Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Alimenti che contengono potassio: quali sono e a cosa “servono”

Il potassio è un oligoelemento essenziale che non può essere né sostituito né sintetizzato dall’organismo. Pertanto, occorre assumere questo importante elemento attraverso una giusta alimentazione, che possa garantire al nostro corpo di poter possedere le opportune quantità: in un adulto, il potassio è generalmente contenuto in misura di 110 – 140 grammi (1,6 – 2 grammi per chilo), e molto spesso si può soffrire di carenza di tale minerale, con ciò che ne consegue per quanto riguarda le ripercussioni sulla pressione, sulla concentrazione, sull’energia.

Il potassio negli alimenti

Il potassio è un oligoelemento che si trova negli alimenti, nelle bevande nell’acqua. Il suo fabbisogno nell’individuo varia in misura significativa a seconda delle attività svolte, e proprio per questo motivo diventa fondamentale cercare di comprendere quali siano le proprie necessità, al fine di ponderare l’alimentazione più opportuna, finalizzata a fornire i necessari elementi al nostro organismo.

Iperpotassemia e ipopotassemia

Il potassio negli alimenti

Per i motivi di cui sopra, val la pena cercare di elaborare un breve sunto su quelle che possono essere le tradizionali (pur non frequentissime, soprattutto nel primo caso) situazioni di iperpotassemiaipopotassemia, ovvero di eccesso o di carenza di potassio nel corpo.

Per quanto concerne la prima situazione, invero piuttosto rara se si considerano gli individui con una funzione renale normale, è possibile che l’eccesso di potassio nel sangue sia dovuto a qualche evento clinico, come un’eccessiva somministrazione enterale o parenterale. Per quanto concerne invece la seconda situazione, il deficit di potassio si manifesta generalmente per via gastroenterica in caso di vomito, diarrea, abuso di lassativi, abuso di diuretici, e così via. Un disturbo simile, se protratto, può condurre a alterazioni elettriche delle membrane cellulari, determinando situazioni di stanchezza muscolare, anoressia, nausea, scarsa concentrazione e attenzione, apprensione, sonnolenza, alterazioni comportamentali.

Fabbisogno quotidiano di potassio

Fatte salve le eccezioni e le specificità in materia, è possibile seguire ricondurre alla seguente scheda i fabbisogni “tipo” di potassio giornaliero:

  • lattanti < 1 anno: 800 milligrammi / giorno
  • bambini 1 – 3 anni: 800 milligrammi / giorno
  • bambini 4 -6 anni: 1.100 milligrammi / giorno
  • bambini 7 – 10 anni: 2.000 milligrammi / giorno
  • giovani e adulti: 3.100 milligrammi / giorno

Alimenti più ricchi di potassio: l’elenco completo

Fabbisogno quotidiano di potassio

Cerchiamo ora di scorgere quali sono gli alimenti più ricchi di potassio, con i quali potete “condire” la vostra dieta finalizzata a fare il pieno di tale elemento:

  • Salsa tomato ketchup: 5901 milligrammi per 100 grammi di prodotto
  • Tè, in foglie: 2160 milligrammi per 100 grammi di prodotto
  • Caffè, tostato: 2020 milligrammi per 100 grammi di prodotto
  • Soia, secca: 1740 milligrammi per 100 grammi di prodotto
  • Farina, soia: 1660 milligrammi per 100 grammi di prodotto
  • Latte, vacca, in polvere, scremato: 1650 milligrammi per 100 grammi di prodotto
  • Fagioli borlotti, secchi, crudi: 1478 milligrammi per 100 grammi di prodotto
  • Fagioli, secchi, crudi: 1445 milligrammi per 100 grammi di prodotto
  • Fagioli cannellini, secchi, crudi: 1411 milligrammi per 100 grammi di prodotto
  • Latte, vacca, in polvere, intero: 1270 milligrammi per 100 grammi di prodotto
  • Pepe nero: 1260 milligrammi per 100 grammi di prodotto
  • Albicocche, disidratate: 1260 milligrammi per 100 grammi di prodotto
  • Crusca di frumento: 1160 milligrammi per 100 grammi di prodotto
  • Patatine, fritte (in busta): 1060 milligrammi per 100 grammi di prodotto
  • Piselli, secchi: 990 milligrammi per 100 grammi di prodotto
  • Lenticchie, secche, crude: 980 milligrammi per 100 grammi di prodotto
  • Albicocche, secche: 979 milligrammi per 100 grammi di prodotto
  • Pistacchi: 972 milligrammi per 100 grammi di prodotto
  • Ceci, secchi, crudi: 881 milligrammi per 100 grammi di prodotto
  • Uva, secca: 864 milligrammi per 100 grammi di prodotto
  • Farina di castagne: 847 milligrammi per 100 grammi di prodotto
  • Germe di frumento: 827 milligrammi per 100 grammi di prodotto
  • Prugne, secche: 824 milligrammi per 100 grammi di prodotto
  • Minestrone liofilizzato: 800 milligrammi per 100 grammi di prodotto
  • Mandorle, dolci, secche: 780 milligrammi per 100 grammi di prodotto
  • Datteri, secchi: 750 milligrammi per 100 grammi di prodotto
  • Acciuga o alice, sott’ olio: 700 milligrammi per 100 grammi di prodotto
  • Arachidi, tostate: 680 milligrammi per 100 grammi di prodotto
  • Prezzemolo: 670 milligrammi per 100 grammi di prodotto
  • Patate, fritte: 660 milligrammi per 100 grammi di prodotto
  • Fagioli borlotti, freschi, crudi: 650 milligrammi per 100 grammi di prodotto
  • Sarda: 630 milligrammi per 100 grammi di prodotto