Quando si tratta di perdere peso, un sacco di programmi dietetici richiedono di mangiare in condizioni di deficit calorico. Anche se molti esperti e la ricerca scientifica sostengono questo comportamento, è pur sempre importante non tagliare troppo le calorie, in quanto ciò può essere estremamente dannoso per la vostra capacità di perdere peso.

Ebbene, per scoprire se le diete ipocaloriche stiano facendo più male che bene, e interferiscano con il vostro metabolismo, è intervenuto sul tema Avigdor Arad, direttore del Mount Sinai PhysioLab.

Che cos’è il metabolismo?

In primo luogo, giova rammentare che il metabolismo è un processo estremamente complesso che si riferisce al modo con cui il corpo elabora l’energia da grassi, proteine e zuccheri/carboidrati e come immagazzina quell’energia. Di solito, quando si parla del metabolismo, si intende il tasso metabolico, che è la quantità di energia, più comunemente indicata dalle calorie, che si brucia in un giorno. Ci sono molte cose che possono influenzare il metabolismo, come l’età, gli ormoni e la dieta.

Perché le diete ipocaloriche rallentano il metabolismo

Quando si segue una dieta a basso contenuto calorico, come 500 o 800 calorie al giorno, certamente il proprio corpo andrà incontro a una discreta carenza di cibo, o condizione di privazione nutrizionale, ricorda il dottor Arad. “L’unico modo in cui il corpo può gestire tale condizione è conservare energia. Il corpo rallenterà dunque il proprio metabolismo” – continua. Insomma, il corpo entra in una sorta di modalità di “conservazione”, e brucia meno calorie.

“È molto difficile mantenere una dieta ipocalorica e, inoltre, è molto difficile assumere una quantità sufficiente di sostanze nutritive per mantenersi in salute”, ha detto. “Nel lungo periodo, ciò che queste diete dimostrano è che non sono molto sostenibili e ciò può influenzare l’umore e il funzionamento delle persone, e… non ne vale la pena” – prosegue.

Quante calorie si dovrebbero mangiare al giorno

Ma allora quante calorie si dovrebbero mangiare ogni giorno? Anche se le diete a basso contenuto calorico non stanno facendo del bene al proprio corpo, secondo il Dr. Arad, la restrizione calorica, come il digiuno intermittente, quando fatto saggiamente, potrebbe essere estremamente utile. Questo perché, a suo parere, le persone mangiano più di quello di cui il loro corpo ha bisogno, e che l’energia in eccesso ha il potenziale per essere immagazzinata come grasso. Ancora più importante, il Dr. Arad ha detto di porre l’accento sulla qualità e sulla quantità di calorie che si ingeriscono.

Come la maggior parte delle cose che riguardano il proprio fisico, è impossibile fornire un’esatta quantità di calorie da consumare in un giorno per “stare” meglio. Questo perché abbiamo tutti diversi tassi metabolici a riposo (RMR) – ovvero il numero minimo di calorie di cui abbiamo bisogno in un giorno per garantirsi le giuste funzioni corporee essenziali, come la respirazione, e per mantenere il proprio cervello in funzione.

Fonti

  • Here’s Why You Should Actually Be Eating More Calories For a Faster Metabolism – popsugar.co.uk

Revisione scientifica a cura della Dr.ssa Roberta Gammella. Laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II. E’ registrata all’Ordine Medici-Chirurghi e Odontoiatri di Napoli e Provincia