Guardia medica a pagamento: la regione che ha fatto questa scelta

Da pochi giorni è entrata in vigore una nuova scelta fatta da una regione italiana in particolare, ovvero la guardia medica a pagamento!

Gli ultimi tre anni per gli Italiani sono stati davvero difficili, non solo perchè hanno dovuto fare fronte a una pandemia globale, ma anche perchè il Covid-19 ha messo a dura prova moltissime aziende e famiglie italiane. L’Italia si è trovata davanti a uno scenario davvero preoccupante, le scuole si sono fermate e moltissime categorie di lavoratori italiani si sono ritrovati a lavorare in casa o sono stati licenziati a causa della mancanza di denaro.

guardia medica Italia crisi
Sala d’aspetto di una guardia medica (foto da Canva) – Inran.it

Diverse aziende a causa della mancanza di fondi hanno dovuto dichiarare fallimento, per via del lock-down. Sembrava che l’Italia stesse rinsanendo, ma ecco che la guerra tutt’ora in corso fra la Russia e l’Ucraina ha nuovamente modificato i piani per moltissime famiglie. Infatti questa guerra ha portato a un aumento delle utenze domestiche, a un caro bollette, a un aumento del carburante e non solo.

Guardia medica a pagamento: ecco la regione in questione

Ad oggi a causa dell’inflazione galoppante la vita è diventata cara a tal punto, che moltissime famiglie hanno dovuto rivedere il loro modo di vivere e modificare alcune abitudini, così da poter arrivare a fine mese. Da alcuni giorni è arrivata la conferma che per una regione in particolare toccherà pagare la guardia medica, in caso di emergenza. Le classi interessate sono principalmente gli studenti fuori sede, i turisti o tutti coloro che dovessero avvertire un mancamento.

guardia medica lombardia
Uomo che paga una prestazione alla guardia medica (foto da Canva) – Inran.it

Il costo del trattamento in ambulatorio è di 20 euro, mentre a domicilio il prezzo sale a 35 euro. Si tratta ovviamente di un costo relativamente basso, ma che sommato alle altre spese può diventare effettivamente un bel problema. La preoccupazione più grande al momento è quello di ritrovarsi gli ospedali pieni di persone, che ad oggi come si sa sono strutture statali e quindi gratuite. La scelta di rendere la guardia medica a pagamento proviene dai vecchi sindacati regionali.

sindacati pagamento guardia medica
Ospedale pieno di letti (foto da Canva) – Inran.it

Il sindacato nazionale autonomo medici italiani afferma che l’accordo nazionale collettivo prevede per appunto, dal 2005, la continuità assistenziale per tutti coloro che risiedono all’interno della regione. Si tratta di una scelta ponderata e arrivata dopo mille trattative durate nel corso degli anni. Dove sia la regione ha richiesto più volte maggiori tutele e l’ATS ha richiesto l’aumento della tariffa oraria per tutti i lavoratori. Viste le ultime emergenze a breve cambierà anche la gestione della guardia medica! 

Purtroppo però non è arrivata nessuna decisione, sennonché dal 24 luglio la guardia medica sarà a pagamento. Una vera stangata per moltissimi italiani e non residenti in Italia. Dal 24 luglio la guardia medica in Lombardia diventerà a pagamento, questo discorso ovviamente vale per coloro che non sono residenti all’interno della regione stessa. Per fortuna esiste un modo per raggirare il pagamento e l’idea arriva direttamente dall’ATS. Il consiglio è quello di richiedere in maniera del tutto gratuita l’inserimento temporaneo al servizio sanitario regionale.  In questo modo potrai scegliere un medico curante di riferimento. Se invece decidessi di pagare, in quel caso potrai richiedere il rimborso alla tua regione di residenza.

Nicolas De Santis

Impostazioni privacy