in

Un nuovo studio ci dice perché preferiamo il tè al caffè

Non solo curiosità: dietro c’è uno studio attento sul nostro patrimonio genetico

bere il te al post del caffe
FOTO: @alicemaze via Twenty20

Se sei maggiormente incline a scegliere il caffè o il tè verde per la tua spinta mattutina, tutto potrebbe essere determinato dai tuoi geni.

Di fatti, per poter esaminare le associazioni genetiche con le preferenze alimentari, i ricercatori del Riken Center for Integrative Medical Sciences (IMS) e dell’Università di Osaka in Giappone hanno studiato i dati genetici e le preferenze alimentari di oltre 160.000 persone in Giappone, trovando connessioni genetiche per 13 abitudini alimentari, tra cui il consumo di alcol, altre bevande e alimenti, e anche complesse malattie umane come il cancro e il diabete.

Sappiamo che ciò che mangiamo definisce ciò che siamo, ma abbiamo scoperto che ciò che chi siamo definisce anche ciò che mangiamo“, ha detto Yukinori Okada, Senior Visiting Scientist al Riken IMS e professore all’Università di Osaka, in un comunicato stampa.

Ad esempio, sono state individuate nove collegamenti genetici associati al consumo di caffè, , alcool, yogurt, formaggio, natto (fagioli di soia fermentati), tofu, pesce, verdure e carne.  Sono state osservate anche le varianti responsabili della capacità di assaporare sapori amari. Questa associazione è stata trovata tra le persone che amavano mangiare il tofu; mentre quelli senza la variante consumavano meno alcol o non ne consumavano affatto.

Coloro che mangiavano più pesce, natto, tofu e verdure avevano una variante genetica che li rendeva più sensibili ai gusti umami, meglio descritti come sapori salati.

Anche gli ingredienti principali degli alimenti erano importanti. Per esempio, sono state individuate delle correlazioni genetiche positive tra il consumo di yogurt e il consumo di formaggio, entrambi alimenti a base di latte.