Emorroidi trombizzate

Emorroidi trombizzate

Quando si parla di emorroidi trombizzate, si vuole indicare la forma degenerativa delle emorroidi. Tale patologia si manifesta con forte dolore, che coinvolge ogni movimento, dallo stare seduti fino al semplice stare in piedi. Il dolore è continuo, perché è presente una infiammazione in tutta l’area perianale.

Emorroidi esterne trombizzate: cosa sono

Si definiscono emorroidi trombizzate, le emorroidi che al loro interno hanno dei trombi, ovvero delle masse solide che possiamo definire coaguli di sangue. Tale processo rientra a far parte di una degenerazione piuttosto normale, che si manifesta in tutti coloro che soffrono di emorroidi. Essi sono dei sedimenti di colore bluastro, dalla consistenza solida e molto dolorosi per il mal capitato.

Emorroidi trombizzate

Per comprendere se una persona soffre di tale patologia, basta osservare la colorazione e cercare di capire se il dolore è localizzato. Come abbiamo introdotto, le emorroidi trombizzate, sono la causa di un forte dolore che si manifesta indipendentemente dalla postura che il malato mantiene. Questa malattia deve essere trattata tempestivamente., perché alla base potrebbe esserci un edema perianale.

Quest’ultima patologia, è una complicanza delle emorroidi, che determina a sua volta, oltre a forte dolore, infiammazione e fistole. L’edema perianale, è costituito da diverse emorroidi trombizzate, che a loro volta, possono guarire nell’arco di alcuni giorni. La cura adeguata in presenza di edema, è piuttosto lunga, e necessita di tempi di guarigione variabili.

Emorroidi trombizzate

Emorroidi trombizzate: cause

Le emorroidi esterne trombizzate hanno varie cause. La più comune interessa la stitichezza, in quanto il continuo spingere nell’atto di evacuazione, porta ad un’infiammazione della zona perianale, con conseguente comparsa delle emorroidi.

In alcuni casi, esse si espandono verso l’esterno e una cattiva circolazione da vita alla formazione dei trombi, dai quali esse prendono il nome di ‘trombizzate’. Anche uno stile di vita sbagliato aiuta molto l’insorgenza delle emorroidi.

Ti chiediamo di fare attenzione all’alimentazione e, in particolare, al consumo di cibi eccitanti (caffé, thé, cacao, peperoncino) e di alimenti speziati o troppo ricchi di sale e grassi saturi. Il fumo e l’alcool aiutano l’insorgenza delle emorroidi trombizzate, in quanto irritano notevolmente queste delicate zone del corpo

Emorroidi trombizzate

Emorroidi trombizzate: alimentazione e cure

Il primo passo da compiere per guarire dalle emorroidi trombizzate, e prevenire una ricaduta futura, è cambiare lo stile alimentare. Una dieta sana ed equilibrata, ovvero ricca di cereali e fibre integrali, può essere di aiuto. In presenza di stitichezza, consigliamo il consumo di cibi integrali, che aiutano la digestione e sono molto leggeri per l’organismo. Nello stesso tempo, si può consumare frutta fresca e verdure cotte al vapore ad esempio, oppure bollite.

Questi alimenti, aiutano in maniera naturale a favorire il transito intestinale, oltre a fornire l’organismo di vitamine preziose per il benessere. Una cosa importante da non dimenticare, è il consumo di acqua, che purifica l’apparato dall’accumulo delle tossine. Per aiutare il transito intestinale, possono aiutare moltissimo le tisane emollienti e calmanti. Molto spesso, alla base della stitichezza, ci sono fattori psicologici, che comportano paura ad evacuare, per le manifestazioni doloroso. Attraverso il consumo di tisane naturali, è possibile raggiungere la giusta tranquillità, in maniera tale da poter affrontare le emorroidi trombizzate con la giusta consapevolezza.

Altri rimedi per le emorroidi trombizzate, sono la somministrazione di farmaci da ingerire, oppure per uso topico. In base all’entità della patologia, ed alle preferenze personali, il malato si può affidare a delle cure farmacologiche, oppure può provare attraverso dei rimedi naturali. I farmaci per uso topico, sono delle pomate da applicare più volte al giorno nella zona interessata. Quando il dolore è molto forte, possono aiutare gli antidolorifici, seguendo sempre le istruzioni del proprio medico.

Emorroidi trombizzate

Emorroidi trombizzate: rimedi naturali in gravidanza

Molto spesso, proprio a causa della gravidanza, si possono manifestare le emorroidi trombizzate. Come sappiamo, in questo periodo, è vietato e sconsigliato l’impiego di farmaci solo in casi strettamente necessari. Per curare le emorroidi trombizzate durante la gestazione, ci si può affidare quindi a dei rimedi omeopatici. Molto spesso, questi preparati vengono associati all’impiego di cristalli zuccherini e pomate naturali al 100%.

Anche le erbe sono un buon alleato per combattere il fastidio delle emorroidi trombizzate. Esse sono in grado di ridurre l’infiammazione, ed agire internamente sull’organismo, contrastando la stitichezza. Un infuso di camomilla, può essere di aiuto per alleviare ilo dolore, da utilizzare per i lavaggi esterni. Questo fiore, ha un potere lenitivo ed addolcente, e può aiutare il malato a rendere le manifestazioni di dolore più sopportabili.

Per aiutare il transito intestinale, consigliamo inoltre di bare durante l’arco della giornata, acqua con aggiunta di due cucchiai di semi di psillo. Una volta ingerito, si crea nell’intestino un gel addolcente, che aiuta ad evacuare senza troppi sforzi e mano a mano favorisce il transito delle feci.