Category «Reparti e servizi ospedalieri»

Settoplastica, intervento chirurgico per raddrizzare il setto nasale deviato

Settoplastica

L’operazione chirurgica di settoplastica prevede chiaramente una preparazione adeguata, sia da parte del medico che del paziente. Il medico deve conoscere tutte le caratteristiche del paziente che deve essere operato. Quest’ultimo, invece, deve sapere il funzionamento dell’intervento e i correlati rischi.

Iperinsulinemia: alti livelli di insulina, c’è da preoccuparsi?

Iperinsulinemia

L’iperinsulinemia è una alterazione dei livelli di insulina nel sangue, evidenziata da esami ematochimici. Tale condizione non implica necessariamente uno stato patologico del soggetto, ma di fatto è una condizione che interessa tutti coloro che sono affetti da diabete mellito di tipo II e di quelle che soffrono di una certa resistenza all’insulina. L’ iperinsulinemia è anche associata in molti casi alla sindrome metabolica.

Tiroidectomia totale: la rimozione della tiroide. Come funziona?

Tiroidectomia totale

Un intervento di tiroidectomia totale è fatto per rimuovere la tiroide. I motivi possono essere diversi. L’intervento costringe il paziente a sottoporsi a vita ad un’adeguata terapia sostitutiva, perché senza tiroide non si può sopravvivere. Questi interventi si possono fare in modo parziale o totale in base alle necessità. Le motivazioni per questo genere di intervento possono essere molteplici: si può presentare la necessità per esempio contro il cancro alla tiroide, a causa di un nodulo tiroideo, per l’ipertiroidismo o se c’è un gozzo.

Sindrome di Brugada: sintomi, cause e terapia

Sindrome di Brugada

La Sindrome di Brugada è una patologia cardiaca descritta per la prima volta nel 1988 da un team medico italiano, mentre nel 1989 fu pubblicata una descrizione dettagliata sull’American Heart Journal, in cui venivano descritti tutti gli aspetti tipici della malattia. La sindrome è conosciuta in tutto il mondo grazie alla descrizione dei fratelli spagnoli Brugada, che descrissero la malattia nel 1992.

Sindrome di Marfan: una malattia genetica dei tessuti connettivi

La Sindrome di Marfan è una malattia autosomica ereditaria di tipo dominante. Essa colpisce il tessuto connettivo e dal momento che tutti gli organi sono costituiti in parte da questo, le manifestazioni di questa patologia sono ben evidenti e diffuse in molte parti del corpo, in particolare: nel sistema scheletrico, oculare, cardiaco e vascolare, nei polmoni e nelle membrane che ricoprono il cervello e la spina dorsale.