Mylicon gocce: cos’è e a che serve? Quando è necessario che i nostri bambini lo assumano?

785
Mylicon gocce

Quando i nostri figli piccolissimi ci svegliano nel pieno della notte perché incorrono in crisi di pianto così irrefrenabili ed incontrollabili da non accennare a calmarsi in nessun modo, probabilmente l’ultima poppata della sera precedente può aver provocato quelle che in gergo medico si chiamano coliche gassose, procurate o da ingestione di tanta aria da parte del bambino durante la poppata, oppure da una sua intolleranza al lattosio. Mylicon gocce ci viene in aiuto per calmare questi sintomi e restituire al bambino una nottata più serena.

Mylicon gocce per calmare le coliche gassose: ma cosa sono le coliche gassose?

Le coliche gassose sono uno dei disturbi più comuni e dolorosi che possano riscontrarsi nei bambini appena nati e nella prima infanzia, e, poiché procurano al bimbo dei dolori abbastanza forti da procurargli crisi di pianto lunghe ed irrefrenabili, fanno insorgere nei genitori ansie e senso di inadeguatezza perché essi non sanno come comportarsi per alleviare i dolori del piccolo.

E’ bene sapere che queste coliche gassose, dovute semplicemente alla presenza di gas nel pancino del bambino che premono sulle pareti addominali provocando, di conseguenza, dolori che però non lasceranno alcun segno ed alcuna conseguenza non appena sarà stato eliminato i problema, sono un disturbo che non ha alcun tipo di interferenza con i normali processi di accrescimento del bambino e che in genere arriva a risoluzione non più in là del quinto mese di vita. Non è, di conseguenza, assolutamente il caso di vivere queste colichette né con apprensione né, tantomeno, con angoscia.

Colichette dolorose? Entra in gioco il Mylicon gogge!

Colichette dolorose? Entra in gioco il Mylicon gogge!

Ecco che per la risoluzione di questi fastidiosi disturbi rappresentati dalle coliche gassose, le famose “colichette”, entra in gioco un medicinale che ormai vanta tantissimi proseliti nell’affollata categoria delle neomamme, e cioè il Mylicon gocce per bambini, un prodotto farmacologico da banco che molti pediatri prescrivono proprio per risolvere proprio disturbi dovuti a meteorismo del tratto gastrointestinale e quindi gli episodi di aerofagia nei lattanti.

Il principio attivo di questo farmaco è il simeticone (nome tecnico: dimetilpolisilossano attivato), in soluzione pari a 66.6 mg/1 ml. Esso ha un prezzo che si aggira tra gli 8 ed i 9 euro, confezionato in un flacone di vetro con 30 ml di contenuto.

Come si assume questo farmaco?

Come si assume questo farmaco?

Come va assunto correttamente il Mylicon gocce? Per prima cosa occorre agitare per benino il flacone contenente la soluzione, prima di utilizzarlo. Poi sarà altresì necessario rispettare la posologia riportata in letteratura, e cioè venti gocce (pari a 0.6 ml.) per 2, 3 o massimo 4 somministrazioni nell’arco delle 24 ore. Le somministrazioni preferibilmente devono essere eseguite dopo i pasti per i lattanti e per i bambini.

La durata totale del trattamento con questo farmaco varia da situazione a situazione e, ovviamente, dipende dalla durata e dal persistere del disturbo, a partire da qualche settimana fino ad arrivare anche ai tre mesi, tenendo presente che il simeticone è tollerabilissimo e non dà alcun problema anche se assunto per periodo molto lunghi. La risposta del prodotto farmacologico dipende dal soggetto che lo assume, però occorre sottolineare che moltissime mamme riferiscono di aver risolto completamente i problemi di colichette e di crisi di pianto dei loro figli, ridando, finalmente, la giusta serenità al loro riposo notturno.

All’azione del Mylicon si può aggiungere anche l’effetto di tisane (senza zucchero!) a base di semi di finocchi, che prevengono i gonfiori al pancino dei bimbi.

Anche se i genitori sono sovente diffidenti nella somministrazione di farmaci a bambini in tenerissima età, occorre sottolineare che sia l’assenza totale di effetti indesiderati che la grandissima tollerabilità, fanno del Mylicon un prodotto farmacologico che può essere somministrato in qualsiasi età assolutamente senza timori.

Anche se in tantissime occasioni tante mamme hanno dichiarato di aver portato a risoluzione i problemi di colichette dei loro figli grazie a questa medicina, nel caso in cui un trattamento di una settimana non dovesse ingenerare alcun miglioramento apprezzabile, allora potrebbe essere necessario rivolgersi di nuovo al proprio pediatra. In ogni caso il foglietto illustrativo è sempre amico dei genitori che somministrano dei farmaci ai loro figli ed è sempre il caso di consultarlo.