Olio di vinaccioli per la cura dei capelli e della pelle

215
Olio di vinaccioli

L’olio di vinaccioli è un olio che si ottiene per pressione dai semi dell’uva (i frutti della pianta Vitis vinifera), dall’odore neutro e dalla colorazione pallida. Ha una benefica azione antiossidante e contiene molti principi attivi dalle evidenti capacità benefiche, tra i quali ricordiamo: acido palmitico e (in misura minore) stearico, acidi grassi poli insaturi, tra i quali soprattutto l’acido oleico (anche detto omega 9) e l’acido linoleico (anche detto omega 6), e poi molta vitamina E e fenoli.

Proprietà dell’olio di vinaccioli

Se lo si applica sulla pelle l’olio di vinaccioli si rivela un ottimo emolliente ad azione anche sebo-regolatrice ed antiossidante. L’azione sebo-regolatrice, congiuntamente al rapido assorbimento di questo olio, fa dell’olio di vinaccioli un olio particolarmente adatto anche alle pelli grasse e miste.

Poiché l’olio di vinaccioli è un olio sensibile alla ossidazione, al fine di evitare il suo irrancidimento è consigliabile che lo si conservi ad una temperatura inferiore ai venti gradi centigradi e non esposto direttamente alla luce del sole ed a qualsiasi fonte di calore.

Proprietà e caratteristiche dell’olio di vinaccioli

L’olio di vinaccioli, come già sottolineato, ha delle interessanti proprietà antiossidanti che riceve dal suo contenuto in vitamina E e fenoli, e grazie a queste proprietà rappresenta un ottimo prodotto cosmetico utile nella prevenzione e nel trattare le rughe, e, naturalmente, nella battaglia contro la perdita di tono e di elasticità dei tessuti.

L’acido linoleico contenuto in grandi quantità (più del cinquanta percento) nell’olio di vinaccioli è contenuto anche nelle ceramidi e, a livello della pelle, è coinvolto nella composizione lipidica dell’epidermiche. Oltretutto garantisce anche un ottimo livello di idratazione perché limita le perdite di acqua e favorisce la coesione fra le cellule.

Grazie a queste sue proprietà altamente benefiche l’olio di vinaccioli è anche particolarmente indicato per trattare le pelli secche, quelle che tendono ad una veloce disidratazione e si espongono maggiormente alle aggressioni degli agenti esterni. L’azione di natura sebo-regolatrice ed anche la velocità con cui questo olio viene assorbito, fanno dell’olio di vinaccioli l’ “amico per la pelle” delle pelli grasse e miste, per la loro bellezza ed elasticità, in particolar modo contro le zone “unte” in prossimità del mento, del naso e della fronte.

Inoltre l’olio di vinaccioli rappresenta una cura di tipo cosmetico e di origine naturale per i capelli spenti e secchi, e, usato negli impacchi e nelle maschere, è prezioso per il rinforzo delle fibre capillari.

Come si utilizza l’olio di vinaccioli?

L’olio di vinaccioli lo si può utilizzare sia in forma pura che in forma miscelata insieme ad altri oli di natura vegetale per l’effettuazione di scrub, massaggi e gommage. Per esempio si può procedere alla miscelazione di circa cinquanta millilitri di olio di vinaccioli con un cucchiaio da brodo di sale fino (o anche polvere di noccioli di oliva o farina di cocco), per la facile realizzazione di un gommage ad azione emolliente ed esfoliante, che va massaggiato per bene sulla cute umida dopo la doccia. Con l’utilizzo di questo rimedio, una volta ogni sette giorni, verrà favorito il ricambio cellulare e si noterà un netto miglioramento della salute e dell’aspetto della pelle che si mostrerà più levigata e morbida.

Se, invece, si vuole realizzare un bagno anti-età, si potrà mischiare un cucchiaio da brodo di olio di vinaccioli con 1/2 litro di latte di cocco. Prima si dovrà mescolare per bene, poi si verserà la miscela così ottenuta nella vasca con l’acqua pronta per il bagno. Si dovrà effettuare questo tipo di bagno della durata di una ventina di minuti per una, ma anche due volte ogni sette giorni per avere, dopo un po’ di trattamenti, una pelle più elastica e morbida.

Se vogliamo preparare, invece, un ottimo olio per massaggi, dovremo mescolare circa quaranta millilitri di olio di vinaccioli con dieci millilitri di olio di germe di grano, poi occorrerà aggiungere dieci gocce di olio essenziale di lavanda, altre dieci gocce di olio essenziale di geranio ed ulteriori dieci gocce di olio essenziale di limone. Si lasci riposare il composto per alcune ore. Quando poi dovrete utilizzarlo, massaggiatevi il corpo con movimenti circolari fino a che l’olio ottenuto non si sarà completamente assorbito. Se poi volete anche prevenire la comparsa delle rughe nel decolleté, sul collo e sul volto, l’olio di vinaccioli trova un esemplare impiego in qualità di sostanza per struccarsi di sera o come idratante ed emolliente, ed anche aggiungendovi olii essenziali: si aggiunga una goccia di olio essenziale di geranio ad un cucchiaino da caffè di olio di vinaccioli, e poi si massaggi questa lozione sul viso prima di coricarsi per il sonno notturno. Per l’idratazione delle pelli grasse, miste ed impure, invece occorrerà preparare un olio dall’azione emolliente che si ottiene miscelando quindici millilitri di olio di vinaccioli, poi quindici millilitri di cera di jojoba, poi, ancora, dieci gocce di olio essenziale di lavanda e cinque gocce di olio essenziale di salvia. Saranno sufficienti poche gocce applicate sul viso ed un massaggio continuato fino a che l’olio non sia completamente assorbito, la sera, prima di andare a coricarsi per il sonno notturno.

Per il trattamento, invece, dei capelli secchi e spenti, magari anche con le doppie punte, preparate una miscela di tre cucchiai da brodo di olio di vinaccioli e olio essenziale di ylang ylang e applicatela solo sulle lunghezze, avendo cura di farlo con i capelli bagnati. Lasciate “riposare” la miscela sui capelli bagnati per circa una ventina di minuti, poi si potrà procedere con lo shampoo. Il trattamento così come descritto è da ripetere ogni settimana e già dopo poco tempo si noteranno i miglioramenti circa la secchezza dei capelli e le doppie punte.

Se si avesse la pelle grassa, utilizzare l’olio essenziale di salvia sclarea anziché quello di ylang ylang e si applichi poi la miscela solo sul cuoio capelluto. Anche in questo caso si dovrà lasciar agire la miscela per una mezz’oretta prima di fare lo shampoo.