Glomerulonefrite: se non trattata può portare all’insufficienza renale

Glomerulonefrite

Quando il rene ha dei problemi, può non riuscire a sbarazzarsi di rifiuti e liquidi in eccesso. Se tale condizione continua, i reni potrebbero smettere di funzionare completamente, con conseguente insufficienza renale.

Ci sono due tipi di glomerulonefrite: acuta e cronica. La forma acuta si sviluppa all’improvviso e può essere causata da un’infezione della gola o della pelle. I primi sintomi della malattia acuta sono:

  • gonfiore del viso al mattino
  • sangue nelle urine
  • minor bisogno di urinare.

A volte si può essere a corto di fiato e compare la tosse a causa dei liquidi in eccesso nei polmoni. È anche possibile soffrire di pressione alta.

La forma cronica si sviluppa in modo silenzioso, senza sintomi, nell’arco di diversi anni. Spesso porta alla completa insufficienza renale. I primi segni della glomerulonefrite cronica sono:

  • sangue o proteine nelle urine (ematuria e proteinuria)
  • alta pressione sanguigna
  • gonfiore alle caviglie e del viso (edema)
  • frequente minzione notturna
  • urina schiumosa e frizzante.

I segnali dell’insufficienza renale sono invece:

  • mancanza di appetito
  • nausea e vomito
  • stanchezza
  • disturbi del sonno
  • pelle secca e prurito
  • crampi muscolari notturni.

Glomerulonefrite: le cause

Dividiamo questa parte in due e vi mostriamo quali sono le cause della forma acuta e di quella cronica, approfondendo in maniera chiara entrambe le tipologie.

Glomerulonefrite acuta cause

La malattia acuta può essere causata da infezioni come il mal di gola ma anche da altre malattie come il lupus, la malattia di Wegener e la poliartrite nodosa. Una diagnosi precoce e un trattamento tempestivo risultano fondamentali per prevenire l’insufficienza renale.

Glomerulonefrite cronica cause

A volte la malattia si manifesta in famiglia. La forma cronica di glomerulonefrite si presenta spesso nei giovani uomini che possono anche subire la perdita di udito e delle vista. Alcune forme sono causate da cambiamenti nel sistema immunitario. Tuttavia, in molti casi, la causa non è nota. A volte può succedere di avere un attacco acuto di glomerulonefrite e sviluppare la forma cronica anni più tardi.

Si può fare prevenzione?

Non fino a quando non si conoscono le cause. Ma una buona igiene personale e del sesso sicuro sono particolarmente utili nella prevenzione delle infezioni virali che potrebbero sfociare nella glomerulonefrite.

Se soffrite della forma cronica è molto importante controllare la pressione del sangue, dal momento che questo potrebbe rallentare il danno renale. Potrebbe essere necessario assumere meno proteine o mangiare in modo diverso sotto il consiglio del medico.

Trattamento

La forma acuta di glomerulonefrite può andare via da sola. A volte è possibile avere bisogno di farmaci o di un trattamento temporaneo che rimuova il liquido in eccesso e gestisca la pressione alta e l’insufficienza renale. In questo caso non si utilizzano antibiotici i quali sono, però, importanti nel trattamento di altre forme di malattie legate a infezioni batteriche. Se la malattia peggiora rapidamente, potrebbe essere necessario utilizzare farmaci che influenzano il sistema immunitario. Oppure, in alcuni casi si ricorre a un trattamento specifico, la plasmaferesi, un processo di filtraggio del sangue che rimuove le proteine nocive dal sangue.

Per quanto riguarda la forma cronica di glomerulonefrite, non esiste alcuna cura specifica. È comunque molto utile:

  • assumere meno proteine, sale e potassio
  • tenere sotto controllo la pressione sanguigna
  • prendere diuretici per trattare il gonfiore
  • assumere integratori di calcio.

La sindrome nefrosica

La glomerulonefrite può peggiore e sfociare nella sindrome nefrosica. È una condizione che si verifica quando i reni iniziano a perdere grandi quantità di proteine nelle urine. Con il peggioramento della condizione, si accumulano nel corpo maggiori quantità di liquidi e sale. Questo porta gonfiore (edema) e pressione alta, oltre ad alti livelli di colesterolo.

Come si cura la sindrome nefrosica

Il trattamento abituale consiste in corticosteroidi. Se non funzionano, si passa ad altri medicinali che agiscono per via diretta sul sistema immunitario. Inoltre è anche bene:

  • seguire una dieta a basso contenuto di sale
  • assumere diuretici
  • assumere farmaci per la pressione sanguigna.

Come abbiamo visto, la glomerulonefrite è una condizione seria ma che può essere gestita e trattata. Spesso è necessario un cambiamento radicale del proprio stile di vita e ciò potrebbe essere un passo difficile da affrontare, ma con il lungo periodo ne sentirete i benefici e non vorrete mai più tornare indietro.

Revisione scientifica a cura della Dr.ssa Roberta Gammella. Laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II. E’ registrata all’Ordine Medici-Chirurghi e Odontoiatri di Napoli e Provincia