Centrifugati per dimagrire

Centrifugati per dimagrire

Piuttosto di frequente si sente parlare di centrifugati per dimagrire, senza però nemmeno sapere che cosa siano effettivamente e a cosa servano. Non si tratta dei tradizionali frullati che vengono fatti in casa dai genitori. Nei centrifugati dimagranti si ricava il succo della frutta, eliminando la polpa, mentre nei classici frullati c’è anche la fibra. Ci sono diverse tipologie di questi centrifugati: si tratta dei centrifugati di frutta, centrifugati detox, centrifugati digestivi e quelli che permettono di combattere la stitichezza. Uno dei vantaggi di queste bevande è certamente il fatto di garantire un rapido assorbimento di Sali minerali e di vitamine, con un apporto energetico immediato notevole. Un altro vantaggio è che si possono realizzare senza alcuna difficoltà anche in casa.

Come si preparano i centrifugati per dimagrire

Centrifugati per dimagrire

Non serve avere una grande esperienza in cucina, dal momento che è sufficiente avere a disposizione una centrifuga. Si tratta, comunque, di bevande che bisogna realizzare e poi consumare subito, anche perché altrimenti lasciano per strada tutte le loro proprietà benefiche. In alternativa alla centrifuga c’è la possibilità di impiegare anche un estrattore. Chiaramente dovete prestare attenzione anche alle verdure così come alla frutta che acquistate e che userete per realizzare tali centrifugati.

Quali sono le principali ricette di centrifugati per dimagrire

Centrifugati per dimagrire

In commercio ci sono tantissime tipologie di frutta e di verdura che si possono usare per creare degli ottimi centrifugati. Ci sono delle ricette che si possono seguire, almeno inizialmente, per poi magari sperimentare autonomamente e realizzare dei nuovi abbinamenti. Ci sono delle ricette per realizzare centrifugati dimagranti per combattere con la ritenzione idrica, come ad esempio quella che prevede l’impiego di due mele, due fette di ananas (dopo che è stato sbucciato), metà finocchio, due carote e due gambi di sedano.  Un’ottima ricetta per l’intestino è quella che prevede l’uso di un cocomero, un limone e alcune ciliegie e il centrifugato che si ottiene va benissimo per risolvere delle problematiche a livello intestinale. Una ricetta di un centrifugato che va benissimo per lo stomaco, invece, è quella in cui si usa una mela (o una pera) e un finocchio: in questo caso bisogna centrifugare prima il finocchio, per poi inserire la mela oppure la pera. Per alleviare i problemi di circolazione, si consiglia la preparazione di un centrifugato a base di rapa e mela: in questo caso, la prima cosa da fare è quella di provvedere all’estrazione di metà bicchiere di succo di rapa rossa e poi mischiarlo con mezzo bicchiere di succo di pera o di mela. La ricetta di un centrifugato per contrastare la gastrite, invece, prevede l’impiego di un cavolo e di una mela. Quelli dietetici, invece, prevedono spesso l’impiego di 2 mele, 4 kiwi e 4 cm di zenzero fresco, mentre il centrifugato per bruciare i grassi si prepara con 2 mele, 4 gambi di sedano, 8 punte di asparagi e 2 carote.

Quali sono gli effetti benefici dei centrifugati per dimagrire

Centrifugati per dimagrire

Tra le principali caratteristiche di tali centrifugati troviamo sicuramente la capacità di svolgere un’attività snellente e disintossicante, anche se ci sono diverse altre proprietà benefiche. Ad esempio, i succhi che vengono estratti da verdure di giornata sono in grado di garantire un’alta concentrazione di elementi nutritivi, che ormai non si assumono più con la dieta che si segue al giorno d’oggi. All’interno di questa tipologia di centrifugati ci sono notevoli concentrazioni di antiossidanti, come ad esempio zinco, vitamina C, selenio, manganese, magnesio, beta carotene, che vengono assorbiti molto più rapidamente e facilmente dal corpo umano grazie all’eliminazione della fibra del vegetale. Questi succhi, quindi, sono in grado di contrastare efficacemente l’invecchiamento della pelle e contrastano al meglio i radicali liberi. Inoltre, danno una mano anche al metabolismo, senza dimenticare come rappresentino un valido aiuto per perdere qualche chilo durante la menopausa.

Quando si devono bere i centrifugati per dimagrire

Centrifugati per dimagrire

Il suggerimento migliore da seguire è quello che prevede di consumare tali centrifugati al posto dei vari spuntini, cercando di berli senza mai aggiungere degli zuccheri. Ciascun centrifugato si caratterizza per avere un numero di calorie che risulta inferiore a quelle di un pezzo di parmigiano, piuttosto che un pacchetto di crackers. Ecco spiegato il motivo per cui un semplice bicchiere, che corrisponde a circa 50-100 calorie, è ottimo per chi deve perdere peso. Si consiglia di bere uno o al massimo due centrifugati al giorno: solamente nel caso in cui non ceniate, allora potete inserirne un terzo, ma non di più. Diverse persone tendono a seguire degli orari ben definiti per il consumo di tali centrifugati: il primo alla mattina, il secondo al pomeriggio e il terzo prima di cenare, in maniera tale da bloccare la fame.