Vaccino contro il morbillo, decine di migliaia di vite salvate in India

Una campagna di vaccinazione di massa contro il morbillo ha permesso di salvare decine di migliaia di vite in India, svela un nuovo studio.

Vaccino
credit: stock.adobe.com/anidimi

Stando a quanto afferma un’analisi pubblicata pochi giorni fa su eLife, una campagna di vaccinazione di massa contro il morbillo ha contribuito a salvare decine di migliaia di vite di bambini in India tra il 2010 e il 2013.

I risultati suggeriscono che l’eliminazione dei decessi per morbillo in India potrebbe dunque essere possibile, sebbene sarà necessaria una continua diligenza per garantire alti tassi di vaccinazione tra i bambini indiani e un monitoraggio diretto della mortalità. I risultati possono anche contribuire a incoraggiare una maggiore diffusione delle vaccinazioni nei bambini di tutto il mondo.

Il report sottolinea come negli ultimi 30 anni il numero di decessi per morbillo sia notevolmente diminuito. Tuttavia, l’infezione rimane una causa significativa di mortalità infantile nei bambini al di sotto dei cinque anni a livello globale, con gran parte del carico di mortalità e trasmissione che risiede in Africa e in Asia.

L’India è stato uno degli ultimi Paesi ad adottare due dosi del vaccino contro il morbillo come parte dei programmi nazionali di immunizzazione. Nel 2010, il governo ha infatti integrato vaccini contro il morbillo in seconda dose accanto a campagne di immunizzazione di massa nei distretti con bassi tassi di vaccinazione infantile.

Sappiamo che le morti per morbillo sono diminuite in India, ma quello che non sapevamo prima di questo studio è se la campagna nazionale sul morbillo avesse ridotto i tassi di mortalità infantile“, spiega il primo autore Benjamin Wong, epidemiologo dell’ospedale St. Michael e dell’Università di Toronto in Canada. “Fino ad ora, nessuno studio aveva risposto direttamente a questa domanda a causa di lacune nei dati disponibili”.

Ebbene, per arrivare a tali riflessioni Wong e il suo team hanno applicato un nuovo metodo statistico ai dati del Million Death Study (MDS) – un campione rappresentativo a livello nazionale di tutti i decessi in India, che include interviste dettagliate con le famiglie sulle morti di bambini. Sono stati così esaminati 27.000 decessi di bambini di 1,3 milioni di famiglie intervistate dal 2005 al 2013. Durante questo periodo, SMD ha rilevato decessi per 13.490 bambine e 13.007 bambini di età compresa tra 1 e 59 mesi.

Il risultato suggerisce che le campagne di vaccinazione contro il morbillo hanno salvato da 41.000 a 56.000 bambini in India nel periodo 2010-2013, ovvero il 39%-57% del numero previsto di decessi a livello nazionale.

Il team ha inoltre rilevato che la campagna ha avuto un particolare successo per le bambine, in quanto proprio il loro tasso di mortalità è diminuito in misura maggiore rispetto ai bambini. Tuttavia, mentre questo evidenzia un divario più ristretto tra bambine e bambini, i tassi di mortalità rimangono più elevati per le prime. Ciò è probabilmente dovuto a una minore copertura vaccinale, a una preferenza sociale per i bambini e/o a livelli più bassi di allattamento al seno e di accesso all’assistenza sanitaria.

Fonte

New analysis shows success of measles vaccine campaigns in saving children’s lives in India – eLife

Revisione scientifica a cura della Dr.ssa Roberta Gammella. Laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II. E’ registrata all’Ordine Medici-Chirurghi e Odontoiatri di Napoli e Provincia