Otalgan: soluzione liquida in gocce per curare l’otite

Otalgan è un farmaco in gocce prescritto per la cura dei dolori all’orecchio riconoscibili come otite, nel caso di non perforazione del timpano. Il farmaco può essere usato a tutte le età.

Otalgan

Otalgan è un farmaco in gocce prescritto per la cura dei dolori all’orecchio riconoscibili come otite, nel caso di non perforazione del timpano. Il farmaco può essere usato a tutte le età.

Che cos’è e a cosa serve

Otalgan è un farmaco da banco di automedicazione in gocce ad uso topico. Questo medicinale è un analgesico, antalgico e antinfiammatorio utilizzato per trattare i dolori all’orecchio sia negli adulti che nei bambini. Nello specifico si utilizza per le otalgie, quindi per la cura di disturbi lievi e transitori, senza che sia presente la perforazione del timpano. In quest’ultimo caso Otalgan è sconsigliato, per questo è importante controllare che esso sia integro prima di utilizzare questo farmaco. Il farmaco viene venduto in flaconcini trasparenti di soluzione da 6 grammi con la chiusura di sicurezza ad un costo di circa 7-8 euro.

Composizione

Il principi attivi di Otalgan sono il fenazone e la procaina cloridrato. 100 grammi di prodotto contengono 5 grammi del primo e 1 grammo del secondo. Come eccipienti il farmaco contiene glicerolo e butilidrossianisolo.

Controindicazioni e avvertenze

Otalgan non deve essere usato se il soggetto ha una perforazione alla membrana del timpano e in caso di accertata sensibilità a uno qualunque dei componenti del prodotto. Le donne in stato di gravidanza e in allattamento, devono consultare il medico prima di assumere Otalgan, valutando con lui i rischi ed i benefici del caso. Il prodotto può essere utilizzato a qualsiasi età. Il farmaco non ha mai dato problemi noti che possano far sconsigliare di mettersi alla guida o di condurre macchinari pericolosi.

Precauzioni e interazioni

Il farmaco è di automedicazione, tuttavia va verificato che non ci sia la rottura del timpano, per evitare problemi e complicazioni. Se dopo il trattamento per 2 giorni circa, non cambia nulla, rivolgersi al medico. In caso di assunzione da parte dei bambini, è bene sia il medico a somministrare il farmaco, perché va dato solo in caso di effettiva necessità. É bene non protrarre l’utilizzo del medicinale oltre ai 10 giorni. Nel caso si stiano assumendo altri farmaci in concomitanza con l’assunzione di Otalgan, consultare il farmacista. In tutti i casi non vi sono interazioni particolari da segnalare, né come alimenti, né come farmaci.

La verifica della perforazione del timpano dovrebbe farla un medico, tuttavia è individuabile in linea di massima con una sensazione di orecchio chiuso e di dolore. I sintomi però sono variabili e dipendono dall’ampiezza della lacerazione, dalla rapidità della rottura e dall’ambiente in cui si verifica.

Posologia e modo d’uso

Il flaconcino va intiepidito, anche con le mani, prima di essere utilizzato. Il flacone ha un comodo contagocce, per facilitare la dosatura del farmaco. Questo serve a rendere la soluzione più liquida e a far penetrare meglio la soluzione. É bene non superare mai le dosi indicate senza l’indicazione medica. Utilizzare il farmaco solamente per brevi periodi di trattamento.

Instillare il farmaco direttamente nel condotto uditivo inclinando la testa dalla parte opposta. La dose corretta è di 5-8 gocce per gli adulti, 4-5 gocce per i bambini da assumere da 2 a 4 volte al giorno. In caso di un’assunzione accidentale eccessiva del farmaco, avvertire il medico o rivolgersi in ospedale.

Effetti indesiderati

Gli effetti collaterali di Otalgan possono essere irritazione e sensibilizzazione. Di solito è sufficiente interrompere l’assunzione per far passare i sintomi. Se il timpano è perforato, il prodotto a contatto con le delicate strutture interne all’orecchio può dare problemi più gravi. L’utilizzo di fenazone può dare agranulocitosi. Questo farmaco può dare manifestazioni allergiche e anafilattiche in soggetti sensibili a seguito dell’assorbimento sistemico.

Previous ArticleNext Article