Keforal, un medicinale utilizzato per trattare le infezioni batteriche

119
Keforal

Keforal è un antibiotico semisintetico a base di cefalosporine con attività antimicrobica simile a quella di cefaloridina o cefalotina, ma un po’ meno potente. È efficace contro gli organismi gram-positivi e gram-negativi.

Si tratta di un antibiotico di cefalosporina di prima generazione, ed è sicuramente uno degli antibiotici più ampiamente prescritti, spesso utilizzato per il trattamento di infezioni superficiali che si traducono in complicazioni di ferite o lacerazioni minori. È efficace contro la maggior parte dei batteri gram-positivi.

A cosa serve Keforal

A cosa serve Keforal

I pazienti devono essere informati che i farmaci antibatterici come Keforal devono essere usati solo per il trattamento di infezioni batteriche. Non sono dunque in grado di curare le infezioni virali (ad es. il raffreddore comune).

Quando Keforal viene prescritto per il trattamento di un’infezione batterica, i pazienti devono essere informati che, sebbene sia normale sentirsi meglio all’inizio della terapia, il farmaco deve essere assunto esattamente come indicato. Saltare le dosi o non completare l’intero ciclo di terapia può infatti diminuire l’efficacia del trattamento immediato e aumentare la probabilità che i batteri sviluppino resistenza e non possano essere curati da Keflex o altri farmaci antibatterici in futuro.

Interazioni di Keforal

In soggetti sani trattati con dosi singole di 500 mg di cephalexin e metformina, la media della cmax media della metformina plasmatica e l’AUC sono aumentate in media del 34% e del 24% rispettivamente e la clearance renale media della metformina è diminuita del 14%. Non sono disponibili informazioni sull’interazione di cephalexin e metformina in seguito a dosi multiple di entrambi i farmaci.

Sebbene non siano stati osservati in questo studio, potrebbero potenzialmente derivare effetti avversi dalla co-somministrazione di cephalexin e metformina mediante l’inibizione della secrezione tubulare attraverso sistemi di trasporto cationico organico. Di conseguenza, nei pazienti in trattamento concomitante con cephalexin e metformina è raccomandato un attento monitoraggio del paziente e un aggiustamento della dose di metformina.

Come avviene con altri b-lattamici, l’escrezione renale di cephalexin è inibita da probenecid.

Altresì, come conseguenza della somministrazione di Keforal, può verificarsi una reazione falso-positiva per il glucosio nelle urine.

Controindicazioni Keforal

Keforal è controindicato in pazienti con allergia nota al gruppo di antibiotici cefalosporino.

Effetti collaterali di Keforal

Effetti collaterali di Keforal

Gli effetti collaterali più comunemente riportati di Keforal sono dolore di stomaco, diarrea, ittero, lividi, sanguinamento insolito e macchie viola o rosse sotto la pelle.

Di seguito è riportato un elenco di possibili effetti collaterali che possono verificarsi dall’uso di Keforal. Naturalmente, non si tratta di una lista esauriente. Inoltre, come intuibile, questi effetti collaterali sono possibili, ma non sempre si verificano. Alcuni degli effetti collaterali possono essere rari ma seri. Consultare il proprio medico se si osserva uno dei seguenti problemi, soprattutto se non accenna a scomparire dopo poco tempo:

Keforal può anche causare effetti collaterali non elencati nella breve lista qui sopra. Provate a parlarne con il vostro medico di riferimento.

Precauzioni sull’uso di Keforal

Prima di usare Keforal, è opportuno informare il medico dell’attuale elenco di farmaci, prodotti da banco (ad es. vitamine, integratori a base di erbe, ecc.), allergie, malattie preesistenti e condizioni di salute attuali (ad esempio gravidanza, imminenti interventi chirurgici, ecc. ). Alcune condizioni di salute potrebbero infatti rendervi più suscettibile agli effetti collaterali del farmaco.

Prendere il medicinale come indicato dal medico o seguire la direzione stampata sull’inserto del prodotto. Il dosaggio si basa sulla vostra condizione. Informate il medico se le vostre condizioni persistono o peggiorano.

Per poterne sapere di più sulle caratteristiche di Keforal, per poter valutare se sia o meno il caso di assumere questo medicinale per la vostra specifica condizione di salute o optare per una delle alternative in commercio, vi consigliamo ovviamente di parlarne con il vostro medico di riferimento.