Ringer lattato, quando e perchè deve essere utilizzato

254
Ringer lattato

Ringer lattato è consigliato come elemento terapeutico per le perdite di fluidi extra cellulari ed elettroliti, quando è necessario correggere gli stati acidosici lievi e moderati, ma non gravi. È inoltre elemento nelle terapie di trattamento dello shock emorragico lieve o moderato, ma non grave.

Ringer lattato in gravidanza e in allattamento

Come noto, prima di assumere qualsiasi medicinale in gravidanza e in allattamento, è opportuno parlarne con il proprio farmacista o con il proprio medico di fiducia, al fine di valutare compiutamente pro e contro. Per il momento, comunque, non sono disponibili dei dati su possibili effetti negativi del medicinale quando viene somministrato durante la dolce attesa o durante l’allattamento al seno. Per questo motivo è consigliabile non usare il farmaco durante tali periodi della vita umana, se non in casi di assoluta necessità e – ovviamente – dopo averne condiviso le condizioni con il proprio medico.

Come usare Ringer lattato

Ringer lattato deve essere utilizzato solamente se la soluzione è contenuta in confezione perfettamente integra. Va inoltre somministrato con cautela, per infusione endovenosa, e a velocità controllata di infusione. Prima di utilizzare il prodotto, il flacone deve essere ben agitato.

Per quanto attiene le dosi, il quantitativo da somministrare dipende dall’età, dal peso e dalle condizioni cliniche del paziente. Ad ogni modo, negli adulti la dose giornaliera è di 20-30 ml di soluzione/kg di peso corporeo, fino a un massimo di 40 ml di soluzione/kg di peso corporeo.

Effetti indesiderati Ringer lattato

Come tutti i farmaci, anche per Ringer lattato esistono effetti indesiderati che, sebbene non certo riguardanti tutte le persone, sono comunque da segnalare e da monitorare insieme al proprio medico di riferimento. In particolare, è possibile che l’assunzione di Ringer lattato possa produrre problemi a livello gastrointestinali, del sistema nervoso, psichiatrico, cardiaco, vascolare, respiratorio, toracico, dell’occhio, renale, urinario, del metabolismo e della nutrizione, del sistema muscoloscheletrico e del tessuto connettivo. Per tali motivi, è bene condividere con il proprio medico qualsiasi alterazione del proprio stato di salute e, nel caso in cui si notino evidenti effetti collaterali indesiderati, sospendere il trattamento.

Come conservare Ringer lattato

È importante utilizzare Ringer lattato secondo le indicazioni contenute nel foglietto illustrativo. In particolar modo, bisogna utilizzare il prodotto solamente se è confezionato in maniera integra, è correttamente conservato e, naturalmente, non è scaduto. Per quanto attiene le modalità di conservazione, è bene conservare il farmaco nella sua confezione originale e nel contenitore, ermeticamente chiuso.

Composizione Ringer lattato

Ringer lattato, in 1000 ml, contiene i seguenti principi attivi: sodio cloruro 6,0 g, potassio cloruro 0,4 g, calcio cloruro diidrato 0,27 g, sodio lattato 5,46 g. Contiene inoltre eccipienti e acqua per preparazioni iniettabili.

Si ricorda infine che il farmaco è disponibile in flaconi da vetro da 100 ml, da 500 ml, PP da 500 ml, sacca pvc da 500 ml, sacca PVC da 1000 ml, sacca PVC da 3000 ml, 15 sacche PVC free da 500 ml 10 sacche PVC free da 1000 ml.

Per poterne sapere di più vi consigliamo naturalmente di contattare il vostro medico di riferimento e condividere insieme a lui le vostre condizioni cliniche, al fine di reperire le migliori indicazioni terapeutiche per il conseguimento di un miglior benessere.