Acero rosso: colori splendidi per un giardino da sogno

205
acero rosso

 L’acero rosso (Acer rubrum) prende il nome comune dal suo fogliame rosso brillante che diventa il punto focale del paesaggio in autunno, ma i colori rossi giocano un ruolo importante nella visualizzazione ornamentale dell’albero in altre stagioni come pure ad esempio, in inverno oppure, in primavera.

Crescere alberi di acero rossoacero rosso: come farlo crescere

Rossi boccioli di fiori si formano anche in inverno, aprendosi in fiori rossi vistosi prima che l’albero tiri le foglie già. I nuovi rami e le foglie, così come anche gli steli, sono caratterizzati da un acceso colore rosso, e dopo che i fiori appassiscono, dei frutti di colore rossastro prendono il loro posto. Uno spettacolo incantevole per gli occhi e per l’atmosfera.

L’acero Rosso è di dimensioni variabili a seconda della posizione e della sua coltivazione. Gli alberi di acero rosso, crescono fino a 20 oppure a 50 metri di altezza con una diffusione che va dai 10 ai 20 metri. Gli aceri rossi tendono ad essere più piccoli, invece, nella parte più meridionale della loro zona di crescita che, ovviamente, è variabile. Per i piccoli lotti urbani, si coltivano dei tipi di acero rosso che sono più piccoli e che di solito raggiungono i 5 metri circa, almeno nella loro massima estensione.

Le radiciacero rosso: le radici

Prima di piantare un acero rosso, si dovrebbe sapere che ci sono un paio di problemi associati alla crescita degli alberi che rientrano nel genere dell’acero rosso. Infatti, è bene sottolineare che gli alberi di acero rosso hanno radici spesse, forti, che crescono vicino o al di sopra della superficie del suolo. Anche se non sono così distruttivi e invasivi come quelle degli alberi di acero d’argento, possono aumentare fino a sul marciapiedi e fare la manutenzione del prato potrebbe risultare un compito difficile. Le radici esposte sono facilmente danneggiabili con macchinari da giardino come il tagliaerbe. Inoltre, la corteccia sottile può subire danni dovuti all’uso di decespugliatori e detriti che volano ad esempio da un macchinario come il tosaerba. Queste lesioni forniscono punti di ingresso per le malattie e gli insetti che purtroppo spesso aggrediscono gli alberi di acero rosso.

Come scegliere un acero rossoacero rosso: come sceglierlo

L’acquisto di un Acero rosso non è così semplice come può sembrare. Prima di tutto, non tutti gli aceri rossi hanno alla loro caduta secondaria con un fogliame di colore rosso. Alcuni tipi di acero rosso, infatti, tendono a modificare il proprio colore in un brillante giallo o arancione, e anche se sono impressionanti, sono una delusione per chi ha scelto questa pianta proprio per il suo caratteristico e sperato colore rosso. Un modo per essere sicuri di ottenere il colore desiderato, è quello di acquistare l’albero di acero rosso da un vivaio locale. L’autunno è il momento ideale per questo amato e particolare albero, e si può vedere il colore del fogliame prima di acquistarlo. Si dovrebbe anche fare in modo di acquistare un albero cresciuto sulle proprie radici piuttosto che un albero innestato. L’innesto crea punti deboli per gli aceri rossi e li rende più suscettibili alla rottura.

La cura dell’acero rossoacero rosso: la cura

Quando dovete scegliere un sito in cui piantare un acero rosso e bene identificarne uno che sia bagnato ma situato in piena esposizione solare o, al massimo, in ombra parziale. Non gli fa bene vivere senza sola. Se il sito non è naturalmente umido o bagnato, l’albero avrà bisogno di frequenti irrigazioni per tutta la sua vita. Il terreno dovrebbe essere acido a neutrale. Infatti se piantato in un terreno alcalino, l’Acero Rosso porterà delle foglie pallide e malate, ed inoltre avrà una scarsa crescita.

Il terreno

È bene tenere sempre presente che, per quanto concerne l’Acero Rosso, il terreno deve essere sempre bagnato e quindi bisogna sempre irrigarlo prima che abbia la possibilità di asciugarsi. La lenta irrigazione, profonda è meglio di applicazioni leggere frequenti perché incoraggia alla creazione di radici più profonde. Uno strato da 2 a 3 cm di pacciame organico aiuta l’umidità del terreno e fa in modo che resterà bagnato più a lungo.

 

Gli aceri rossi, probabilmente, non hanno bisogno di una fecondazione ogni anno. Quando non fertilizzate precedentemente il terreno, applicate un fertilizzante di uso generale all’inizio della primavera se volete far crescere in modo ottimale il vostro acero rosso. Le foglie sono naturalmente di colore verde chiaro, quindi non potete basarvi su di loro per capire quando è necessario fecondare.

La potatura

Se si acquista il vostro albero di acero rosso da un buon vivaio, probabilmente non avrà bisogno di essere potato dopo che avrete piantato l’albero. In caso di dubbio, rimuovete i rami con gli angoli stretti che sembra stiano cercando di far crescere l’arbusto verso l’alto. Infatti, la creazione di ampi angoli tra il tronco e i rami, aggiungono resistenza della struttura complessiva dell’albero, e sono meno soggetti a rotture.