Zyloric, un farmaco per abbassare il livello di acido urico

201
Zyloric

Zyloric è un medicinale a base di un principio attivo chiamato allopurinolo, che funziona rallentando la velocità di alcune reazioni chimiche nel proprio organismo, utile per abbassare il livello di acido urico nel sangue e nelle urine.

Per cosa è usato Zyloric

Zyloric è usato principalmente per ridurre o prevenire la formazione di deposizione di urato / acido urico in condizioni in cui il corpo ne produce troppo. Tali condizioni possono includere la gotta o alcuni tipi di calcoli renali, o ancora situazioni in cui si sta ricevendo un trattamento per il cancro.

In particolare, nella gotta l’acido urico si accumula nelle articolazioni e nei tendini: si tratta di una sorta di “cristalli” che causano una reazione infiammatoria, che a sua volta fa sì che la pelle intorno a certe articolazioni diventi gonfia e dolente quando viene toccata.

Cosa sapere prima di prendere Zyloric

Cosa sapere prima di prendere Zyloric

È bene non prendere Zyloric se si è allergici (ipersensibili) all’allopurinolo o ad uno qualsiasi degli altri ingredienti di Zyloric

Avvertenze sull’uso di Zyloric

Parlare con il medico o con il farmacista prima di prendere il farmaco se:

  • si hanno problemi al fegato o ai reni. Il medico potrebbe consigliare una dose più bassa o chiedere di prendere il farmaco meno frequentemente;
  • si hanno problemi cardiaci o ipertensione e prendete diuretici e / o un medicinale chiamato ACE-inibitore;
  • è in corso un attacco di gotta;
  • si hanno problemi alla tiroide.

Ricordiamo inoltre che eruzioni cutanee gravi (sindrome da ipersensibilità, sindrome di Stevens-Johnson, necrolisi epidermica tossica) sono state riportate in alcuni pazienti che assumevano allopurinolo. Frequentemente, l’eruzione cutanea può comportare ulcere della bocca, della gola, del naso, dei genitali e della congiuntivite (occhi rossi e gonfi). Queste gravi eruzioni cutanee sono spesso precedute da sintomi simil-influenzali come febbre, mal di testa, mal di corpo.

L’eruzione cutanea può progredire fino a diffondere vesciche e desquamazione della pelle. Queste gravi reazioni cutanee possono essere più comuni nelle persone di origine cinese, tailandese o coreana.

Ancora, una malattia renale cronica può aumentare il rischio in questi pazienti. Se pertanto si sviluppa un’eruzione o questi sintomi, è bene interrompere l’assunzione di allopurinolo e contattare immediatamente il medico.

Se si ha il cancro o la sindrome di Lesch-Nyhan, la quantità di acido urico può aumentare nelle urine. Per evitare questo, è necessario assicurare di bere sufficientemente per diluire l’urina. Nel caso di calcoli renali, diventeranno più piccoli e potrebbero penetrare nel tratto urinario.

L’uso nei bambini è raramente indicato, tranne che in alcuni tipi di cancro (specialmente leucemia) e in alcuni disturbi enzimatici come la sindrome di Lesch-Nyhan.

Interazioni di Zyloric e altri farmaci

Informate il medico o il farmacista se state assumendo uno dei seguenti medicinali insieme a Zyloric:

  • aspirina;
  • teofillina, usata per problemi respiratori;
  • medicinali usati per gli attacchi (epilessia), fenitoina;
  • vidarabina, usata per trattare l’herpes o la varicella;
  • antibiotici (ampicillina o amoxicillina);
  • didanosina, usata per trattare l’infezione da HIV;
  • medicinali usati per il cancro;
  • medicinali usati per ridurre la risposta immunitaria (immunosoppressori);
  • medicinali usati per trattare il diabete;
  • farmaci per problemi cardiaci o ipertensione come ACE-inibitori o compresse d’acqua (diuretici);
  • medicinali usati per fluidificare il sangue (anticoagulanti), come il warfarin;
  • qualsiasi altra medicina per curare la gotta.

Se l’idrossido di alluminio viene assunto in concomitanza con Zyloric, l’allopurinolo può avere un effetto attenuato. Ci dovrebbe essere un intervallo di almeno 3 ore tra l’assunzione di entrambi i farmaci.

Con la somministrazione di allopurinolo e citostatici (ad esempio ciclofosfamide, doxorubicina, bleomicina, procarbazina, alogenuri alchilici), le discrasie ematiche si verificano più frequentemente rispetto a quando queste sostanze attive vengono somministrate da sole. Il monitoraggio dei livelli di sangue deve quindi essere eseguito a intervalli regolari.

Informate il medico o il farmacista se state assumendo o avete recentemente assunto qualsiasi altro medicinale. Ciò include i medicinali ottenuti senza prescrizione medica, compresi i medicinali a base di erbe. Questo perché Zyloric può influenzare il modo in cui funzionano alcuni farmaci. Anche alcuni altri medicinali possono influenzare il modo in cui funziona Zyloric.

Zyloric in gravidanza e allattamento

Zyloric in gravidanza e allattamento

Parlate con il vostro medico prima di prendere questo medicinale in caso di gravidanza o in allattamento. L’allopurinolo è escreto nel latte materno umano e, dunque, l’allattamento al seno non è raccomandato.

Come prendere Zyloric

Prendere sempre Zyloric esattamente come indicato dal medico. Il medicinale dovrebbe generalmente essere assunto dopo l’assunzione di cibo e ingerito con un bicchiere d’acqua. La dose raccomandata varia da 100 a 900 mg al giorno.

Di solito, si inizierà con una dose bassa, che verrà aumentata se necessario. Nel caso di pazienti anziani o con una ridotta funzionalità epatica o renale, il medico potrà prescrivere una dose più bassa o prenderla a intervalli più lunghi.

Nel caso in cui prendiate più Zyloric di quanto si deve, contattare un medico o altra forma di assistenza sanitaria. I segni di un sovradosaggio possono includere nausea, vomito, diarrea e vertigini. Se invece ci si dimentica di prendere Zyloric, si può recuperare non appena ci si ricorda, ma se è quasi l’ora della dose successiva, è meglio saltare la dose dimenticata. Non prendere una dose doppia per compensare una dose dimenticata.

Effetti indesiderati Zyloric

Come per tutti i medicinali, anche Zyloric potrebbe causare effetti indesiderati sebbene non tutte le persone li manifestino. Tra i principali effetti indesiderati ricordiamo:

  • ipersensibilità, con segni che possono includere desquamazione della pelle, bolle o dolori alle labbra e alla bocca, sonnolenza, fluttuazioni o oppressione al petto e collasso.

Effetti più rari possono includere:

  • febbre e brividi, mal di testa, muscoli indolenziti (sintomi simil-influenzali) e in genere reazioni di ipersensibilità gravi e insoddisfacenti che coinvolgono febbre, eruzioni cutanee, dolori articolari e anomalie nei test di funzionalità epatica e del sangue ( questi possono essere segni di un disturbo di sensibilità multiorgano);
  • sanguinamento nelle labbra, negli occhi, nella bocca, nel naso o nei genitali;
  • ulcere della bocca, gola, naso, genitali, congiuntivite (occhi rossi e gonfi), vesciche diffuse o peeling.

Altri effetti indesiderati possono riguardare malessere, nausea o vomito, e raramente dei problemi al fegato come una infiammazione.

Per maggiori informazioni vi suggeriamo ovviamente di parlarne con il vostro medico di riferimento.