Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Steroidi anabolizzanti, attenzione agli effetti collaterali

Gli steroidi anabolizzanti sono delle sostanze che sono in grado di svolgere un’attività biologica che ricorda molto quella del testosterone.

Sotto il profilo puramente chimico, gli steroidi sono degli elementi organici che presentano una provenienza lipidica.

Nell’organismo la loro sintesi si verifica partendo dal colesterolo. Gli steroidi anabolizzanti provengono tipicamente dall’ormone testosterone. Anabolizzanti è un termine che viene impiegato per fare riferimento al fatto che sono in grado di rendere più rapidi i fenomeni anabolici, che corrispondono al gruppo di processi di sintesi delle proteine, dei carboidrati, dei lipidi e di vari elementi cellulari.

In quali ambiti vengono usati

L’impiego di questo tipo di steroidi nel settore sportivo è legato in modo particolare a tutte quelle discipline sportive che prevedono la potenza come componente fondamentale, come ad esempio il sollevamento pesi, le gare di sprint, quelle di lotta e combattimento e così via.

Vengono usati con molta meno frequenza nelle discipline miste, in cui è richiesta non solamente la forza pura, ma anche un ottimo livello di resistenza di base, come ad esempio nel calcio, nel basket, nel tennis e così via. In tutte le discipline aerobiche, invece, come ad esempio la corsa piuttosto che il ciclismo, l’impiego di questa tipologia di steroidi è notevolmente più basso, visto che un incremento troppo elevato della massa muscolare potrebbe portare ad un gran numero di risultati negativi, visto che comporterebbe un aumento di peso.

Come vengono assunti

Nella maggior parte dei casi, la somministrazione si verifica per via orale oppure parenterale: in questo secondo caso, il sistema maggiormente diffuso è indubbiamente quello mediante delle iniezioni intramuscolari. Per fare in modo di ottenere i massimi vantaggi e i minori effetti collaterali, spesso viene seguita una modalità ciclica di somministrazione, in cui vi è un incremento progressivo del dosaggio da assumere, per poi diminuirlo man mano che ci si avvicina alla fine del trattamento.

Piuttosto di frequente gli atleti sportivi hanno la tendenza ad andare oltre le dosi consigliate come terapeutiche e assumono in modo contemporaneo più steroidi. L’impiego dell’Hcg, chiamata anche gonodotropina corionica umana, al termine del ciclo di trattamento, ha come obiettivo quello di andare nuovamente ad attivare la generazione interna di testosterone.

Quali sono i principali effetti collaterali

Tra gli effetti collaterali maggiormente diffusi troviamo certamente uno sviluppo dei tessuti sessuali, in particolar modo quelli della prostata. Si tratta di una situazione che comporta molto di frequente anche altri problemi, come ad esempio nella minzione, nell’eiaculazione e l’insorgenza di tumori maligni. L’effetto anabolizzanti sui genitali esterni, invece, può comparire solamente nel corso della pubertà. Un altro effetto collaterale è certamente rappresentato dall’atrofia testicolare, dovuta dal fatto che il nostro organismo non ha più alcuna ragione di provvedere alla sintesi degli ormoni sessuali. Un altro problema molto diffuso è la ginecomastia, ovvero il fatto che l’organismo, per conservare un suo equilibrio interno, comincerà a convertire il quantitativo di androgeni in eccesso in estrogeni, con la possibilità che si sviluppi del tessuto mammario anche nelle persone di sesso maschile.

In questi casi, l’attività di prevenzione può essere fatta usando particolari farmaci, come ad esempio il tamoxifene e il testolattone. Tra i vari effetti collaterali troviamo certamente anche l’ipertrofia cardiaca e l’infarto miocardico acuto: in questi casi, la conseguenza peggiore che può capitare è il decesso improvviso per via di un infarto che ha colpito il miocardio. Tra le altre conseguenze dell’assunzione eccessiva di steroidi anabolizzanti troviamo un’intensificazione dei caratteri sessuali secondari, con lo sviluppo di acne, i peli si infoltiscono e il paziente è maggiormente soggetto ad un disturbo come la calvizie. Inoltre, sono numerose le alterazioni dal punto di vista caratteriale: in primo luogo può insorgere psicosi, con un incremento di ira e di tensione, con una notevole aggressività anche nei confronti delle persone più care, con la possibilità di compiere dei gesti scellerati, come ad esempio abusi sessuali e omicidi.

Quali sono le altre conseguenze dell’assunzione

Quando gli steroidi provengono dal mercato nero, il pericolo di subire degli effetti collaterali è ancora più elevato, soprattutto per via della bassa qualità che caratterizza tali prodotti e per la possibilità che siano contaminati. Ad esempio, le conseguenze della presenza di comune testosterone al posto del nandrolone possono essere assolutamente importanti.

L’impiego di tali steroidi comporta anche un incremento del pericolo di subire degli infortuni, dal momento che l’aumento della forza e della massa muscolare è maggiore in confronto all’irrobustimento dei tendini. Il livello di resistenza di questi ultimi, tra l’altro, in base ad alcune ricerche scientifiche, avrebbe pure una tendenza a ridursi. Inoltre, il fatto che tutte queste conseguenze siano molto lentamente reversibili presuppone anche il paziente possa arrivare in poco tempo ad una vera e propria dipendenza da esse.

Nel momento in cui la “cura” viene interrotta, infatti, i livelli di testosterone si mantengono particolarmente bassi per diverso tempo: ciò porta prima di tutto alla perdita di gran parte della massa muscolare acquisita, ma anche ad un incremento del grasso nel corpo e a tanti, almeno potenzialmente, disturbi dal punto di vista psichico e sessuale.