Rosa mosqueta: cicatrizzante e lenitiva, un’amica per la pelle

rosa mosqueta

La rosa mosqueta ha importanti proprietà nutrienti e rigeneranti per la pelle, viene quindi da sempre utilizzata per prodotti curativi e cosmetici: per prevenire, curare e migliorare inestetismi della pelle.

Che cos’è la rosa mosqueta

La rosa mosqueta, o rosa muschiata, è una pianta molto utilizzata dall’industria farmacologica e cosmetica per le sue innumerevoli proprietà nutritive. La pianta (scientificamente rosa affinis rubiginosa) si presenta in forma di arbusto cespuglioso, simile alla rosa canina, con rami coperti di spine, fiori dal colore bianco o rosa pallido e frutti rossi pieni di semini. La rosa mosqueta cresce nell’America del Sud, in climi temperati e umidi e fiorisce tra ottobre e dicembre.

Dalla spremitura a freddo del frutto rosso della rosa mosqueta si estrae un olio vegetale molto utilizzato nel mondo della cosmesi per le sue proprietà nutritive utili per la pelle ed i tessuti e per le sue proprietà antiossidanti. Questa sostanza ha un’elevatissima percentuale di acidi grassi, di vitamina C, di elementi atti alla sintesi delle prostaglandine e l’acido transretinoico, un isomero della vitamina A, sostanze fondamentali per la rigenerazione delle membrane, dei tessuti della pelle e del rinnovamento dell’epidermide.

Come si usa l’estratto della rosa mosqueta

La rosa mosqueta può essere utilizzata pura come olio o come componente insieme ad altri prodotti, messa direttamente sulle lesioni o spalmata sulla pelle. Con questo olio vengono prodotte ottime creme per il viso, creme corpo, creme mani e anche degli integratori (perle contenenti l’olio estratto) da assumere per via orale per favorire il rinnovamento cellulare dei tessuti e anche per le sue proprietà protettive del sistema cardio-vascolare e sistema cerebrale.

estratto della rosa mosqueta

L’olio di rosa mosqueta deve essere applicato quotidianamente una o due volte al giorno (mattina e sera) per avere degli effetti evidenti: utilizzato puro va posto in piccole quantità sulle zone interessate e fatto penetrare nell’epidermide mediante un delicato massaggio circolare fino a completo assorbimento. In abbinamento per esempio all’olio di mandorle dolci, l’estratto di rosa mosqueta, può essere utilizzato ingravidanza per ammorbidire la pelle e prevenire le smagliature sulla pancia e sul seno. Per utilizzare l’estratto di olio mosqueta potete anche aggiungerne alcune gocce nei soliti prodotti idratanti per la pelle che utilizzate ogni giorno: la proporzione è circa 5 gocce di olio di rosa mosqueta ogni cucchiaio di prodotto.

L’olio di rosa mosqueta è piuttosto delicato, tende infatti a diventare facilmente rancido e a perdere le sue proprietà, per questo è bene fare attenzione a tenerlo in un contenitore ermetico, in un luogo fresco e asciutto o in frigorifero. Proprio per questo motivo fate attenzione ad acquistare un olio certificato e magari biologico, altrimenti potreste rischiare di acquistare un prodotto ormai privo delle sue proprietà.

Le proprietà della rosa mosqueta: un alleato della pelle del viso e del corpo

Per le sue proprietà nutritive e rigeneranti delle cellule dell’epidermide, la rosa mosqueta viene utilizzata moltissimo per prodotti che vengono utilizzati per attenuare gli inestetismi della pelle, per scopi lenitivi e per intervenire contro l’invecchiamento della pelle. La rosa mosqueta interviene sui cheloidi, sulle cicatrici, anche quelle di origine chirurgica, levigandole efficacemente, rendendole impercettibili alla vista o comunque riducendole molto. Sulle smagliature, come per esempio quelle residuali post parto o quelle sviluppatesi a seguito di dimagrimenti troppo rapidi, questa sostanza interviene agendo sia levigandole, sia a livello di pigmentazione (sulla melanina) andando ad omogenizzare la colorazione delle lesioni con il resto della pelle: le smagliature risultano quasi invisibili solo dopo due settimane di utilizzo quotidiano.

La rosa mosqueta è anche molto usata per la cura delle macchie sulla pelle dovute all’età o al sole, per la couperose, in particolare quelle che si sviluppano a causa dell’età. Come prodotto lenitivo, l’estratto di rosa mosqueta, è molto usato come prodotto da applicare a seguito di scottature ed eritemi solari perché favorisce il rigeneramento cellulare. La pelle secca, sciupata, lesa e quella per esempio rovinata dall’acne ne esce rinata, fresca e liscia: la pelle viene nutrita in profondità ed acquista un’elasticità palpabile ed evidente. L’olio di rosa mosqueta viene anche molto usato per le sue proprietà anti-età, infatti, agisce sull’invecchiamento dei tessuti, eliminando i segni della stanchezza, quelli di espressione e idratando la pelle sino agli strati più profondi. La delicatezza del prodotto lo rende adatto anche ad essere utilizzato in aree delicate del viso come per esempio il contorno occhi.

Revisione scientifica a cura della Dr.ssa Roberta Gammella. Laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II. E’ registrata all’Ordine Medici-Chirurghi e Odontoiatri di Napoli e Provincia