Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

More di gelso: buone e dei validi alleati per la salute

Le more di gelso, che cosa sono, quali le proprietà benefiche e come si possono usare

Le more di gelso sono dei piccoli frutti della famiglia delle moracee e le troviamo principalmente nelle varietà bianche e nere/viola, meno diffuse le rosse. Sono ottime e dolci, piacciono a grandi e piccini e oltretutto sono dei validissimi alleati per la nostra salute.

Le more di gelso che cosa sono

Le more di gelso sono i piccoli frutti della pianta di gelso dalle origini cinesi (pare la pianta venisse già coltivata nel 2700 a.C.) e utilizzata originariamente come arbusto ideale per la bachicoltura (per la produzione della seta) o, data la sua bellezza estetica, a scopo ornamentale. La varietà bianca (morus alba) non ha un sapore molto marcato e di conseguenza la sua coltivazione è andata calando a favore della variante nera (morus nigra) dal gusto più dolce e molto più utilizzabile a scopo culinario. 100 grammi di more di gelso contengono circa 43 kcal, quindi pochissime. L’87% delle more di gelso è infatti costituito da acqua. Le more di gelso sono molto succose e delicate, nella raccolta e nella manutenzione di questo frutto è importante infatti prestare molta delicatezza affinché non si spappolino. Data la sua consistenza, questo frutto, ha una deperibilità piuttosto alta e di conseguenza si conservano in frigorifero solo pochi giorni.

Quali sono le proprietà e i benefici che le more di gelso danno

proprietà delle more di gelso

Le more di gelso hanno numerose proprietà benefiche per il sistema immunitario, per il sistema cardio-circolatorio, per l’apparato digerente, per la regolazione del colesterolo, per le ossa, grazie alle sostanze chimiche contenute in esse sono inoltre diuretiche, purificanti, anti-infiammatorie e anti-batteriche.
Le more di gelso sono dei validi combattenti per contrastare i radicali liberi, precisamente sono ricche di resveratrolo, una sostanza ricca di proprietà antiossidanti. Il resveratrolo ha la proprietà di attenuare le attività dei radicali liberi, di contrastare l’invecchiamento delle cellule del nostro corpo e prevenire diverse patologie come le malattie degenerative del sistema nervoso, diverse infezioni batteriche, diabete, infiammazioni e, pare, abbiano anche proprietà antitumorali.

Le more di gelso grazie al resveratrolo hanno anche la caratteristica di prevenire e curare patologie che colpiscono la circolazione sanguigna e fare bene al cuore data la capacità di questo elemento di fluidificare il sangue e favorirne di conseguenza lo scorrimento.

Le more di gelso hanno inoltre un buon quantitativo di vitamina A, vitamina B e di vitamina C, importanti per favorire il buon funzionamento del sistema immunitario e quindi contro le influenze e i raffreddori. Sono ricche di sali minerali e quindi costituiscono i frutti ideali da consumare nella stagione estiva e per chi fa attività sportiva. Le more di gelso hanno la capacità di regolare la sudorazione, sono tonificanti, rinfrescanti e depurative grazie ad amminoacidi, zinco, magnesio, acido folico, potassio.

utilizzare le more di gelso

Non indifferentemente presente nelle more di gelso è anche il quantitativo di ferro, circa 1,85 mg in 100 g, che spesso e volentieri scarseggia nel genere femminile. La presenza di questo elemento nelle more di gelso ne fa dei frutti adatti al consumo da parte di persone tendenti all’anemia o affetti da ipertensione, in particolare la varietà di more bianche.

Le more di gelso inoltre sembrano far bene agli occhi, grazie alla presenza in esse di carotenoidi, all’udito, al fegato e all’apparato digerente, sono infatti ricche di fibre che favoriscono il transito intestinale e la formazione di gas intestinale. Il succo delle more di gelso, detto anche sorosio, è utilizzato come regolatore delle funzioni intestinali e come astringente. L’abbondanza nelle more di gelso di vitamina K, di calcio, fosforo e magnesio fanno sì che questi piccoli frutti siano validissimi per rafforzare il tessuto osseo.

Come possiamo utilizzare le more di gelso

Le piante di gelso sono diffuse in diverse nazioni del mondo, da noi le troviamo in giugno luglio, e a seconda della zona gli utilizzi sono svariati: c’è chi ne utilizza solo i frutti, chi i fiori, chi ne utilizza le foglie, per la preparazione di tisane depurative contro il diabete, e chi addirittura ne sfrutta la corteccia, per le sue valide proprietà lassative. Come abbiamo già detto, dal punto di vista culinario la tipologia di more di gelso più utilizzate sono quelle nere per il loro gusto più dolce. Il loro gustoso sapore si presta per il loro impiego per la preparazione di succhi, bevande, marmellate, aromi e non ultimo per la colorazione di alimenti. La pigmentazione del frutto infatti è molto alta ed è necessario quindi maneggiarlo con cura perché se per caso vi macchia un tessuto sarà poi davvero quasi impossibile rimuovere la macchia.