Come curare i propri denti durante l’isolamento da coronavirus

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:03
0
134
Come curare i propri denti
@cliknique via Twenty20

Ora che gli studi dentistici sono chiusi, e i dentisti operano solo per le emergenze, è fondamentale prendersi cura attentamente dei propri denti, evitando di trascurare la propria igiene orale. In particolare, i dentisti esortano a lavarsi i denti due volte al giorno e a passare il filo interdentale almeno una volta al giorno come “base” del proprio personale percorso di benessere di denti e gengive. Ma basta?

Quel che è importante considerare è che tutti – dai più grandi ai più piccoli – dovrebbero consolidare una positiva routine quotidiana consistente nel lavarsi i denti frequentemente e passare il filo interdentale per prevenire la carie. L’obiettivo principale è molto semplice: il controllo della placca, che spesso è l’anticamera di guai molto peggiori.

I risultati migliori in termini di igiene orale i ottengono con uno spazzolino elettrico, lavandosi i denti per circa 2 minuti. Anche il risciacquo con un collutorio non alcolico due volte al giorno può aiutare a ridurre l’accumulo di placca che porta all’infiammazione delle gengive. Di fatti, considerando che il microbioma orale è un componente chiave del sistema immunitario, ne deriva che i collutori ad alto contenuto di alcol o dentifrici con componenti battericidi, possono disturbare notevolmente la salute dell’organismo.

Come curare i propri denti
@cliknique via Twenty20

Insomma, soprattutto durante questo periodo, è meglio non usare collutorio o dentifricio antibatterico “forte”, preferendo invece un dentifricio con sostanze che magari sono meno battericide, ma più rispettose del microbioma e in grado di ricotruire lo smalto dei denti.

In aggiunta a ciò, giova anche rammentare che è importante ciò che si mangia. I dentisti consigliano di evitare gli spuntini eccessivi – un’abitudine fin troppo facile da adottare quando si ha a che fare con lo stress e la noia dell’autoquarantena. I cibi o le bevande che tipicamente si assumono durante gli spuntini possono infatti contribuire ad aggiungere acido in bocca, dissolvendo le superfici dentali.

Si raccomanda inoltre di evitare i carboidrati non fibrosi e gli alimenti trasformati. Evidentemente, anche l’abuso di fumo e di alcolici può essere dannoso per la salute orale. Il fumo inibisce l’apporto di sangue alle gengive e aumenta il rischio di infezioni alle gengive. Un’elevata esposizione all’alcol può invece seccare le cellule delle guance e delle gengive.