi e torna giù, ripeti per 20 volte.