Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Nurofen sciroppo: come funziona e gli effetti collaterali

Il suo principio attivo è l’ibuprofene, un analgesico utilizzato per alleviare dolori lievi e moderati, dovuti a infiammazioni e febbre. Il Nurofen sciroppo può essere somministrato più precisamente per combattere una serie di condizioni non gravi:

  • mal di testa, mal di gola, mal di denti, distorsioni e stiramenti
  • febbre (abbassa la temperatura corporea).

Come funziona?

L’ibuprofene lavora bloccando la produzione di prostaglandine da parte di un enzima chiamato ciclo-ossigenasi. Questa viene prodotta in risposta ad alcune malattie e condizioni cliniche, causando dolore, gonfiore e infiammazione. Bloccandone la produzione, l’ibuprofene contenuto nel Nurofen contribuisce a ridurre l’infiammazione e il dolore.

Per quanto riguarda la febbre, dovete sapere che questa viene associata a un aumento di prostaglandine nel cervello e ciò causa un aumento della temperatura corporea. Riducendo i livelli di prostaglandine nell’area, automaticamente si abbassa anche la temperatura.

Come funziona?

Dosaggio e somministrazione

Il Nurofen dovrebbe essere somministrato durante o dopo i pasti. La dose va invece trattata con il proprio medico di base e seguita con attenzione, inoltre è sempre necessario seguire le istruzioni riportate sul bugiardino. Per i bambini la dose dipenderà dal prodotto e dalla sua età.

Il tipico errore in cui la maggior parte delle persone cade è di misurare il dosaggio con un cucchiaio. No, non c’è niente di più sbagliato. Il cucchiaio non dà una regolazione precisa e può portare a un’assunzione troppo alta o troppo bassa. Ecco perché occorre utilizzare il misurino o, ancora meglio, una siringa orale.

È poi assolutamente sconsigliato proseguire con la cura per più di tre giorni senza alcuna consulenza medica. Se i sintomi persistono dopo 24 ore di utilizzo, consultare il medico.

Gli effetti collaterali del Nurofen

Gli effetti collaterali del Nurofen sciroppo

Prima di assumere il Nurofen , dovete sapere che sul mercato ci sono diverse confezioni, tutte preparate a seconda dell’età, dai bambini agli adulti.

In genere, l’ibuprofene è ben tollerato e la maggior parte della gente non ha effetti collaterali. Ma a volte può succedere che qualcosa nell’organismo colga un pericolo dove non c’è o ci siano in corso allergie particolari. Tuttavia, alcuni dei problemi che si riscontrano con l’assunzione del medicinale sono evitabili ingerendolo con il cibo.

Gli effetti collaterali più comuni sono legati all’irritazione di stomaco e includono dolori addominali, indigestione e nausea. Raramente, si possono verificare situazioni più gravi come ulcere ed emorragie. Questo, però, può succedere quando si assumono dosi elevate o in età avanzata.

In caso di eruzioni cutanee dopo l’assunzione del farmaco, contattare il proprio medico che provvederà a sostituirlo con qualcosa di più adatto alle vostre condizioni.

effetti collaterali del Nurofen sciroppo

Vogliamo ricordare, tuttavia, che gli effetti collaterali possono variare da persona a persona. Questo significa che qualcuno ne sperimenta alcuni sulla propria pelle, non vuol dire che il medicinale sia pericoloso e non vada invece bene per tutti.

Ricapitolando, di seguito elenchiamo i più comuni effetti collaterali del Nurofen:

Infine, nel caso di assunzione di altri medicinali, contattare il professionista per capire se possono esserci problemi di incompatibilità con il Nurofen.