Lecitina di soia, caratteristiche e benefici contro il colesterolo alto

Le lecitina di soia è una sostanza ottenuta dalla lavorazione dei fagioli di soia: ricca di omega-3, omega-6, colina, inositolo e minerali (soprattutto, ferro, calcio e fosforo), è un elemento particolarmente importante nella dieta alimentare finalizzata ad abbassare il colesterolo alto. Le sue proprietà emulsionanti permettono infatti di favorire e di supportare il passaggio dei grassi nel sangue sotto forma di emulsione, e conducendo dunque in modo più agevole il colesterolo verso il fegato. Pertanto, in linea di massima, inserire la leicitina di soia nella propria dieta può aiutare a ridurre l’ipercolesterolemia.

Tutti i benefici della lecitina di soia

In virtù delle sue particolari caratteristiche biochimiche, la lecitina di soia è un ottimo regolatore del colesterolo sanguigno e, proprio per questo motivo, viene frequentemente ricondotta all’interno dei complementi e degli integratori alimentari cui si fa più ricorso quando non sono sufficienti le altre misure dietetiche e comportamentali.

I vantaggi derivanti dall’assunzione della lecitina di soia, e dalla sua inclusione all’interno della dieta alimentare, non si limitano certamente alla sola possibilità di poter abbassare il colesterolo alto. La lecitina di soia è infatti una sostanza che può favorire le funzioni cerebrali e, secondo quanto affermano alcune recenti analisi, può essere altrì un buon supporto nei problemi che sono associati all’Alzheimer e alla demenza senile, grazie agli elevati apporti di colina, in essa presente. Non è altresì un caso che, proprio in virtù del fatto che la lecitina di soia è una evidente donatrice di colina, l’utilizzo di tale sostanza viene spesso consigliato anche in caso di affaticamento mentale, considerando che la lecitina può effettivamente migliorare l’efficienza della mente e le capacità mnemoniche.

Tutti i benefici della lecitina di soia

Le lecitina di soia serve inoltre a migliorare il metabolismo corporeo, a proteggere il fegato, a riequilibrare il sistema nervoso, e fungere da ricostituente, a garantire un miglior funzionamento dei muscoli, e a partecipare proattivamente alla formazione delle cellule muscolari.

Come assumere la lecitina di soia

La lecitina di soia può essere assunta nelle varie forme che si trovano in commercio, dopo aver preferibilmente sentito il parere di medico e nutrizionista. In commercio potete comunque trovare la lecitina di soia sotto forma di compressa che possono essere utilizzate come comuni integratori alimentari per poter abbassare il colesterolo, in granuli, in polvere.

Nel caso in cui preferiate la lecitina di soia in granuli, il suo utilizzo potrà essere facilmente orientato in ambito alimentare: i granuli possono infatti essere utilizzati come condimento per primi o secondi piatti.

Controindicazioni derivanti dall’uso della lecitina di soia

Controindicazioni derivanti dall'uso della lecitina di soia

Molti sono coloro che dichiarano che la lecitina di soia avrebbe un lungo elenco di effetti collaterali, e che pertanto il suo utilizzo dovrebbe essere strettamente effettuato sotto supervisione medica. In realtà, però, occorre ricordare che le uniche controindicazioni che derivano dalla lecitina di soia fanno riferimento alla sua assunzione in grandi quantità, e che non si registrano effetti collaterali sgraditi in caso di assunzione moderata o lieve.

Ad ogni modo, per quanto concerne le controindicazioni, le più tipiche associate alla lecitina di soia sono quelle di nausea, diarrea, perdita di appetito, disturbi allo stomaco.

Con particolare riferimento alle dosi di assunzione, si consiglia naturalmente di seguire i consigli che sono riportati in etichetta. Sarà dunque generalmente consigliato assumere due o tre cucchiaini di lecitina al giorno, in forma pura o aggiunta a vari alimenti (yogurt o latte, ad esempio). Negli integratori disponibili in commercio, spesso la lecitina viene associata a vitamina E, vitamina B6 o selenio, al fine di incrementare le proprietà terapeutiche e ricostituenti.

Per maggiori informazioni, vi consigliamo naturalmente di consultare il vostro medico di principale riferimento, il quale saprà certamente indicarvi tutte le caratteristiche e i benefici derivanti dall’assunzione di tale sostanza.

Leggi anche

Rinite allergica, caratteristiche e cura

Cosa è la rinite allergica, quali sono le sue caratteristiche e come si può "curare" il problema.

Klamath, le alghe e gli integratori naturali che possono aiutare un’alimentazione sana

Quando parliamo di alghe Klamath ci riferiamo ad un gruppo di integratori che fruttano delle particolari alghe microscopiche verdi e azzurre proveniente dall'omonimo lago...

Noretisterone, progestinico che serve per ritardare il ciclo

Il noretisterone si caratterizza per essere un principio attivo utilizzato in un buon numero di formulazioni, a volte singolarmente, altre volte insieme a vari...

recenti

Fosforilazione ossidativa: che cosa è e come avviene

La fosforilazione ossidativa si riferisce alle reazioni che coinvolgono il flusso di elettroni lungo una serie di proteine ​​legate alla membrana, accoppiate con la generazione di adenosina trifosfato (ATP).

Come calmare la tosse?

La tosse è un meccanismo fisiologico del nostro organismo, un riflesso che viene automaticamente attivato per poter espellere aria dai polmoni in modo acuto...

Depalgos, un medicinale per trattare le condizioni di dolore

Che cos'è Depalgos, come si utilizza e quali sono le principali avvertenze che dovreste sapere prima della sua fruizione.