Pasta di Kamut, novitá e riscoperta di questa portentosa farina

71
Pasta di Kamut

Tra le tante forme in cui si può incontrare la farina di Kamut, una delle più comuni almeno in Italia, é proprio la pasta. Nella pasta di Kamut non é necessario aggiungere uova perché il Kamut contiene naturalmente una percentuale superiore di proteine e il glutine è di qualità superiore. I giovani hanno riscoperto questa farina proprio partendo dal suo prodotto principe in Italia, il paese con il consumo di pasta record nel mondo. Ma approfondiamo alcuni aspetti interessanti di questa portentosa graminacea.

La storia

Non si tratta di una vera e propria varietà di grano bensì di un marchio. La graminacea utilizzata per la produzione si dice originaria dell´ Egitto dal nome di Khorasan è stata coltivata per migliaia di anni fino a quando é stata sostituita da grani con maggiore rendimento agricolo. Questa varietà é stata recentemente recuperata dall’agricoltura biologica, essendo un tipo di coltivazione che può essere coltivata solo utilizzando questo metodo. Avendo avuto questa “pausa temporale” nella sua coltivazione, il Khorasan non é stato manipolato attaverso tecniche di coltivazione moderne.

Che cos´é la farina di Kamut

La farina di Kamut é una farina di grano che appartiene alla famiglia delle farine di grano duro. Ha un sapore molto somigliante al burro e possiede livelli molto alti di selenio, magnesio e zinco. Contiene inoltre tra il 20% e il 40 % di proteine, amminimo-acidi, vitamine e minerali in più rispetto alle altre varietà di grano moderno.

Benefici della farina di Kamut

La storia

Ha basse quantità di sale e grassi saturi e fornisce il 15% di proteine che vanno a contribuire alla crescita e al contenimento della massa magra.

Per chi é consigliata la farina di Kamut?

É raccomandata per aumentare il consumo di idrato di carbonio e proteine, quindi per tutti i vegetariani o vegani ad esempio, ma mantenendo bassi livelli di grassi. Questa farina può essere aggiunta ad altri alimenti per migliorare il contenuto nutrizionale o essere usata come sostituto della farina di grano in alcune ricette. Si digerisce più facilmente rispetto ad altre graminacee e per questo persone allergiche al grano reagiscono bene al Kamut.

Ricetta consigliata

Pasta di Kamut con pesto di pomodori secchi

Ingredienti:

  • pasta di Kamut nella forma desiderata;
  • 6 pomodorini secchi
  • 1 dente di aglio
  • 80gr di pinoli
  • 3 cucchiai di olio evo
  • Pepe nero
  • Foglie fresche di basilico

Cuocere la pasta come su indicazioni nel pacchetto, mescolare tutti gli ingredienti sopra descritti fino a che non si avrà una salsa omogenea, scolare la pasta e aggiungere la salsa ottenuta aggiungendo il basilico fresco. Buon Appetito!

L´organismo richiede pasti leggeri e semplici, per poter digerire i nutrienti con efficacia e rapidità. Il segreto sta nel cucinare qualcosa di semplice ma saporito e la pasta di Kamut ci aiuta in questa missione. Un piatto di pasta é un primo piatto che si può cucinare con estrema facilità e velocità, potendo a fine pasto letteralmente “leccarsi i baffi”.

La pasta di Kamut contenendo poco glutine, centra il nostro obiettivo per alimentarci in maniera sana ed equilibrata.

Da dove viene la farina

Il maggiore produttore é l’America e in particolar modo lo stato del Montana, che negli anni ´80 iniziò a vendere e commercializzare il prodotto. In Italia, qualora volessimo ricercare una farina a km 0, potremo ricercare tra la Lucania e il Sannio una nota varietà di grano chiamata Saragolla, molto simile alla farina di Kamut per quanto riguarda le proprietà. Non arriverà dagli antichi faraoni ma sicuramente potremo approfittare di ottimi nutrienti a bassi prezzi incentivando la nostra agricoltura.

I prodotti a base di Kamut, tra cui la pasta, hanno un costo maggiorato rispetto ai prodotti provenienti da altre graminacee biologiche. Il costo si aggira tra l´100 e il 200 % in più.

Il prezzo purtroppo é dettato dal mercato, non si paga tanto la qualità quanto il merchandising del prodotto in quanto, ricordiamolo Kamut non é il nome del grano ma un vero e proprio marchio.