4 acconciature facili e veloci per essere sempre al top: sono una meglio dell’altra

Pochissimo tempo a disposizione e capelli sporchi? Niente paura: con queste 4 semplici e veloci acconciature, sarete pronte in un batti baleno!

Coda di cavallo (Canva)

Ci siamo passati tutti: vi siete svegliate con pochissimo tempo per passare un pettine tra i capelli e dovete essere da qualche parte in un lampo. O forse semplicemente non volete partecipare a un incontro di wrestling con i vostri capelli. Non preoccupatevi: provate una di queste acconciature velocissime (e chic!) e sarete fuori casa in un attimo!

Acconciature semplici per chi va di fretta: eccone 4!

In pochi semplici passi, potete trasformare rapidamente i vostri capelli flosci, crespi o con la testa a letto in un look non banale. Da varie rivisitazioni del ciuffo a una semplicissima treccia a corona, le opzioni di stile senza sforzo sono infinite.

Pony tail (canva)

Ecco questi stili per principianti, adatti a ogni tipo di capello e lunghezza, che vi faranno apparire in ordine anche quando i vostri capelli decidono di svegliarsi dal lato sbagliato del letto. Finalmente potrete trascorrere giornate fuori casa con capelli davvero fantastici, senza dovervi preoccupare troppo.

1) Coda di cavallo liscia

Come mai tutti gli altri stanno bene con una semplice coda, ma voi sembrate uscite dalla casa degli orrori? In meno di 10 minuti, potrete conoscere i segreti per ottenere un’acconciatura con coda di cavallo classica, ma molto elegante.

2) Trecce olandesi

Sezionate un piccolo quadrato di capelli su voi stessi, su una modella o su un manichino. Si consiglia di eseguire questa operazione su un’entità separata, piuttosto che intrecciare i propri capelli.

Iniziate con i capelli con la riga centrale e spazzolate via i grovigli. Se non ci sono grovigli, sarà molto più facile fare la treccia e inserire i capelli man mano che si procede verso il basso. Dovete anche assicurarvi che la vostra riga sia il più dritta possibile: potete usare il ponte del naso come guida e seguirla verso l’alto con un pettine a coda. Una volta raggiunta la parte inferiore, la sensazione dovrebbe essere quella di trovarsi al centro della nuca. Posizionate una sezione di capelli su ogni spalla.

Prendete tre piccoli pezzi (circa mezzo centimetro o meno) all’attaccatura dei capelli. Il punto chiave da ricordare con le trecce olandesi è di intrecciare ogni pezzo sotto piuttosto che sopra (in pratica l’opposto di una treccia francese). Il pezzo a destra va sotto il centro, e poi il pezzo a sinistra va sotto quello.

Ripetete lo schema di incrociare la sezione destra sotto la ciocca centrale e poi la sezione sinistra sotto la ciocca centrale. Continuate ad aggiungere altri capelli (circa mezzo o tre quarti di pollice) dalla radice ogni volta che intrecciate una nuova sezione.

Una volta raggiunta la nuca, passate a una normale treccia a tre fili.

3) Chignon semi raccolto

Iniziate a prendere la sezione superiore dei capelli lasciando la zona della frangia e tiratela indietro per creare una coda di cavallo. Con le dita, pettinate la parte superiore della sezione per creare un’unica sezione coesa e fissate la coda di cavallo con un elastico.

Estraete delicatamente la sezione che avete appena fissato per creare più volume e un simpatico look disordinato.

Attorcigliate la coda di cavallo e poi giratela su se stessa per creare uno chignon. Fissatelo con alcune forcine Infine, staccate delicatamente lo chignon, fissandolo con le forcine quando necessario, per creare un grande chignon disordinato. Continuate a tirare e ad aggiustare lo chignon finché non avrà l’aspetto che desiderate e il gioco è fatto.

4) Coda con treccia

Spazzolare i capelli per districare le ciocche. Quindi, metteteli in una coda di cavallo alta e legateli con un elastico. Prendete una piccola sezione di capelli e avvolgetela intorno all’elastico per tenerla distinta. Fissare con una forcina.

Iniziate a intrecciare i capelli incrociando la sezione sinistra su quella centrale e la sezione destra sulla nuova sezione centrale. Continuate così fino a completare la treccia e legate le punte con un elastico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.