Secondo un sondaggio compiuto su un campione di 8551 persone, il 40% dei genitori non segue pratiche di co-sleeping sicuro con i loro bambini, contribuendo loro malgrado ad aumentare il rischio di sindrome della morte improvvisa del neonato (SIDS).

L’indagine è stata condotta dal Lullaby Trust in occasione della “Safer Sleep Week”. L’associazione ha scoperto che circa il 76% dei genitori dormono insieme ai loro figli ad un certo punto del loro sviluppo, e che di questi genitori, circa il 40 per cento ha ammesso di dormire in luoghi pericolosi con i loro bambini, come sul divano, oppure fumano intorno a loro o dormono accanto a loro dopo aver consumato alcolici. Tali circostanze mettono i bambini ad un serio rischio di sindrome della morte improvvisa, affermano gli esperti.

Dormire con un bambino sulla poltrona o sul divano è di fatti uno dei fattori di rischio più comuni e più prevenibili. La ricerca ha notato che il 25 per cento dei genitori che hanno fatto il sondaggio ha dormito in tal modo con i loro bambini in più di un’occasione, amplificando il rischio di generare dei danni. Il report sottolinea che dormire con un bambino sul divano o sulla poltrona può aumentare il rischio di SIDS di 50 volte. Ha poi scoperto che in un terzo dei casi – circa il 33 per cento – il co-sleeping era accidentale e non pianificato. Questo significa che l’adulto con il bambino potrebbe essersi addormentato in una situazione di rischio per il bambino.

L’indagine ha anche mostrato che circa il 12% dei partecipanti allo studio fumano mentre sono a letto con i loro bambini e il 9% ammette di aver preso alcol prima di dormire con i loro bambini. Entrambi questi comportamenti, così come l’assunzione di droghe, possono aumentare il rischio di SIDS nei bambini.

La ricerca evidenzia come, purtroppo, molti bebè possano morire in tali situazioni, e che pertanto è particolarmente importante lavorare sulla prevenzione: se ai genitori vengono forniti i giusti consigli, possono prepararsi ad un co-sleeping pianificato che possa aiutare a mitigare questi rischi e a ridurre le possibilità di decesso.

Tra i principali suggerimenti, uno dei consigli chiave è quello di garantire che lo spazio intorno al bambino sia libero da cuscini e piumoni. Il consiglio è quello di permettere al bambino di dormire sulla schiena, senza che vi siano animali domestici o altri bambini. Il co-sleeping è inoltre divieto assoluto per i bambini nati prematuri o prima delle 37 settimane di gravidanza o per i bambini nati con un peso corporeo inferiore a 2,5 kg.

Fonte

Forty percent of parents are not co-sleeping safely with their babies – Lullaby Trust

Revisione scientifica a cura della Dr.ssa Roberta Gammella. Laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II. E’ registrata all’Ordine Medici-Chirurghi e Odontoiatri di Napoli e Provincia