Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Vaccini obbligatori: quali sono e quando si fanno

Quali sono i vaccini obbligatori, che cosa prevede il piano di prevenzione nazionale e quale è l’attuale calendario di interventi.

Se ne parla tanto, ma spesso con grande confusione: quali sono i vaccini obbligatori? Quale è il calendario vaccinale attualmente in vigore? E che cosa prevede il piano nazionale di prevenzione vaccinale?

Cerchiamo di saperne di più, condividendo le informazioni aggiornate elaborate dal sito internet del Ministero della Salute.

Il Piano nazionale prevenzione vaccinale

Piano nazionale prevenzione vaccinale

Il Piano nazionale prevenzione vaccinale (attualmente, 2017-2019) è un documento di riferimento per la sanità pubblica, in cui si riconosce l’obiettivo di ridurre o eliminare il carico di malattie infettive prevenibili da vaccino, attraverso l’individuazione di strategie da implementare su tutto il territorio nazionale.

Sei sono le finalità prioritarie del Piano:

  1. mantenere lo stato Polio free;
  2. perseguire gli obiettivi del Piano Nazionale di Eliminazione del Morbillo e della Rosolia congenita (PNEMoRc) e rafforzare le azioni per l’eliminazione;
  3. garantire l’offerta attiva e gratuita delle vaccinazioni, l’accesso ai servizi e la disponibilità dei vaccini;
  4. prevedere azioni per i gruppi di popolazione difficilmente raggiungibili e con bassa copertura vaccinale (HtRGroups);
  5. elaborare un Piano di comunicazione istituzionale sulle vaccinazioni;
  6. garantire gli obiettivi specifici di copertura vaccinale per tutte le vaccinazioni inserite in Calendario.

Le vaccinazioni introdotte per il 2017 sono state:

  • vaccinazione anti-meningococcica B ai nuovi nati della coorte 2017;
  • vaccinazione anti-meningococcica tetravalente ACWY (una dose) nell’adolescente;
  • vaccinazione anti-pneumococcica nei soggetti di 65 anni di età;
  • vaccinazione anti-varicella ai nuovi nati a partire dalla coorte 2016;
  • vaccinazioni previste per le categorie a rischio;
  • vaccinazione anti-HPV per i maschi undicenni con inizio della chiamata attiva per la coorte del 2006.

Entro il 2018 verranno portate a completamento le seguenti attività:

  • vaccinazione anti-HPV a favore dei maschi undicenni per la coorte dei nati nel 2007, con il completamento a recupero della coorte dei nati nel 2006 qualora non raggiunti nel corso del 2017;
  • vaccinazione anti-rotavirus a tutti i nuovi nati a partire dalla coorte 2018;
  • 5° dose di vaccino anti-poliomielite nell’adolescente;
  • vaccinazione anti-Herpes Zoster nei soggetti di 65 anni di età.

Il calendario vaccinale

Il Piano include anche il calendario vaccinale, un utile strumento con il quale si pongono obiettivi e tempistiche delle vaccinazioni obbligatorie previste sul territorio nazionale.

In particolare, ricordiamo come il decreto vaccini abbia reso obbligatorie, per tutti i minori di 16 anni di età, 10 vaccinazioni, e ne abbia raccomandate altre 4 ad offerta attiva e gratuita (non obbligatorie). Nel Piano 2017-2019 di cui sopra abbiamo compiuto una breve sintesi, sono invece indicate in offerta attiva e gratuita anche altre vaccinazioni, come quelle antipapilloma virus (HPV) negli undicenni e anti-meningococcica tetravalente ACWY negli adolescenti.

Facciamo dunque il punto sulle vaccinazioni obbligatorie, offerte gratuitamente e attivamente dal Servizio Sanitario Nazionale. Faremo riferimento alle indicazioni contenute sul documento disponibile integralmente sul sito internet del Ministero della Salute, invitandovi a parlarne con il vostro medico per maggiori informazioni.

Bambino 0 – 6 anni

Sono previste le seguenti vaccinazioni:

  • Anti-difterica: ciclo di base 3 dosi nel primo anno di vita e richiamo a 6 anni (obbligatoria per i nati dal 2001);
  • Anti-poliomielite: ciclo di base 3 dosi nel primo anno di vita e richiamo a 6 anni (obbligatoria per i nati dal 2001);
  • Anti-tetanica: ciclo di base 3 dosi nel primo anno di vita e richiamo a 6 anni (obbligatoria per i nati dal 2001);
  • Anti-epatite virale B: 3 dosi nel primo anno di vita (obbligatoria per i nati dal 2001);
  • Anti-pertosse: ciclo di base 3 dosi nel primo anno di vita e richiamo a 6 anni (obbligatoria per i nati dal 2001);
  • Anti-Haemophilus influenzae tipo b: 3 dosi nel primo anno di vita (obbligatoria per i nati dal 2001);
  • Anti-meningococcica B: 3 o 4 dosi nel primo anno di vita, a seconda del mese di somministrazione della prima dose (fortemente raccomandata per i nati a partire dal 2017);
  • Anti-rotavirus: 2 o 3 dosi nel primo anno di vita, a seconda del tipo di vaccino (fortemente raccomandata per i nati a partire dal 2017);
  • Anti-pneumococcica: 3 dosi nel primo anno di vita (fortemente raccomandata per i nati a partire dal 2012);
  • Anti-meningococcica C: 1° dose nel secondo anno di vita (fortemente raccomandata per i nati a partire dal 2012);
  • Anti-varicella: 1° dose nel secondo anno di vita e 2° dose a 6 anni (obbligatoria per i nati dal 2017);
  • Anti-morbillo: 1° dose nel secondo anno di vita e 2° dose a 6 anni (obbligatoria per i nati dal 2001);
  • Anti-parotite: 1° dose nel secondo anno di vita e 2° dose a 6 anni (obbligatoria per i nati dal 2001);
  • Anti-rosolia: 1° dose nel secondo anno di vita e 2° dose a 6 anni (obbligatoria per i nati dal 2001).

Adolescenti

Per gli adolescenti, le vaccinazioni fanno riferimento ai richiami delle precedenti vaccinazioni, oltre alle “novità” contenute in recenti provvedimenti:

  • Anti-difterica: richiamo (obbligatoria per i nati dal 2001);
  • Anti-poliomielite: richiamo (obbligatoria per i nati dal 2001);
  • Anti-tetanica: richiamo (obbligatoria per i nati dal 2001);
  • Anti-pertosse: richiamo (obbligatoria per i nati dal 2001);
  • Anti-HPV per le ragazze e i ragazzi (2 dosi nel corso del 12° anno di vita);
  • Anti-meningococcica tetravalente ACWY135 (1 dose).

Adulti

Per quanto concerne gli adulti, il calendario vaccinale prevede alcuni interventi per tutti coloro i quali superano i 64/65 anni di età, ancorchè rientranti tra i vaccini non obbligatori:

  • Anti-pneumococcica nei 65enni;
  • Anti-zoster nei 65enni;
  • Anti-influenzale per tutte le persone oltre i 64 anni.

Vaccini obbligatori secondo il decreto vaccini

Vaccini obbligatori secondo il decreto vaccini

Fin qui, l’elenco completo di tutte le vaccinazioni previste dal calendario vaccinale in atto. Limitando però l’elenco ai soli vaccini obbligatori, rammentiamo come il decreto vaccini abbia incrementato il numero di vaccinazioni obbligatorie per i minori da 0 a 16 anni, estendendole da 4 a 10 a seconda dell’anno di nascita.

In particolar modo, sono obbligatori i seguenti vaccini per tutti i bambini nati tra il 2001 e il 2017:

  • anti-poliomielitica;
  • anti-difterica;
  • anti-tetanica;
  • anti-epatite B;
  • anti-pertosse;
  • anti-Haemophilus tipo B;
  • anti-morbillo;
  • anti-rosolia;
  • anti-parotite.

Per i neonati nati dal 2017, è diventato obbligatorio anche il vaccino:

  • anti-varicella.

Infine, evidenziamo come il Piano nazionale 2017 – 2019 preveda anche l’offerta a differenti categorie di persone, sulla base di determinate condizioni di rischio esistenti. Anche in questo caso, il nostro consiglio non può che essere quello di parlarne direttamente con il vostro medico di famiglia.