Actenacol è l’integratore alimentare che aiuta a far passare le coliche del neonato. E’ preparato a base di Melissa, Passiflora e Finocchio. Migliora le funzioni digestive e allontana i gas addominali.

Grazie a Actenacol il vostro bambino potrà contare su una migliore mobilità gastrointestinale e, eliminando i gas intestinali, smetterà un po’ alla volta di soffrire di coliche. La passiflora poi, lo aiuta a trovare il sonno perduto!

Gocce, sciroppo o bustine?

Potete scegliere tra questi tre differenti prodotti. In base a quello che vi suggerisce il pediatra o alle preferenze del bambino (alcuni assumono più tranquillamente le gocce, altri lo sciroppo).

  • Gocce: il flacone è da 12 ml. Dovete agirarlo prima dell’uso e somministrare 4 gocce al giorno prima o dopo i pasti. Potete diluirle in un po’ di latte tiepido o acqua. Suddividete la dose giornaliera in due parti. Contiene: finocchio estratto secco con un apporto di olio essenziale, estratto di passiflora secco, flavonoidi, estratto secco di melissa, acido rosmarinico
  • Sciroppo: agitate il flacone. Va somministrato nelle dosi suggerite dal pediatra. In media 0,5 ml per kg di peso, fino a un massimo di 5 ml. Anche lo sciroppo prima o dopo i pasti e suddiviso in due somministrazioni (quindi massimo 2,5 ml per volta). Contiene: Estratto secco di finocchio dolce e apporto di olio essenziale, Estratto secco di passiflora, flavonoidi, estratto secco di melissa, acido rosmarinico.
  • Bustine: una bustina al giorno da sciogliere in mezzo bicchiere d’acqua, prima o durante i pasti. Contiene: Estratto secco di finocchio con olio essenziale, estratto secco di passiflora, flavonoidi, estratto secco di melissa, acido rosmarinico.

Effetti benefici delle sostanze contenute in Actenacol

Effetti benefici delle sostanze contenute in Actenacol

Il finocchio ha un’azione stimolante sia sull’intestino che lo stomaco. E’ particolarmente utile quindi, e perciò utilizzato in Actenacol, per contrastare e prevenire problemi come il meteorismo e la flatulenza. Aiuta anche contro sintomi come la pesantezza di stomaco, la colite e l’atonia digestiva.

La passiflora invece, è usata da tempo immemorabile come rilassante. Già gli Atzechi erano soliti impiegarla in questo senso! Ha importanti proprietà sedative, tranquillanti e ansiolitiche, oltre che antispastiche. Ideale quindi per le colichette dei neonati! Aiuta anche a prevenire l’insonnia.

Infine c’è la melissa, usata per calmare il bambino quando è irrequieto a causa di fastidi come flautolenza e colichette. Pensate che l’estratto delle sue foglie fresche, possiede anche delle qualità antivirali contro l’Herpes Simplex.

Controindicazioni e avvertenze

Actenacol non ha particolari effetti collaterali. Non sono note interazioni o controindicazioni, salvo chiaramente intolleranze o allergie. Non deve però essere usato dalle donne che allattano o in gravidanza senza aver prima consultato il medico. Non deve essere prescritto al neonato prima di aver parlato con il pediatra.

 

Altri consigli per far passare le coliche

Il bambino che piange per una colica, non riesce a smettere a causa del fastidio. Urlargli contro perciò, non servirà ad altro che a peggiorare il suo stato d’animo, spaventandolo o portandolo a piangere ancora di più.

Dovete quindi parlargli con parole dolci, massaggiandoli molto dolcemente il pancino e con movimenti circolari. In questo modo lo aiutate a risolvere il problema delle coliche gassose. Potete usare anche una borsa d’acqua calda (ma non deve scottare) sul pancino, lo aiuta a trovare sollievo. Dovete calmarlo, non peggiorare il suo stato d’animo già un po’ turbolento.

Purtroppo non sappiamo ancora quali sono le cause vere e proprie delle coliche del neonato. Secondo alcuni medici le cause più frequenti sono l’ingestione di aria mentre mangiano o piangono. Possono essere indotte anche dal fatto che il piccolo non ha fatto il “ruttino” dopo mangiato, oppure se viene esposto al fumo di sigaretta. Le coliche fanno la loro comparsa prevalentemente la sera e possono durare anche tre ore!

Revisione scientifica a cura della Dr.ssa Roberta Gammella. Laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II. E’ registrata all’Ordine Medici-Chirurghi e Odontoiatri di Napoli e Provincia