Instagram: fitness da casa, risultati sui social

Instagram sta cambiando il nostro modo di allenarci? Secondo qualcuno si, soprattutto se si cade nella tentazione di seguire piani personalizzati da casa.

fitness
credit: stock.adobe.com/AntonioDiaz

Instagram può influenzare positivamente il modo di fare fitness? Può stimolare la realizzazione di piani personalizzati per l’esercizio fisico? E possiamo veramente fidarci di questa ennesima tendenza?

A dare uno sguardo al modo con cui si stanno evolvendo le attenzioni fitness in tutto il mondo, sembra proprio che la risposta sia positiva. Grazie ad alcune app e a una buona tendenza a rendere sociali i propri sforzi, possiamo ottenere buoni risultati senza nemmeno dover andare in palestra. Almeno, in teoria. E, forse, ad essere un po’ ottimisti.

La ricetta del benessere è semplice. Basta scaricare una delle app di settore (le migliori sono comunque a pagamento) e cercare di seguire il programma intensivo suggerito, eventualmente personalizzabile sulla base delle proprie caratteristiche, integrato con consigli nutrizionali da seguire e la possibilità di potersi interfacciare con degli esperti.

Spesso chi cerca di promuovere queste app è una persona con particolari capacità nell’influencer marketing, divenendo una sorta di promotore non solamente della vendita degli abbonamenti agli applicativi, quanto anche della tendenza a condividere online i progressi effettuati.

Il tutto va, insomma, a premiare la cara e vecchia tendenza di fare degli allenamenti da casa. Un’esigenza sempre più pressante, per diversi motivi: qualcuno non può permettersi di pagare un abbonamento mensile per la palestra, qualcuno non ha voglia, qualcuno non ha tempo. La conseguenza è che, con alterne speranze, spesso ci si affida a programmi di allenamento intensivi da fare 3-4 volte la settimana a casa, generalmente per 20-40 minuti.

Guai, comunque, a riporre troppe ed entusiastiche aspettative. In primo luogo, i risultati si ottengono sempre con la costanza e, dunque, sarebbe opportuno cercare di armarsi di pazienza e seguire i piani per mesi, prima di poterne valutare gli effetti.

In secondo e ultimo (nonché più importante) luogo, attenzione agli errori. Il fatto che si facciano esercizi a casa propria, spesso senza pesi, non significa che non ci si possa fare molto male nella realizzazione errata degli esercizi che ci vengono consigliati. Meglio pertanto sempre preferire la consulenza di un esperto e, se proprio ci si vuole allenare in completa autonomia, fare molta cautela con gli sforzi.

Revisione scientifica a cura della Dr.ssa Roberta Gammella. Laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II. E’ registrata all’Ordine Medici-Chirurghi e Odontoiatri di Napoli e Provincia