Salpingite
credit: stock.adobe.com

La salpingite è una delle cause più comuni di infertilità femminile. Purtroppo, il fatto che molte donne non si rendano nemmeno conto di essere colpite da questo tipo di condizione, spinge le pazienti interessate a esser poste al caso specifico in maniera tardiva. Di contro, in alcuni casi, la salpingite può portare a sintomi gravi e fastidiosi, che sarebbe opportuno imparare a riconoscere in maniera tale da poter intervenire – naturalmente, sotto supervisione medica – nelle prime fasi.

Le tube di Falloppio collegano l’utero alle ovaie sui lati sinistro e destro dello stesso. Dopo l’ovulazione, un uovo fertile passa verso le tube per essere fecondato, prima di migrare attraverso l’utero.

Ebbene, la salpingite è un’infiammazione di uno o di entrambi queste tube, solitamente causata da un’infezione batterica. Può essere acuta, con un improvviso attacco di gonfiore, o cronica, che generalmente non causa alcun sintomo.

Per chiarire un malinteso fin troppo comune, la salpingite non è da confondersi con la malattia infiammatoria pelvica: mentre quest’ultima si riferisce alle infezioni degli organi riproduttivi femminili, la salpingite è invece una condizione specifica delle tube di Falloppio.

Le cause

Che cosa causa la salpingite
credit: stock.adobe.com

Ma quali sono le cause della salpingite? Giova rammentare subito che la salpingite è quasi sempre causata da un’infezione batterica, che può verificarsi quando i batteri vengono introdotti nel tratto riproduttivo femminile.

La condizione di cui sopra può accadere in diversi modi:

  • infezioni sessualmente trasmissibili come la clamidia o la gonorrea;
  • inserimento di un dispositivo intrauterino;
  • parto;
  • aborto;
  • appendicite.

Solamente un intervento specifico da parte del medico aiuterà a comprendere quali sono state le cause che hanno determinato l’infiammazione.

I sintomi

I sintomi della salpingite dipendono dal fatto che si tratti di un caso acuto o cronico, come sopra abbiamo avuto modo di anticipare. In un attacco acuto, le tube di Falloppio si gonfiano e si riempiono di pus, e in rari casi possono persino rompersi. D’altra parte, la salpingite cronica può causare sintomi più lievi, o nessun sintomo evidente.

Quando i sintomi della salpingite si manifestano, tali possono includere:

  • colore anormale o odore di perdite vaginali;
  • cicli mestruali dolorosi;
  • frequente necessità di urinare;
  • dolore durante il sesso;
  • febbre;
  • dolore addominale;
  • mal di schiena;
  • nausea e vomito.

La diagnosi precoce e il trattamento sono essenziali per poter ridurre i pregiudizi sofferti con la salpingite. Se pertanto notate uno o più di questi sintomi, consultate un medico tempestivamente per poter compiere gli approfondimenti del caso.

Le cure

Il trattamento per la salpingite dipende dalla gravità dell’infezione. In linea di massima, però, se viene diagnosticata una salpingite, il medico probabilmente raccomanderà uno specifico intervento con antibiotici. Se la salpingite è correlata a un’infezione trasmessa sessualmente, potrebbe essere necessario curare anche il partner, al fine di eliminare la causa dell’infezione. Nei casi più gravi, il trattamento potrebbe avvenire direttamente in ospedale.

Se la condizione di salpingite non risponde agli antibiotici, è possibile (ma i casi sono molto meno frequenti) che sia richiesto un intervento chirurgico. Nei casi molto gravi, questo può richiedere la rimozione delle tube o delle ovaie colpite.

Salpingite e infertilità: qual è il collegamento?

Salpingite e infertilità
credit: stock.adobe.com

Le tube di Falloppio sono il “luogo” in cui uovo e spermatozoo si “incontrano” per dare vita a un ovulo fecondato. Un rigonfiamento delle tube può dunque impedire allo spermatozoo di raggiungere l’uovo o impedire a un ovulo fecondato di raggiungere l’utero.

Se un ovulo fecondato non riesce a passare attraverso l’utero, c’è un’alta probabilità di sviluppare una gravidanza extrauterina, un potenziale problema per la donna: non solo è impossibile che si sviluppi una gravidanza sana, bensì una gravidanza extrauterina potrebbe anche costituire un’emergenza medica quando l’uovo in crescita causa la rottura e l’emorragia delle tube di Falloppio.

Ora, considerato che la donna possiede una tuba di Falloppio per ciascuna delle due ovaie, è possibile rimanere incinta anche se una di loro è “fuori uso”. Tuttavia, la salpingite può essere una accertata causa di infertilità, tanto che dopo una singola infezione con salpingite, il rischio di infertilità è intorno al 15%, ma sale fino al 50% nel caso in cui si vada incontro a tre infezioni.

Conclusioni

I sintomi della salpingite non sono sempre evidenti e molte donne non si rendono nemmeno conto di essere colpite. Tuttavia, è possibile ridurre la possibilità di contrarre la salpingite da infezioni sessualmente trasmissibili seguendo pratiche sessuali sicure, come l’uso del preservativo.

Se notate qualcosa, come insolite perdite vaginali o dolore durante il sesso, non ignorate tali segnali, ma parlatene apertamente con un medico: il pieno recupero delle funzionalità potrebbe dipendere dalla diagnosi precoce e dal trattamento specifico della salpingite.