Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Triciclo bimbo: caratteristiche, età adatta e consigli

Tutto sul triciclo bimbo: le caratteristiche da studiare con attenzione, l’età più adatta per usarlo, i consigli per utilizzarlo al meglio e gli accessori disponibili in commercio.

Triciclo bimbo: a quale età utilizzarlo e acquistarlo?

L’attività fisica regolare è una delle abitudini da seguire per cercare di vivere una vita sana seguendo alcune semplici regole nel campo della salute. Il movimento è importante durante l’intera vita dell’uomo e l’infanzia non è esclusa: possiamo anzi affermare che abituare il bambino all’attività fisica regolare fin dalla tenera età farà crescere adulti sani, forti e con una buona abitudine già consolidata. Senza contare inoltre che i bambini sono delle vere e proprie forze della natura e, non appena hanno conquistato una minima confidenza con il mondo che li circonda, non esitano a muoversi per esplorarlo. Prima a gattoni e successivamente con le proprie gambe.

Arriva dunque il momento ideale per togliere il bambino dal seggiolino e provare a posizionarlo su un mezzo dove possa muoversi autonomamente. Prima dunque di passare alla bicicletta vera e propria, il triciclo bimbo è la soluzione migliore: per chi volesse provare anche uno step precedente, vengono consigliati inoltre velocipedi ovvero mezzi motorizzati che consentono al bambino di spostarsi manovrando il timone, sviluppando i primi concetti di equilibrio su un mezzo.

Qual è la migliore età per introdurre il triciclo bimbo? La risposta dipende innanzitutto dalle peculiarità del bambino che può essere più o meno vivace e curioso: in linea di massima dai due ai quattro anni d’età il bambino può utilizzare il triciclo come punto di partenza per imparare e sviluppare la pedalata e l’equilibrio, condizioni fondamentali per passare alla bicicletta vera e propria.

Quali caratteristiche deve avere un triciclo bimbo?

Sul mercato è disponibile un ampio assortimento di triciclo bimbo realizzati da marchi nazionali e internazionali: a seconda dell’età del bambino e del budget esistono quindi diverse possibilità di acquisto. Le caratteristiche principali da tenere in considerazione per un valido acquisto sono:

  • altezza e peso
  • manubrio o volante
  • altezza e diametro delle ruote

L’altezza e il peso del triciclo bimbo sono caratteristiche determinanti nella scelta non solo perché devono adattarsi correttamente all’altezza e peso del bambino, ma perché sono cruciali nell’effettivo utilizzo del mezzo. La maggior parte dei tricicli è infatti spinto (in parte e per le prime volte) dai genitori che tenderanno a scegliere un peso leggero per rendere il mezzo più utilizzabile non solo dal bambino ma anche dall’adulto.

In secondo luogo occorre ricordare che un triciclo leggero è facilmente trasportabile e caricabile in automobile, in modo da spostarlo in parchi o prati. Ruote e manubrio sono solitamente calibrati proporzionalmente all’altezza stessa del triciclo bimbo. Sul mercato esistono inoltre tipologie di tricicli studiati e realizzati appositamente per maschi o femmine, in alternativa al prodotto unisex adatto ad entrambi.

Da non sottovalutare inoltre

  • la lunghezza del manico per la spinta del triciclo
  • eventuale presenza del parasole per proteggere il bambino dai raggi solari all’aria aperta
  • sedile reclinabile per permettere al bambino di riposare direttamente

Prezzi e budget per l’acquisto di un triciclo bimbo

Oggi sul mercato italiano è possibile trovare un vasto assortimento di triciclo bimbo disponibile in diversi range di prezzo: a seconda delle caratteristiche scelte e della marca più o meno prestigiosa è possibile notare una variazione di prezzo che in media si attesta su 50 euro per un modello base, ma in commercio esistono modelli anche più economici.

Da non sottovalutare inoltre una serie di accessori che è possibile unire al triciclo bimbo se si acquista un modello base tra cui:

  • il parasole
  • il manico per spingere
  • cestino per riporre oggetti
  • luci, suoni, clacson

Il prezzo di un modello base senza accessori si attesta intorno ai 30 euro, mentre per modelli di grandi marche completi di manico, parasole e disponibili in versione maschile e femminile il prezzo può salire fino ai 100 euro.

Nonostante il triciclo bimbo venga in parte spinto da un adulto, si consiglia l’utilizzo di casco di sicurezza come quello utilizzato per le biciclette. Alcuni modelli prevendono inoltre la presenza di cinture di sicurezza tramite cui fissare il corpo del bambino al sedile per garantire stabilità e sicurezza.