Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Allenarsi prima di andare a letto fa male?

Siamo davvero sicuri che allenarsi prima di andare a letto faccia male? E entro quando bisogna fare questo esercizio?

Revisione scientifica a cura della Dr.ssa Viviana Pisaniello

È convinzione diffusa che la qualità del sonno possa essere migliorata evitando l’esercizio fisico la sera. Ma siamo sicuri che questa conclusione agisca in maniera così diffusa e assoluta?

In realtà, un recente studio sostiene parzialmente il contrario, ritenendo che fare dell’esercizio fisico fino a quattro ore prima di andare a dormire non influisce sul vostro sonno e, anzi, potrebbe addirittura migliorare la qualità  del riposo, la quale – a sua volta – è un elemento fondamentale per la vostra salute generale.

A detta dell’Istituto di scienze del movimento umano e dello sport, dunque, non bisognerebbe rigettare al mittente l’idea di compiere esercizio fisico in tarda serata. Gli scienziati hanno di fatti concluso che “se fare sport la sera ha qualche effetto sulla qualità del sonno, è piuttosto un effetto positivo, anche se solo lieve”.

In sintesi, combinando i dati dei diversi studi, i ricercatori hanno dimostrato che la notte che ha fatto seguito a un intenso sforzo fisico sportivo la sera, i partecipanti hanno trascorso il 21,2% del loro tempo notturno con un sonno profondo. Dopo una serata senza esercizio fisico, la media è invece stata pari al 19,9%. Anche se la differenza potrebbe essere apparentemente piccola, è in realtà statisticamente significativa: le fasi di sonno profondo sono particolarmente importanti per il recupero fisico.

Salto con la corda, un gioco che diventa allenamento

Attenzione, però, a non confondere questa “apertura” come a un invito ad allenarsi fino a tardi: gli stessi ricercatori hanno infatti evidenziato come un allenamento vigoroso compiuto un’ora prima di andare a dormire potrebbe in realtà creare dei pregiudizi alla qualità del sonno.