Sintomi insolazione, quali sono? E come riconoscerli?

218
Sintomi insolazione

Pelle arrossata e dolente, sensazione di gonfiore. Sono solo alcuni dei sintomi insolazione, causati da un’eccessiva esposizione ai raggi del sole. Ma non tutti reagiscono allo stesso modo: la gravità dei danni può dipendere dal tipo di pelle e dal tempo trascorso sotto il sole. Sottovalutare un’insolazione potrebbe compromettere l’intera salute. Questa, infatti, è uno dei maggiori fattori di rischio per il tumore della pelle.

La quantità di radiazioni dipende dall’angolatura del sole la quale si può facilmente dedurre dal rapporto tra l’altezza di un oggetto qualsiasi e la dimensione della sua ombra. Il rischio maggiore si incontra a mezzogiorno, quando il picco delle ombre è al minimo e le radiazioni passano in maniera più diretta attraverso l’atmosfera.

Quali sono le cause

Approfondendo, dobbiamo sapere che i sintomi insolazione sono una reazione del corpo al danno inflitto al DNA che derivano dall’eccitazione dello stesso da parte dei raggi UV-B. Una volta che l’organismo riconosce il problema, innesca diversi meccanismi di difesa, tra cui la riparazione del DNA e l’aumento della produzione di melanina per prevenire danni futuri.

Che cosa è la melanina? È un pigmento che trasforma i raggi UV-fotoni in piccole quantità di calore senza generare radicali liberi. Serve, quindi, a contrastare i danni diretti e indiretti del DNA provocati dai raggi solari.

Quando dobbiamo preoccuparci

Come sappiamo, i livelli di scottatura solare variano da persona a persona e potremo non essere in grado di notare l’arrossamento della pelle per molte ore successive all’ustione. Insomma, non si vede ma c’è. Infatti, per osservare un po’ di rossore potrebbero essere necessarie dalle 12 alle 24 ore.

Nei casi più lievi, i sintomi insolazione si verificano con un leggero rossore. Nei casi più gravi possono invece formarsi eritemi e dolorose vesciche. Se la scottatura è molto grave, addirittura possono comparire febbre, brividi, nausea, debolezza e shock.

L’ustione si continua poi a sviluppare per circa 48 ore, accompagnata da desquamazione della pelle e sensazione di prurito che ci farà compagnia per alcune settimane.

Sappiamo anche che i sintomi insolazione lievi non richiedono l’intervento di un medico. Tuttavia, se la situazione si aggrava, è fondamentale rivolgersi a un professionista e recarsi al pronto soccorso dove sapranno darvi le giuste attenzioni.

Quindi, prima di sperare in una bella abbronzatura, utilizzate una crema ad alta protezione solare. Salverà la vostra pelle e vi offrirà un colorito bruno e frizzante. Pensateci!