Travelgum, per dire addio al mal d’auto

72

Non sono in pochi a soffrire di cinetosi, il mal d’auto colpisce moltissime persone che ogni giorno fanno fatica a utilizzare un mezzo di trasporto. Una semplice gita in famiglia può quindi trasformarsi in un vero e proprio incubo fatto da nausee e giramenti di testa. Con Travelgum tutto questo può finire e sarà possibile godersi il viaggio senza alcun effetto indesiderato. Ma vediamo come funziona.

Dosaggio e somministrazione

Travelgum può essere assunto prima o dopo i pasti e solo come indicato sulla confezione, a meno che il vostro medico di fiducia non vi dia specifiche istruzioni. Se vi siete presi la responsabilità di assumerlo senza prescrizione medica, assicuratevi di seguire tutte le avvertenze e le precauzioni riportate all’interno del foglietto illustrativo.

Il medicinale va preso almeno mezz’ora prima di mettersi in viaggio per dargli il tempo di agire. Se vi dimenticate di assumerlo, non prendete due dosi in una volta ma saltate e prendete solo la dose successiva.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Non assumere Travelgum in caso di:

  • allergia a un componente del farmaco e di altri medicinali simili
  • assunzione di oxibato di sodio
  • allattamento al seno.

Il principio attivo di Travelgum può causare sonnolenza o vertigini. È consigliabile non mettersi alla guida e non utilizzare macchinari durante il trattamento. Inoltre, non fare nulla di pericoloso fino a quando non si comprende come il corpo reagisce al farmaco.

L’assunzione di alcol o l’interazione con altri medicinali può ridurre le capacità cognitive. Evitate di bere bevande alcoliche e di prendere medicinali che causano sonnolenza (sedativi, tranquillanti, ecc.) per evitare che l’effetto peggiori.

Travelgum può anche causare capogiri. Insieme ad altri fattori come l’alcol, il caldo, l’attività fisica e la febbre, può aumentare la sensazione di vertigini. È quindi consigliabile sedersi o sdraiarsi al primo segno di giramento di testa.

Avvertenze

Non superare la dose raccomandata e non prolungare la cura senza aver prima consultato il medico.

Evitate di surriscaldarvi e fate attività fisica leggera. Attenzione al colpo di calore in quanto il principio attivo di Travelgum può dare una maggiore sensibilità al calore. Evitate l’esposizione al sole e niente lampade solari, almeno fino a quando non sapete come il vostro corpo reagisce alla cura. Per prevenzione, utilizzate una crema solare e indumenti adatti se sapete di dover rimanere fuori casa per un lungo periodo di tempo.

Utilizzate il medicinale con cautela in caso di soggetti anziani perché potrebbero essere più sensibili agli effetti indesiderati, in particolare si parla di vertigini e confusione. Nei bambini le indicazioni variano. Parlate con il vostro medico o con il vostro farmacista di fiducia per sapere se potete dare Travelgum al vostro bambino. Dovete comunque sapere che il farmaco non è raccomandato nei bambini di età inferiore ai 2 anni di età.

Gravidanza e allattamento

Non sono evidenziati rischi per le donne in gravidanza, ma evitate di assumerlo senza prescrizione medica. Fatevi consigliare dal medico e, in caso di dubbio, non prendetelo. Nel periodo di allattamento al seno, invece, Travelgum non va assunto perché il dimenidrato viene secreto nel latte materno. Se proprio ne avete il bisogno, non allattate il bambino al seno durante il trattamento.