Scalogno

Lo scalogno è un particolare “tipo” di cipolla, membro della famiglia delle Amaryllidaceae e, proprio come per quanto concerne la cipolla e l’aglio, ortaggio strettamente correlato al possesso di proprietà antitumorali e di rafforzamento del sistema immunitario.

Storicamente, gli scalogni sono stati utilizzati sia per le loro proprietà nutrizionali che per quelle aromatiche, in numerose cucine; non solo aggiungono un sapore dolce e pungente alle ricette, ma sono anche ricchi di antiossidanti, vitamina A, vitamina C e alcuni minerali importanti.

Anche se sono più piccoli, dal sapore più dolce e solitamente meno usati nelle ricette comuni, gli scalogni contengono più flavonoidi e antiossidanti fenolici rispetto alla maggior parte degli altri membri della famiglia delle cipolle. Questo basta, probabilmente, per renderli uno dei migliori alimenti antinfiammatori, contribuendo alla riduzione dei danni dei radicali liberi e contrastando varie malattie croniche. Inoltre, con la loro capacità di aggiungere tonnellate di sapore naturale alle ricette senza molte calorie, perché non valutare il loro uso al posto delle cipolle?

Peraltro, secondo alcuni recenti studi, sia le cipolle che l’aglio contengono composti protettivi contenenti zolfo, principalmente sotto forma di derivati della cisteina. Questi finiscono per decomporsi naturalmente quando vengono mangiati, poiché interagiscono con gli enzimi digestivi, producendo composti benefici chiamati tiosolfinati e polisolfuro.

Come si cucina la quinoa: Tempi di cottura e tostatura

Ancora, poiché contengono la maggior parte dei solfossidi, gli oli di scalogno (e anche altre cipolle) possiedono azioni antidiabetiche, antibiotiche, ipocolesterolemiche, fibrinolitiche e varie altre azioni biologiche. Ciò significa che gli scalogni possono aiutare a controllare i livelli di zucchero nel sangue, prevenire l’insulino-resistenza, combattere le infezioni batteriche e virali, aiutare ad abbassare i livelli di colesterolo in modo naturale e prevenire la formazione di coaguli di sangue.

Altri studi dimostrano inoltre che gli scalogni e altre verdure o erbe di allium hanno proprietà antinfiammatorie e antimicrobiche a beneficio della pelle, dei vasi sanguigni, degli organi digestivi e del tessuto muscolare.

Elementi nutritivi dello scalogno

Lo scalogno è una buona fonte di nutrienti comuni, e dispone di molteplici forme di antiossidanti. In particolare, una mezza tazza di scalogno tagliato a dadini ha circa:

  • 56 calorie;
  • 0 grassi;
  • 5 grammi di fibra;
  • 6 grammi di zucchero;
  • 12 grammi di carboidrati;
  • 832 milligrammi di vitamina A (17,5 per cento DV);
  • 25 milligrammi di vitamina B6 (12,5 per cento DV);
  • 5 milligrammi di vitamina C (10 per cento DV);
  • 25 milligrammi di manganese (10 per cento DV)
  • 234 milligrammi di potassio (7,5 per cento DV).

Oltre ai solfossidi che si trovano negli scalogni e in altri alliuni, sono presenti anche peptidi e proteine in grado di svolgere varie attività di potenziamento immunitario, rendendo gli scalogni un’importante fonte di agenti terapeutici.

Fonte di antiossidanti per la lotta contro le malattie

Probabilmente sapete già che esiste un forte e accertato legame tra la prevenzione del cancro e la vostra dieta. Una ricerca pubblicata nell’Asian Pacific Journal of Cancer Prevention nel 2012 ha ad esempio dimostrato che gli estratti di acetato di etile presenti negli scalogni e in altre cipolle hanno potenti effetti inibitori sulla sintassi degli acidi grassi animali, che aiutano a rallentare la crescita delle cellule cancerose.

La capacità di indurre l’apoptosi, o l’autodistruzione e la morte di cellule pericolose, è ben nota in tutti gli appartenenti alla famiglie degli allium, e questo sembra essere particolarmente utile per combattere alcuni dei tipi più comuni di tumori, tra cui il cancro al seno, allo stomaco e al colon.

Migliora la salute del cuore

scalogno per migliorare la salute

I numerosi antiossidanti presenti nelle cipolle, tra cui l’allicina e la quercetina, sono considerati antiipertensivi: sulla base di studi sull’uomo e sugli animali, la quercetina delle cipolle può ridurre la pressione sanguigna.

Secondo una recensione del 2013 del Dipartimento di Biologia Applicata del Politecnico di Hong Kong, l’allicina contenuta negli scalogni è un protettore per il proprio sistema cardiovascolare, migliorando lo stato antiossidante e abbassando il livello di specie di ossigeno reattive e stimolando la produzione di glutatione. Il glutatione è spesso definito un principale antiossidante, ed è noto per poter migliorare la propria salute in molteplici modi.

I composti allicinici possono inibire un certo enzima della reduttasi che viene prodotto nel fegato per produrre il colesterolo. Aiutano inoltre a migliorare la circolazione e dilatare i vasi sanguigni. Ancora, gli scalogni e le cipolle possono potenzialmente contribuire a prevenire l’aterosclerosi, combattere l’infiammazione e, dunque, contenere il rischio di malattie coronariche, attacchi cardiaci e ictus.

Come se non bastasse, gli scalogni sono anche una buona fonte di potassio, e il loro regolare consumo può aiutare a prevenire carenze di tale minerale. Ricordiamo che il potassio aiuta a regolare i livelli dei fluidi corporei e svolge un ruolo essenziale nel funzionamento dei nervi e dei muscoli, compreso… uno dei muscoli più importanti, il cuore. Mangiare molti cibi ricchi di potassio favorisce dunque un metabolismo sano, poiché questo minerale è necessario per scomporre i carboidrati in energia utilizzabile. Inoltre, il potassio è legato alla salute cardiovascolare contribuendo ad abbassare la pressione alta e a compensare gli effetti di una dieta ad alto contenuto di sodio.

Aiuta a combattere l’obesità

Alcuni studi hanno scoperto che le sostanze presenti negli scalogni possono sopprimere l’accumulo di lipidi (o grassi) e contribuire a prevenire l’obesità. Poiché l’obesità è strettamente correlata all’insorgenza di malattie cardiache, al diabete e alla formazione di tumori (i pazienti obesi sono considerati ad alto rischio di sviluppare vari tipi di cancro e altre malattie croniche), le cipolle possono essere utili per prevenire sia l’aumento di peso che le complicazioni legate all’obesità.

Aiuta a prevenire o trattare le allergie

I risultati di numerosi studi dimostrano che gli scalogni hanno promettenti effetti anti-allergici che possono essere attribuiti alle loro attività antistaminiche, antinfiammatorie e antiossidanti. Uno studio del 2009 pubblicato sul Journal of Medicinal Food ha ad esempio scoperto che scalogni e cipolle sono efficaci nel contrastare l’azione di diversi eventi, responsabili di reazioni allergiche.

In particolare, quando l’estratto di scalogno è stato somministrato ai topi, essi hanno sperimentato un ridotto rilascio di istamina e altri benefici legati ai comuni sintomi allergici. È stata riscontrata una sostanziale riduzione della perossidazione lipidica nei polmoni ed è stato osservato un più elevato livello di attività antiossidante protettiva, in particolare l’attività della superossido dismutasi, anche nel tessuto polmonare.

Proprietà antibatteriche e antivirali

Proprietà dello scalogno

Sia lo scalogno che l’aglio producono reazioni biochimiche note per combattere infezioni, virus e infiammazioni. Negli studi sui vari parametri immunologici degli scalogni, i ricercatori hanno scoperto che gli enzimi antiossidanti di questo alimento (in particolare la superossido dismutasi e la glutatione perossidasi) aiutano a combattere le malattie comuni e le infezioni più gravi.

Le cipolle hanno anche mostrato attività antimicotica contro diverse famiglie di funghi, mentre altre ricerche ancora hanno scoperto che le cipolle contengono attività antibatteriche naturali che possono aiutare ad alcalinizzare il corpo e combattere anche forme forti e potenzialmente letali di batteri. L’allicina che si trova in scalogni, cipolle e aglio è altresì un potente antimicrobico che offre protezione contro una vasta gamma di batteri, compresi alcuni batteri multifarmaci resistenti che sono particolarmente pericolosi.

Circolazione e disintossicazione

Sia lo scalogno che l’aglio sono alimenti in grado di aiutare il nostro corpo a rimuovere gli agenti cancerogeni e le tossine dal tratto digestivo, grazie alla loro capacità di aumentare il flusso di circolazione. Le cipolle possono altresì aiutare a stimolare gli enzimi digestivi, alleviare l’intestino, ridurre lo stress ossidativo all’interno degli organi digestivi e prevenire le infiammazioni associate ad allergie o sensibilità alimentari. Sono anche un ingrediente efficace per aiutare la disintossicazione del fegato.

Zucca, caratteristiche e benefici per la salute di questo cibo molto nutriente

Controllo dei livelli di zucchero nel sangue

Le cipolle sono note per essere antidiabetici naturali, e molti studi hanno dimostrato che hanno effetti benefici sull’insulina, tanto da poter altresì aiutare a controllare l’aumento di peso. Gli scalogni sono dunque considerati parte di una dieta naturale per i diabetici, con effetti ipoglicemizzanti e stimolanti nei confronti delle secrezioni di insulina. Questo riduce le risposte infiammatorie associate al diabete e ad altre malattie autoimmuni. Secondo i ricercatori dell’Università del Michigan, mangiare grandi quantità di cipolle ha dimostrato di poter abbassare i livelli di zucchero nel sangue nelle persone con diabete.