Neoduplamox: composizione, indicazioni terapeutiche ed effetti collaterali

430
Neoduplamox

Neoduplamox è un farmaco antibiotico utilizzato spesso nel trattamento di infezioni del sistema respiratorio o apparato urinario. Ecco la composizione del farmaco, indicazioni terapeutiche ed effetti collaterali.

Neoduplamox è un farmaco antibiotico che combatte infezioni sostenute da germi sensibili tipici delle infezioni delle vie respiratorie. I principi attivi contenuti nel farmaco sono due: amoxicillina triidrato e acido clavulanico. L’amoxicillina rientra nella famiglia delle penicillina, gruppo di molecole utilizzato per la cura di infezioni microbiche, mentre l’acido clavulanico impedisce che l’azione dell’amoxicillina possa essere resa inattiva una volta assunto il farmaco.

Il Neoduplamox è presente in commercio:

875 mg/125 mg compresse

875 mg/125 mg polvere per sospensione orale

400 mg/57 mg polvere per sospensione orale

400 mg/57 mg/5 ml polvere per sospensione orale flaconi

Il farmaco è concedibile esente, rientra nella fascia “A” ed è quindi completamente esente dal pagamento presso la farmacia, se in regola presso l’Azienda Sanitaria Locale: per maggiori informazioni si consiglia di rivolgersi al proprio medico curante o farmacista di fiducia.

Indicazioni terapeutiche del Neoduplamox

Il Neoduplamox viene spesso prescritto per curare patologie o infezioni causate da germi sensibili che spesso sono la causa di:

  • infezioni alle vie respiratorie (orecchie, gola)
  • infezioni di tipo ginecologico e dell’apparato urinario
  • infezioni o patologie legate alla pelle e tessuti molli
  • infezioni delle vie biliari
  • infezioni alle ossa e articolazioni

Qual è il corretto dosaggio del Neoduplamox? Come è possibile leggere nel foglietto illustrativo e seguendo le indicazioni terapeutiche del vostro medico di fiducia, l’assunzione di Neoduplamox varia in base alla gravità e allo stadio della patologia da un lato e al peso corporeo e all’età del paziente dall’altro. Si ricorda inoltre che per evitare conseguenze gastrointestinali, è consigliato assumere Neoduplamox prima dei pasti principali.

Per quanto riguarda gli adulti e gli anziani (e persone che comunque superano i 40 kg di peso corporeo) si consiglia 1 compressa (o bustina) da 875mg/125mg due volte al giorno; in caso di estrema gravità dell’infezione è possibile aumentare la quantità a 3 compresse (o bustine al giorno). Per quanto riguarda i bambini si consiglia la sospensione orale in bustine o flaconi specificatamente adatta ai più piccoli con dosaggio 400mg/57mg: la posologia base giornaliera è di 45 mg di amoxicillina e 6,4 mg di acido clavulanico per kg di peso corporeo (51,4 mg/kg), da suddividersi in 2 somministrazioni a distanza di 12 ore.

Particolare attenzione va posta ai bambini di età compresa tra i 2 mesi e i 2 anni, per cui la dose da somministrare varia a seconda del peso corporeo, e si trova descritta dettagliatamente nel foglietto illustrativo.

Controindicazioni Neoduplamox

L’assunzione di Neoduplamox è sconsigliata nei seguenti casi:

  • allergia o ipersensibilità ai principi attivi contenuti nel farmaco, ovvero amoxicillina, acido clavulanico, penicillina o altri principi attivi in esso contenuti
  • ipersensibilità immediata ad agenti betalattamici (ad esempio cefalosporine)
  • precedenti problemi al fegato e itterizia legata all’assunzione di antibiotici
  • reazioni allergiche agli antibiotici
  • raro malassorbimento di glucosio–galattosio

Trattandosi di un farmaco antibiotico, prima di procedere alla somministrazione è di estrema importanza valutare tutte le avvertenze e precauzioni del caso. Innanzitutto occorre verificare gli eventuali episodi di intolleranza ai principi attivi; è inoltre consigliato assumere con cautela Neoduplamox in caso di

  • sospetto di mononucleosi infettiva (rischio di raso morbilliforme)
  • uso contemporaneo di allopurinolo (reazioni cutanee)
  • pazienti con compromissioni epatica (eventi epatici gravi)
  • pazienti con insufficienza renale o cateteri vescicali
  • pazienti con fenilchetonuria

Effetti collaterali indesiderati causati dall’assunzione di Neoduplamox

Il Neoduplamox è un potente farmaco antibiotico che può avere effetti collaterali anche gravi: tra gli effetti indesiderati più comuni e ricorrenti vomito, diarrea e nausea. Tra gli effetti collaterali comuni elencati nel foglietto illustrativo del medicinale vi è inoltre la candida, ovvero un’infezione alle mucose vaginali, bocca e pieghe della pelle.

Tra gli effetti collaterali non comuni risultano inoltre eruzioni cutanee, mal di testa, capogiri e cattiva digestione, mentre tra quelli rari rientrano gravi irritazione della pelle, infiammazioni intestinali, convulsioni e iperattività.

Anche in caso di assunzione di Neoduplamox si consiglia particolare attenzione durante i periodi di gravidanza e allattamento: prima dell’assunzione si consiglia di rivolgersi al proprio ginecologo o medico di fiducia che vi saprà consigliare la corretta terapia antibiotica.