Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Movicol, il lassativo per tutti che aiuta contro la stitichezza

La somministrazione di Movicol può determinare la comparsa di effetti indesiderati, anche se non tutti i pazienti li mostrano.

Movicol è una polvere lassativa che viene assunta per via orale, per il trattamento della stitichezza nelle persone adulte, adolescenti ed anziani. La sua somministrazione non è raccomandata nei bambini con età inferiore ai 12 anni. Il farmaco favorisce l’evacuazione adeguata intestinale, anche quando la stitichezza si protrae da diversi giorni. Movicol può essere impiegato anche per trattare il fecaloma, ovvero la stitichezza severa.

Controindicazioni del Movicol

Controindicazioni del Movicol

Il farmaco non deve essere somministrato nei seguenti casi:

  1. Non somministrare in presenza di blocco intestinale, o ostruzione intestinale, ed ileo
  2. Non somministrare in presenza di perforazione delle pareti intestinali
  3. Non somministrare in presenza di una grave patologia intestinale infiammatoria come la Retto Colite Ulcerosa, Morbo di Crohn e Magacolon Tossico
  4. Non somministrare in presenza di allergia accertata ai principi attivi presenti nel farmaco, o ad uno o più eccipienti

Dosaggio e modalità di somministrazione

Movicol può essere assunto in qualsiasi momento della giornata con cibo o senza.

Assumere una bustina per soluzione orale di Movicol al giorno in 125 ml di acqua. In base alla gravità della sua stitichezza può somministrare fino a 3 bustine al giorno.

Per trattare il fecaloma bisogna somministrare almeno 8 bustine al giorno di Movcol. Questo quantitativo deve essere somministrato nell’arco di 6 ore, e se necessario per un periodo di circa 3 giorni. In presenza di alterazione cardiaca non devono essere assunte più di 2 bustine al giorno. Se il problema non si risolve è importante contattare il proprio medico di base o lo specialista.

Come somministrare Movicol

Come somministrare Movicol

Aprite la bustina e versate la polvere per soluzione orale in un bicchiere. Successivamente aggiungete 125 ml di acqua naturale, che corrispondono a ½ bicchiere circa. Mescolate accuratamente la polvere fino al suo completo scioglimento, e fin quando l’acqua non sarà limpida ma leggermente opaca. Bevete la soluzione e consumate circa due litri di acqua nell’arco della giornata. Così facendo il farmaco si attiverà nell’intestino.

Se state assumendo il medicinale per trattare la stitichezza basterà sciogliere le 8 bustine in un litro di acqua.

Durata del trattamento

Generalmente la somministrazione di Movicol dura 2 settimane. Se necessitate di assumere il farmaco per un periodo più lungo, rivolgetevi al vostro medico. Se la stitichezza è la conseguenza di una malattia come la sclerosi multipla oppure il morbo di Parkinson, il trattamento potrebbe durare più di 2 settimane. Nel trattamento a lungo termine, il dosaggio consigliato è pari ad 1 o 2 bustine da somministrare giornalmente.

La somministrazione di 8 bustine da sciogliere in un 1 litro di acqua può durare fino ad un massimo di 3 giorni. In assenza di risultati positivi consultate il vostro medico.

Effetti indesiderati

La somministrazione di Movicol può determinare la comparsa di effetti indesiderati, anche se non tutti i pazienti li mostrano.

Interrompere tempestivamente la cura farmacologica in presenza dei seguenti disturbi:

  • Se ha una reazione allergica in forma grave dove si manifestano difficoltà respiratorie, gonfiore al viso, gola e labbra.

Altri possibili effetti indesiderati sono:

  1. Reazione allergica con eruzione cutanea, prurito, arrossamento della cute, orticaria
  2. Reazione allergica con gonfiore alle mani, piedi, caviglie
  3. Mal di testa
  4. Livelli bassi o alti di potassio nel sangue
  5. Cattiva digestione
  6. Mal di stomaco
  7. Brontolii alla pancia
  8. Gonfiore addominale, flatulenza, nausea, vomito
  9. Agli inizi della somministrazione si può manifestare irritazione anale con lieve diarrea

Tali effetti indesiderati tendono a migliorare riducendo il dosaggio del farmaco che state assumendo. SE uno degli effetti indesiderati di cui sopra tende a peggiorare, o se nota la comparsa di disturbi non presenti nell’elenco, avverta il proprio medico o farmacista di fiducia.