Geloni ai piedi: cosa sono e come si può rimediare

281
Geloni ai piedi

I geloni ai piedi sono delle particolari reazioni della pelle determinate da un passaggio troppo rapido da una temperatura fredda e una temperatura calda: i capillari, in tale condizione, subiscono un danno termico, con manifestazione conseguente di gonfiore, di prurito e di vesciche nella parte del corpo interessata. Cerchiamo di saperne un po’ di più sui sintomi, sulle cause e, soprattutto, sulle modalità di risoluzione.

Sintomi

I sintomi dei geloni ai piedi possono di norma comparire in seguito all’esposizione di tali estremità del corpo a una temperatura fredda, con peggioramento in caso di immediato contatto con il caldo. Oltre al gonfiore e al dolore, sono sintomi comuni l’arrossamento e il prurito nella parte del corpo interessata, la comparsa di vesciche e ulcere o cambiamenti nel colore della pelle.

Cause

Come abbiamo già ricordato, la principale causa dei geloni ai piedi è un repentino abbassamento della temperatura, che facilita una costrizione vascolare (nell’ipotesi contraria avviene invece una vasodilatazione). Dunque, con un rapido passaggio dal freddo al caldo, la dilatazione dei capillari può verificarsi in maniera più veloce rispetto a quella che riguarda i grandi vasi sanguigni, con conseguente fuoriuscita di componenti ematiche nei tessuti e la comparsa success8iva dell’infiammazione sulla pelle.

Prevenzione

Per poter prevenire i fastidiosi geloni ai piedi è sufficiente attenersi a qualche semplice regola, coprendo magari le parti del corpo esposte alle temperature estreme, indossando un abbigliamento a strati. Nelle ipotesi di esposizione al freddo, meglio riscaldare i piedi in modo graduale, per evitare rapidi cambiamenti di temperatura.

Cura

Per quanto concerne la cura, si può rimediare anzitutto pulendo i piedi con un antisettico, e proteggendo le ferite. Per poter diminuire la sensazione di prurito e il gonfiore è utile l’applicazione di una crema a base di corticosteroidi. Nei casi più gravi si può ricorrere alla nifedipina, un farmaco che può far diminuire la pressione sanguigna e provocare la vasodilatazione.

Per quanto infine concerne i rimedi naturali, si rilevano utili quelle soluzioni che servono a riattivare o favorire la circolazione del sangue: si pensi agli impacchi con arnica, ortica e lavanda. Sulla zona colpita dai geloni si può inoltre strofinare con molta delicatezza una fettina di rafano o di rapa. Anche il succo di limone può essere utile, strofinato sulla zona interessata. Infine, la cipolla, antibiotico naturale molto potente, può essere utilizzata con un taglio a fettine, da passare sulla parte interessata.