Benessere in casa, serve il giusto tasso di umidità e la temperatura ideale

Scopri quale temperatura dovresti mantenere in casa per creare un clima ideale, incluso il giusto tasso di umidità per mantenere il benessere in casa.

casa
Foto da Pixabay

La casa dovrebbe essere un luogo confortevole, fonte di benessere e garanzia di una vita qualitativamente più che sana: è il posto in cui trascorriamo più ore e nel quale dovremmo sentirci a nostro agio e sicure, pronte per ricercare le batterie e rigenerarci.

Tutto ciò passa naturalmente per diversi fattori ma tra essi certo non possono assolutamente mancare i due di cui parliamo oggi: giusta temperatura e giusto tasso di umidità.

Questi due elementi sono non solo fonte di benessere ma anche di salute: il giusto clima ci regala energia, serenità e benessere.

Scopriamo allora come garantirci che il termometro segni la miglior temperatura possibile nelle nostre abitazioni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Odore di fritto in casa? Nessun problema! Le astuzie ci sono!

Scopri la giusta temperatura e umidità in casa

casa
Foto da Pixabay

Età, situazioni di salute e molti altri dettagli influiscono naturalmente sulla scelta del giusto clima domestico.

In generale però possiamo dire che un tasso di umidità alto (oltre l’80%) non è mai una buona idea. Sia in caso di caldo che in caso di freddo ciò creerà infatti problemi al nostro corpo, facendo percepire una temperatura troppo alta, di caldo afoso, nel primo caso, sopra i 24,8°C, e di freddo umido nel secondo caso, sotto i 2,2°C.

Un tasso di umidità basso invece, sotto il 20%, quindi troppo basso, asciuga eccessivamente l’aria e può causare altri tipi di problemi come secchezza alle fauci e alle vie respiratorie, rischi di infiammazione, fastidio a respirare e a produrre saliva

Qual è dunque il giusto tasso di umidità da mantenere in casa? Tra il 40 e il 65%, a seconda della temperatura, sarà certo un’ottima scelta.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Piante in casa: quali scegliere? Consigli per dove e come sistemarle

Umidità e temperatura vanno dunque di pari passo: entrambe hanno dei valori ideali entro cui trovarsi, che po vanno anche combinati correttamente fra loro.

Una variante importante di cui tenere conto è inoltre la varietà degli ambienti: ogni stanza ha, o dovrebbe avere, una combinazione temperatura-umidità ideale, da ponderare anche a seconda della stagione.

Cucina – umidità circa dell’80%, la temperatura tra i 18 e i 19 gradi, addirittura meno se si sta faticando molto ad esempio con le pulizie. Qui infatti ci si muove solitamente molto e gli elettrodomestici scaldano.

Camera da letto  – la temperatura ideale per addormentarsi è compresa tra 16 e 19 gradi ma in inverno dovrebbe essere inferiore a 20 gradi. Per quanto riguarda l’umidità dell’aria, prima di andare a dormire dovrebbe essere leggermente superiore al 40 percento

Soggiorno – un’umidità anche minore dell’80% qui va benissimo ma solo se ci sono meno 19 gradi ma va fatta scendere ulteriormente se la temperatura è di oltre 20 gradi.

Queste dunque le regole generali: in caso di persone anziane, neonati e situazioni di salute particolari vi suggeriamo però di chiedere sempre consiglio a un esperto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *