Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Omeprazen, come combattere l’acidità di stomaco

Omeprazen è un farmaco a base di principio attivo di omeprazolo. Appartenente alla classe di farmaciinibitori della pompa protonica“, è un prodotto che permette di ridurre la quantità di acido prodotta dallo stomaco, divenendo pertanto utile quale elemento per il trattamento di malattie da reflusso gastro esofageo, ulcere della parte superiore dell’intestino, ulcere infettate da helicobacter pylori, ulcere da FANS, eccessiva presenza di acido nello stomaco, e così via.

Parlatene con il medico

Sebbene sia un farmaco diffuso e generalmente ben tollerato, oltre che efficace fin dal breve termine, Omeprazen può comunque nascondere i sintomi di altre patologie. Per questo motivo, è fondamentale assumere il farmaco solo dopo averne parlato con il proprio medico. Inoltre, è importante cercare di monitorare alcune evoluzioni del proprio quadro clinico, come ad esempio la perdita di peso, problemi di deglutizione, dolori di stomaco o indigestione, vomito di cibo o di sangue, colorazione scura delle feci, diarrea, problemi di fegato.

Assunzione di Omeprazen durante la gestazione e l’allattamento

L’assunzione di Omeprazen va attentamente valutata qualora la paziente si trovi in stato interessante oppure stia allattando il neonato al seno. Potrebbe accadere, ed accade molto frequentemente che nel rapporto tra il beneficio che l’assunzione di Omeprazen potrebbe portare alla madre ed i rischi per il feto e per la stessa madre, predisponga il medico a sconsigliare la continuazione della terapia con questo farmaco e, quindi, disporne la sospensione della terapia.

Come usare Omeprazen

Come usare Omeprazen

Omeprazen deve essere assunto nel rispetto delle indicazioni del proprio medico, che suggerirà quante capsule prendere e per quanto tempo: come intuibile, molto dipenderà dalle proprie condizioni di salute e dall’età del paziente. Ad ogni modo, negli adulti che manifestano bruciori di stomaco e rigurgiti acidi, la dose abituale sarà di 20 mg una volta al giorno per 4-8 settimane. Per il trattamento delle ulcere duodenali la dose sarà di 20 mg una volta al giorno per 2 settimane. Per il trattamento delle ulcere gastriche sarà invece di 20 mg una volta al giorno per 4 settimane. Per prevenire la ricomparsa di ulcere duodenali e gastriche la dose sarà di 10 o 20 mg una volta al giorno.

Per quanto attiene le modalità di assunzione del medicinale, si consiglia di prendere le capsule al mattino, con cibo o stomaco vuoto. Le capsule devono essere ingerite intere con mezzo bicchiere d’acqua, senza masticarle o frantumarle.

Effetti indesiderati

Come tutti i farmaci, anche Omeprazen può causare degli effetti indesiderati, sebbene non troppo comuni. Se pertanto si nota la comparsa di uno degli effetti indesiderati rari (arrossamento della pelle o, ad esempio, gonfiore delle labbra), è bene interrompere immediatamente l’assunzione del medicinale e informare il proprio medico. Per quanto non siano certo troppo ricorrenti, è altresì bene ricordare che gli effetti indesiderati più comuni sono il mal di testa, problemi allo stomaco o all’intestino, sensazione di malessere o stato di malessere.

Per maggiori informazioni sul farmaco, vi consigliamo di consultare il vostro medico di fiducia, ricordandovi di tenere Omeprazen fuori dalla portata e dalla vista dei bambini, e di non utilizzare il prodotto se è scaduto o se è sottoposto a temperature superiori ai 30 gradi.

Ultimi avvertimenti

Qualora abbiate un qualsiasi dubbio sull’utilizzo di Omeprazen, o più semplicemente vi occorrano informazioni sul medicinale, non esitate a contattare il vostro medico di fiducia o il vostro farmacista: essi sapranno senz’altro consigliarvi per il meglio e fornirvi tutte le informazioni che vi occorrono sull’utilizzo di questo medicinale.

Ricordate di tenere sempre il medicinale fuori dalla portata ma anche dalla vista dei bambini, di non conservarlo in zone in cui la temperatura possa salire oltre i trenta gradi centigradi (nel qual caso non assumetelo anche se vi occorre), e di rispettare l’utilizzo assolutamente entro i termini di scadenza riportati sulla confezione.