Gemelli eterozigoti o dizigoti: chi sono e quali sono le differenze tra di loro

342
Gemelli eterozigoti

I gemelli eterozigoti (o dizigoti) sono due o più fratelli che, pur prendendo vita da una stessa gravidanza, non nascono dallo stesso zigote (si chiama zigote quella cellula che nasce per l’unione di uno o più spermatozoi con la cellula uovo): potranno somigliarsi, ma non saranno identici. Saranno “gemelli diversi”.

I gemelli eterozigoti e i gemelli omozigoti

Le gravidanze gemellari sono piuttosto rare, si tenga presente che rappresentano non più dell’uno e mezzo percento di tutte le gestazioni. Una predisposizione alla gravidanza gemellare pare abbia una relazione con diversi fattori di carattere ereditario (da parte della mamma), e ciò è dimostrato dal fatto che le gravidanze gemellari sono molto più frequenti in quelle famiglie nelle quali si sono già verificati in passato delle gravidanze con due o più gemelli. Anche la razza può essere considerata un fattore che aumenta la predisposizione alla gravidanza gemellare, ed infatti una buona percentuale di esse è tipica delle coppie tra persone di colore, mentre sembra essere molto minore nelle famiglie orientali. L’età della madre è un altro fattore predisponente alle gravidanze gemellari (più la donna va avanti con l’età e più si innalzano i livelli dell’ormone FSH e, di conseguenza, più ovuli disponibili per la fecondazione ci sono. In tempi recenti la percentuale di gravidanze con due o più gemelli è sensibilmente aumentata, un po’ perché, appunto, si sta alzando l’età media in cui una donna decide di programmare una gravidanza, ed un po’ anche perché il ricorso alle terapie per la fertilità si è fatto sempre più ingente, così come anche alla fecondazione assistita.

I gemelli, in ogni caso, possono essere di due tipi, vale a dire:

  • Gemelli eterozigoti (quelli di cui parliamo in questo articolo), anche chiamati bicoriali, biovulari o bizigoti;
  • Gemelli omozigoti, anche detto monoovulari, monocoriali o monozigoti.

Vediamo insieme, un po’ più nel dettaglio, quali sono le differenze che esistono tra i gemelli eterozigoti ed i gemelli omozigoti.

Gemelli eterozigoti: chi sono

I gemelli eterozigoti, per dirla in breve e semplicemente, sono quei gemelli che non sono esattamente identici fra di loro. Possono assomigliarsi, anche molto, ma non sono perfettamente uguali. I gemelli eterozigoti, pur derivando da una stessa gravidanza, non hanno in comune il medesimo DNA e, di conseguenza, non condividono il medesimo gruppo sanguigno, non sono, come già sottolineato, esattamente identici fra loro e possono, addirittura, non avere lo stesso sesso, possono, in definitiva, essere un maschio ed una femmina, se parliamo di una gravidanza con due soli gemelli (le più frequenti).

Perché accade tutto ciò? Semplicemente perché i gemelli eterozigoti, come il loro stesso nome suggerisce, non si formano partendo da un medesimo zigote, cioè quella cellula che deriva dalla unione di un gamete maschile ed uno femminile, bensì da due (o anche di più) cellule uovo che si uniscono (vengono fecondate), pressoché contemporaneamente, da due o più spermatozoi. In casi più unici che rari non è impossibile che nascano due gemelli eterozigoti da una medesima gravidanza ma da due padri distinti: questo può accadere per una fecondazione di due cellule uovo diverse, a brevissima distanza di tempo e per il tramite di due distinti rapporti sessuali di una donna con due diversi uomini.

Quali sono le differenze tra i gemelli eterozigoti ed i gemelli omozigoti?

I gemelli eterozigoti, come abbiamo già potuto sottolineare, prendono vita da due zigoti distinti e questa è, in buona sostanza, la prima, grande differenza, rispetto ai gemelli omozigoti che nascono da una medesima cellula uovo e, quindi da un medesimo zigote.

Inoltre i gemelli eterozigoti non condividono la stessa cavità amniotica e non condividono neanche la medesima placenta, cosa che invece può tranquillamente succedere se parliamo di gemelli omozigoti. La differenza quindi più importante tra i gemelli eterozigoti ed i gemelli omozigoti consiste nel fatto che i primi non hanno lo stesso DNA, motivo per il quale NON sono identici fra di loro e possono anche non avere lo stesso sesso, essere, ad esempio, un maschio ed una femmina, mentre i secondi, avendo lo stesso identico DNA sono necessariamente dello stesso sesso e sono anche esattamente identici fra di loro.