in

L’uso di marijuana è in aumento tra gli adulti meno giovani

La cannabis continua ad attirare consuatori, soprattutto tra gli over 65.

marijuana
FOTO: stock/adobe.com/Joshua Resnick

Una nuova ricerca, che analizza i dati su migliaia di adulti di età pari ad almeno 65 anni negli Stati Uniti, suggerisce che l’uso di cannabis è in netto aumento in questa fascia d’età.

Ad affermarlo è un articolo comparso sul Journal of Studies on Alcohol and Drugs, secondo cui sempre più persone di tutte le età fanno uso di cannabis negli Stati Uniti, soprattutto dopo la sua legalizzazione – a scopo medico o ricreativo – in diversi Stati dell’Unione.

In tal senso, lo studio sottolinea come un numero significativo di persone stia usando la marijuana per ragioni mediche, poiché la ricerca e le prove aneddotiche indicano che può fornire sollievo dal dolore, funzionando così come aiuto terapeutico per varie condizioni croniche.

Per i ricercatori del New York University College of Global Public Health non vi sarebbero dubbi: l’utilizzo di cannabis sarebbe dunque in rialzo e, tale tendenza, sembra abbracciare in maniera particolarmente consistente soprattutto le persone con almeno 65 anni di età.

I ricercatori che hanno condotto lo studio – il Dr. Benjamin Han e Joseph Palamar, Ph.D. – hanno analizzato i dati di 14, 896 adulti anziani che hanno risposto al National Survey on Drug Use and Health (NSDUH) nel periodo 2015 – 18.