Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Zerinol: cosa è e quando si usa

Tutto quello che dovete sapere su Zerinol Compresse e Zerinol Supposte: caratteristiche, indicazioni terapeutiche e avvertenze.

Zerinol è un medicinale analgesico e antipiretico a base di paracetamolo e di clorfenamina maleato: con tali prerogative, il suo scopo è quello di alleviare il dolore tipico dei sintomi influenzali e del raffreddore, e per abbassare la febbre. In ogni caso, così come altri farmaci a base di paracetamolo, è bene non abusarne: meglio dunque rivolgersi al proprio medico di riferimento se i sintomi dell’influenza non spariscono dopo 3 giorni, o si notano dei peggioramenti.

Quando è bene non usare Zerinol

In aggiunta a quanto sopra bisogna ricordare che è bene non utilizzare Zerinol in tutte quelle ipotesi in cui vi sia un’allergia al paracetamolo o alla clorfenamina maleato, i due principi attivi del farmaco, o ancora a uno qualsiasi degli altri componenti di questo farmaco (rimandiamo all’ultimo paragrafo, sui componenti dello Zerinol, per poterne sapere di più).

È inoltre opportuno non assumere Zerinol in gravidanza o in allattamento, o ancora se si è affetti da gravi anemie emolitiche, se si hanno carenze di glucosio-6-fosfato deidrogenasi, se si hanno gravi insufficiente epatocellulari, glaucomi, ipertrofia prostatica, ostruzione del collo vescicare, stenosi piloriche, duodenali e di altri tratti dell’apparato gastrointestinale o stenosi urogenitale.

Modo d’uso dello Zerinol

Modo d'uso dello Zerinol

Come tutti i medicinali, anche Zerinol dovrebbe essere assunto seguendo le indicazioni del proprio medico o del proprio farmacista. Ad ogni modo, nel foglietto illustrativo viene raccomandata 1 compressa 2 volte al giorno in caso di Zerinol Compresse, da assumere a stomaco pieno. Nel caso di Zerinol Supposte, 1 supposta 2 volte al giorno.

Nell’ipotesi di sovradosaggio di Zerinol, si potrebbero manifestare alcuni sintomi come sonnolenza, letargia (stato di sonno profondo con ridotta risposta ai normali stimoli), depressione respiratoria (riduzione dell’attività respiratoria). Nelle ipotesi di una dose eccessiva assunta di Zerinol e del principio attivo in esso presente (il paracetamolo), bene altresì rammentare come il paziente possa essere esposto a situazioni di citolisi epatica (distruzione delle cellule del fegato) che nelle ipotesi più gravi potrebbe condurre a necrosi massiva, con morte delle cellule del fegato.

Per questo motivo, è bene condividere con il proprio medico il proprio stato di salute dopo aver assunto dosi eccessive del medicinale. Potrebbe essere opportuno, previa consulenza del proprio dottore curate, somministrare N-acetilcisteina, una sostanza che depura il fegato e che può dunque essere efficace nel limitare il danno al fegato in caso di assunzione di una dose eccessiva di paracetamolo. In alternativa, in caso di ingestione di una dose eccessiva di compresse, si consiglia di provocare il vomito od eventualmente sottoporsi a lavanda gastrica, rimanendo sotto osservazione secondo quanto stabilito dal medico.

Effetti indesiderati Zerinol

Effetti indesiderati Zerinol

Zerinol è un medicinale generalmente ben tollerato dalla maggior parte della popolazione. Non possono in ogni caso escludersi reazioni a carico della pelle, come orticaria (cioè, la comparsa di macchie rosse sulla pelle), condizioni di eritema multiforme (con infiammazione della pelle), o ancora la sindrome di Stevens-Johnson (una grave patologia della pelle caratterizzata da desquamazione della pelle) e infine, nelle ipotesi più gravi, la necrolisi epidermica (una grave reazione tossica della pelle).

Sono inoltre in alcuni casi state segnalate delle reazioni allergiche come angioedema (gonfiore improvviso della pelle o delle mucose), edema alla laringe (rigonfiamento della laringe), o shock anafilattico (grave reazione allergica). A carico del sangue sono infine stati segnalati alcuni problemi, non comuni, di trombocitopenia, leucopenia, anemia, agranulocitosi.

Altri effetti indesiderati potrebbero essere le alterazioni della funzionalità del fegato ed epatiti (infiammazioni del fegato), le alterazioni a carico del rene come l’insufficienza renale acuta (riduzione della funzionalità renale), la nefrite interstiziale (infiammazione dei reni), l’ematuria (presenza di sangue nelle urine), l’anuria (assenza di urine), le reazioni gastrointestinali e le vertigini (capogiri).

Non è infine escluso che Zerinol possa causare sonnolenza, astenia, fotosensibilizzazione, bocca secca, incremento delle viscosità delle secrezioni bronchiali con muco più denso.

Altre avvertenze prima dell’uso di Zerinol

uso di Zerinol

Come intuibile, prima di assumere Zerinol è opportuno cercare di condividere il proprio stato di salute con il proprio medico. Bisogna inoltre tenere in considerazione, come sottolineato nel precedente paragrafo, che Zerinol può provocare della sonnolenza, e che pertanto potrebbe essere inappropriato mettersi alla guida di veicoli o svolgere delle operazioni che richiedono attenzione e vigilanza. Ancora, tenete conto che Zerinol Compresse contiene, tra gli altri componenti, del saccarosio, e che dunque è sconsigliato per le persone che sono affette da diabete mellito o nelle diete ipocaloriche.

Ricordiamo altresì che nell’ipotesi in cui si manifesta uno degli effetti indesiderati sopra accennati, è bene rivolgersi prontamente al medico o al farmacista. È inoltre possibile segnalare gli effetti indesiderati direttamente all’Agenzia del Farmaco (agenziafarmaco.gov.it).

In linea generale, comunque, Zerinol Compresse e Supposte sono farmaci ben tollerati dalla generalità della popolazione. Vi consigliamo comunque di conservare il medicinale nei modi d’uso (in particolar modo, Zerinol Supposte dovrebbe essere tenuto in un luogo tendenzialmente fresco, a temperature inferiori ai 30 gradi), e di non utilizzare questo medicinale dopo la data di scadenza che viene riportata sulla confezione. Bene infine evitare di tenere questo medicinale alla portata dei bambini.

Composizione Zerinol

Zerinol compresse comprende paracetamolo 300 mg e clorfenamina maleato 2 mg pari a clorfenamina 1,41 mg in qualità di principi attivi, e amido di mais, cellulosa microgranulare, polivinilpirrolidone, magnesio stearato, sodio carbossimetilcellulosa, talco, saccarosio, gelatina, polietilenglicole 6000, calcio carbonato, clorofilla idrosolubile, gomma arabica, cera carnauba, quali altri componenti.

Zerinol supposte comprende invece paracetamolo 300 mg e clorfenamina maleato 2 mg pari a clorfenamina 1,41 mg quali principi attivi e sodio metabisolfito, esteri gliceridi di acidi grassi saturi quali altri componenti.

Considerato quanto precede, e alla luce delle valutazioni che abbiamo potuto condividere in questo approfondimento, vi ricordiamo l’importanza di condividere con il proprio medico di riferimento tutte le principali caratteristiche del vostro stato di salute. Al fine di diagnosticare correttamente la patologia da affrontare e, di conseguenza, verificare se Zerinol Compresse o Zerinol Supposte sia effettivamente il farmaco che possa fare al caso vostro. Parlatene dunque con il proprio medico curante o, nell’ipotesi in cui non sia presente o disponibile, con il proprio farmacista di fiducia.

Cosa contiene Zerinol?

Cosa contiene Zerinol

Zerinol supposte contiene:

  1. Paracetamolo 300 milligrammi;
  2. Clorfenamina maleato 2 milligrammi (così suddivisi: clorfenamina – principio attivo – 1,41 milligrammi; sodio metabisolfito, ed esteri gliceridi di acidi grassi saturi – eccipienti).

Zerinol compresse contiene:

  1. Paracetamolo 300 milligrammi;
  2. Clorfenamina maleato 2 milligrammi (così suddivisi: clorfenamina – principio attivo – 1,41 milligrammi; cera carnauba, polietilenglicole 6000, talco, saccarosio, , clorofilla idrosolubile, gomma arabica, carbossimetilcellulosa, cellulosa microgranulare, amido di mais, magnesio stearato, polivinilpirrolidone, sodio, calcio carbonato e gelatina – eccipienti).

Infine desideriamo concludere con una nota a margine: nonostante Zerinol sia un farmaco sicuro ed affidabile, i cui effetti collaterali sono eventi molto rari, e rarissimi quelli più gravi, è sempre buona norma, e non ci stancheremo mai di ripeterlo, che, poiché le reazioni alle terapie farmacologiche, anche le più diffuse e comuni, sono sempre ed assolutamente configurabili come eventi molto personali, dipendenti da caratteristiche cliniche proprie di ciascuno di noi,  è sempre importante rivolgersi al proprio medico di fiducia o, in alternativa al proprio farmacista di fiducia, prima di iniziare una terapia o assumere un farmaco.

E’ cosa utile comunicargli il proprio stato di salute e la sintomatologia per la quale si ritiene di dover assumere Zerinol, in modo che sia il professionista ad indicarci se realmente Zerinol è il farmaco adatto al nostro stato di salute ed efficace per la terapia che occorre sostenere.