Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Glicosuria, quando ci sono gli zuccheri nelle urine

La glicosuria indica la presenza di glucosio nelle urine, ed in condizioni fisiche normali, tali zuccheri vengono filtrati dal glomerulo renale, per poi essere riassorbiti completamente nel tubolo ancora prima che l’urina lasci i reni e venga raccolta dalla vescica. Quando i valori di glucosi esaminati attraverso le analisi del sangue sono superiori a 180-200 mg/dl, tale presenza si può rilevare anche attraverso le analisi delle urine.

Iperglicemia

La glicosuria si può manifestare quando i quantitativi di glucosio presenti nel nostro sangue sono aumentati a tal punto da superare la soglia renale ovvero la capacità di riassorbimento da parte del tubolo, e per questo i reni non riescono più ad impedirne l’eliminazione mediante la minzione. Possiamo affermare che la glicosuria è una conseguenza dell’iperglicemia collegata ad una eccessiva introduzione di zuccheri oppure dovuta ad una patologia che altera la sua regolazione. La malattie che tendenzialmente determina la glicosuria iperglicemica è il diabete mellito ed è per questo che oltre alla presenza della glicemia rilevata attraverso le analisi del sangue, i medici consigliano il controllo periodico di tali parametri in soggetti diabetici, perché più esposti al rischio di iperglicemia.

Glicosuria iperglicemia

Una volta ripetute tali analisi su diversi campioni di urina, è possibile visualizzare l’efficacia dell’insulina in pazienti trattati con tale sostanza oppure con altri farmaci ipoglicemizzanti. Quando si manifesta la glicosuria, il paziente è diabetico e di conseguenza più esposto a contrarre infezioni del tratto urinario inferiore. La glicosuria potrebbe manifestarsi anche in presenza di livelli sia nella norma che bassi di glucosio ematico, e la causa a determinare ciò è la difficoltà da parte dei reni di riassorbire gli zuccheri a causa di alterazioni delle funzionalità. In presenza di glicosuria normoglicemica, il paziente potrebbe un difetto ereditario oppure acquisito del tubolo renale, determinato il più delle volte dalla carenza di enzimi oppure da patologie come la nefropatia cronica in stato avanzato.

La presenza di glucosio nelle urine può essere caratterizzata da diverse patologie sistemiche come ad esempio la sindrome di Fanconi, oppure la cistinosi o la malattia di Wilson. Tale condizione è riconducibile anche alla presenza di disfunzioni della tiroide, surrene o ipofisi come ad esempio l’acromegalia, la sindrome di Cushing, l’ipertiroidismo e il feocromocitoma. La presenza di zuccheri nelle urine può essere determinata anche dall’infiammazione cronica del pancreas oppure a causa dei processi tumorali a carico di tale organo.

Anche in seguito a lesioni a carico del sistema nervoso si può manifestare la glicosuria, oppure con la presenza di tumori cerebrali, emorragie, avvelenamenti da litio o da cadmio, anossia e con le malattie infettive. Ulteriori cause comprendono: emocromatosi, fibrosi cistica, uremia, ustioni profonde ed estese, insufficienza epatica di grave entità, sepsi e shock cardiogeno.

Possibili cause

possibili cause glicosuria

A determinare tale disfunzione vi è la possibilità di altre patologie che ora andremo ad elencare:

  1. Acromegalia (eccesso dell’ormone della crescita)
  2. Chetoacidosi diabetica ( patologia anche fatale causata da diabete mellito)
  3. Cirrosi epatica (Compromissione funzionale del fegato)
  4. Diabete ( Patologia dovuta dalla presenza di zuccheri nel sangue e nelle urine)
  5. Emocromatosi ( Accumulo di ferro nell’organismo)
  6. Emocromatosi primitiva e secondaria
  7. Feocromocitoma ( Tumore del sistema simpatico)
  8. Fibrosi cistica ( Patologia grave che conduce alla morte a carico dei polmoni)
  9. Gravidanza
  10. Infarto del miocardio ( Necrosi per mancanza di sangue o di ossigeno nella circolazione arteriosa)
  11. Insufficienza renale (mal funzionamento dei reni)
  12. Ipertiroidismo (Eccessiva funzionalità della ghiandola tiroidea)
  13. Malattia di Wilson ( Accumulo di rame nei tessuti)
  14. Morbo di Cushing ( Eccessiva produzione di cortisolo)
  15. Pancreatite ( Processo infiammatorio a carico del pancreas)
  16. Sepsi ( Invasione da parte di microrganismi patogeni)
  17. Nefropatia diabetica ( Insufficienza renale causata dal diabete)
  18. Sindrome di Fanconi ( Difetto di riassorbimento tubolare)
  19. Tumore del pancreas ( Neoplasia a carico del pancreas, dovuta alla moltiplicazione senza controllo delle cellule del pancreas)
  20. Ustioni

Come abbiamo descritto, la glicosuria è un fenomeno riconducibile alla natura del riassorbimento degli zuccheri a livello della prima metà del tubolo prossimale, che viene trasportato dall’SGLT-2 ovvero un supporto sodio-glucosio che si trova sulla membrana della cellula tubolare.