Cibi viola: il colore che fa bene alla pelle

La dieta dell’arcobaleno prevede di mangiare 5 tipi di frutta e verdura diversi. Ma sapevate che tra questi ci sono anche i cibi viola?

melanzane
(Foto: Pexels)

Di cibi viola ce ne sono di più di quanti pensiate. Oltre alla classica melanzana e all’uva, al radicchio ed al cavolo, troviamo anche mais e patate. E poi cavolfiore, pomodoro, rapa, more e barbabietola. Si tratta di prodotti della terra, colorati naturalmente dagli antociani, antiossidanti in grado di proteggere il cuore. Uno di questi è il resveratolo, che si è appena scoperto avere proprietà antitumorali. Non necessitano di particolari cure e sono facili da cucinare. E non è finita qui, se associati ad una dieta a base di frutta e verdura, gli alimenti viola combattono stress ed invecchiamento.

Cibi purple: quali sono e come si cucinano

sedano rapa
(Foto: Pexels)

Fate dunque il pieno di more, mirtilli, prugne e barbabietole, che sembrano oltretutto contenere betacarotene, magnesio, potassio e vitamina C. Così come ciliegie e cipolla rossa, che sono anche ricche di calcio.

Se poi vi affidate ad asparagi e carote viola, riceverete effetti positivi sull’invecchiamento e la resistenza allo stress.

Per mantenerne intatte le proprietà, meglio cucinarli al vapore. Ma se non vi piace il loro gusto dolciastro, optate per dei centrifugati di frutta e verdure miste.

Leggi anche: Sapevi che esistono i cibi blu? Tra le poche cose blu in natura

Cibi viola: i benefici

cavolo viola
(Foto: Pexels)

Oltre a combattere i radicali liberi, i carotenoidi contenuti nei cibi viola aiutano a contrastare le patologie degenerative della cornea. Sembra inoltre che abbiano effetti benefici sul colesterolo e sul cancro.

Una ricerca degli anni Novanta ha infatti stabilito come chi mangia più frutta e verdura, soprattutto viola, ha una minor probabilità di sviluppare tumori. Studi più recenti hanno inoltre riscontrato effetti positivi non solo in fase preventiva, bensì anche laddove i marker tumorali erano già presenti.

Ciò significa che frutta e verdura viola giocano un ruolo dominante nella regolazione genica, essendo in grado di contrastare la comparsa di malattie come l’Alzheimer, grazie alla presenza del resveratolo.

Ricordate però che è meglio non abusare delle solanacee (come le melanzane); per fortuna, in questo caso, c’è l’imbarazzo della scelta.

Per ulteriori informazioni e consigli su benessere e green lifestyle, seguiteci su Instagram e Pinterest.

La Ica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *