Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Vista annebbiata, da cosa può dipendere questo sintomo?

La vista annebbiata o offuscata è un sintomo molto comune, che nasce da cause diverse che impediscono di visualizzare in maniera chiara e nitida gli oggetti che ci circondano e di percepire i piccoli dettagli. Tale disturbo potrebbe essere causato da un calo improvviso della pressione sanguigna, che tende a risolversi nell’arco di pochi secondi ed il soggetto può percepire un senso di mancamento con annebbiamento della vista quando ad esempio si alza in maniera brusca dopo un periodo in posizione supina. Tale fenomeno può manifestarsi anche in palestra, dopo una serie di esercizi molto intesi effettuati con pesi.

Vista annebbiata: alcune cause

Gli sbalzi della pressione, il ridotto afflusso di sangue al cervello, ed eventualmente problematiche legati all’ipoglicemia, possono essere i fattori scatenanti di tale disturbo. Quando si manifesta un ridotto afflusso di sangue al cervello ad aree più o meno estese, in corrispondenza ad ictus o attacchi ischemici transitori, si possono manifestare disturbi della vista che si avverte in pochi frangenti, insieme ad altri sintomi tipici come la difficoltà di parlare correttamente, calo delle forze fisiche, calo della sensibilità ed abilità fisica in una metà del corpo, vertigini con perdita di equilibrio, e perdita della vista in una metà del campo visivo.
La vista annebbiata può manifestarsi anche durante un attacco improvviso di emicrania, e il soggetto avverte una distorsione delle cose che lo circondano con flash luminosi o lampi che tendono ad allargarsi. In età avanzata la vista annebbiata potrebbe essere la causa di un glaucoma ovvero una malattia caratterizzata dall’aumento della pressione all’interno dell’occhio. Essendo un sintomo tardivo, è bene trattare tale malattia in maniera tempestiva, perché molto spesso è favorita non solo dalla pressione oculare alta, ma anche da una familiarità, dalla miopia e della predisposizione genetica.

Lo stesso discorso vale in presenza di degenerazione maculare, retinopatia diabetica, cataratta e processi infetti dell’occhio, traumi ed infiammazioni. La vista annebbiata molto spesso è la causa di utilizzo di anticolinergici ad atropina, e tale sintomo può essere uno degli effetti indesiderati di moltissimi farmaci, per questo una volta manifestati tali disturbi, il paziente deve rivolgersi in maniera tempestiva al proprio medico o specialista. Anche malattie importanti come tumori cerebrali o sclerosi multipla, possono essere le cause di annebbiamento della vista.

Vista annebbiata: consigli

Se la vista annebbiata è un disturbo frequente, la cosa migliore da fare è consultare il proprio medico, ma quando si manifesta in maniera sporadica, prestate attenzione ad alcuni consigli che ora andremo a descrivere:

Diminuite lo stress: una volta diminuito lo stress, anche la pressione arteriosa ed il nervosismo tenderà a scendere e di conseguenza vi sentirete più calmi e sereni e tornerete a vedere meglio. L’ipertensione è una patologia nemica della vista, è se soffrite di pressione oculare elevata,è il caso di ritrovare serenità e tranquillità e lavorare sull’ansia in maniera tale da no dover più combattere con disturbi alla vista.

Rilassate la vista: dopo un lungo periodo davanti al computer o al portatile ad esempio, i vostri occhi potrebbero essere stanchi, e questo di conseguenza causare annebbiamento alla vista. Chiudete gli occhi per qualche minuti senza alzarvi dalla sedia, in questa maniera la vostra vista si rilasserò, oppure posizionate il vostro dito indice davanti al viso e avvicinatelo ed allontanatelo lentamente seguendo i movimenti muovendo solo gli occhi e non la testa.

Mettete a fuoco e sfocate: concentrate la vostra attenzione su qualcosa ed iniziate a fissarlo, poi cercate di sfocarlo e focalizzate solo ciò che lo circonda. Uno dei motivi principali per cui moltissima gente ha la vista annebbiata, è perché non sono abituate a focalizzare la vista su qualcosa in particolare, a causa degli stimoli numerosi che i nostri occhi ricevono ogni giorno.

Vista annebbiata: alimentazione

Come sappiamo l’alimentazione gioca un ruolo molto importante sul nostro stato di salute non solo fisico ma anche psichico. Di sicuro saprete che l’acqua è il migliore alleato per mantenere il nostro corpo idrato nella maniera corretta, e questo vale anche per la vista. L’acqua permette non solo di eliminare i liquidi in eccesso, ma anche di espellere le tossine che si accumulano nel fegato ovvero l’organo relazionato con i nostri occhi. Se avete una vista annebbiata, cercate di seguire uno stile di vita sano ed una dieta povera di grassi e di cibi fritti.
Vi consigliamo di bere tutti i giorni una tazza di tè di boldo e di consumare un gran numero di verdure al vapore come broccoli, spinaci, bietole e riso integrale. Eliminate dall’alimentazione latte e derivati, ed aumentate le quantità di vitamine del gruppo C ed A, che potete trovare nei broccoli, nelle carote, nelle arance, e nella papaya.