Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Orticaria da stress, un disturbo più comune di quanto si creda

Questa non è una patologia grave ma può incidere sulla qualità della vita della persona quando diviene cronica.

L’orticaria da stress è un disturbo che colpisce la cute, caratterizzato da rash epidermico improvviso che comporta un forte e persistente prurito.

Non è una patologia grave ma può incidere in maniera negativa sulla qualità della vita della persona se il disturbo si cronicizza e persiste per molto tempo.

Solitamente le irritazioni che colpiscono la pelle sono la conseguenza di una reazione allergica.

In periodi molto stressanti la nostra pelle può essere colpita da eventi sintomatici, ovvero da orticaria da stress, che può colpire sia gli adulti che i bambini.

La sintomatologia è molto varia e fastidiosa, e nonostante le varie cure farmacologiche che oggi abbiamo a disposizione, la più efficace è il rilassamento psico-fisico.

Vi sono due tipologie di orticaria da stress, che si distinguono per la loro durata dei sintomi.

Orticaria da stress in forma acuta e cronica

Orticaria da stress in forma acuta e cronica

Viene definita orticaria da stress in forma acuta, l’eruzione cutanea temporanea, che tende a scomparire nell’arco di poche settimane.

La sintomatologia compare improvvisamente, e tende a divenire più grave dopo circa 12 ore, per poi risolversi nel giro di due o tre giorni.

La principale causa è nella maggior parte dei casi dovuta ad una reazione allergica lieve, che tende colpire con frequenza le donne con età compresa tra i 30 ed i 60 anni, i bambini ed i soggetti allergici.

L’orticaria cronica invece mostra le stesse manifestazioni cliniche dell’orticaria acuta. In questo caso però la sintomatologia si protrae oltre i due mesi, dove si manifestano rush cutanei seguite da remissione improvvisa.

Essa può essere la causa di fattori stressanti oppure di abuso di alcol, ma può essere anche dovuta da fattori autoimmuni. Queste sono risposte anomale da parte del nostro sistema immunitario nei confronti dell’organismo stesso.

Cause

Come sappiamo la nostra pelle rispecchia il nostro stato di salute interiore. Uno stato emotivo particolarmente stressante potrebbe determinare improvvisamente l’orticaria cutanea. Infatti lo stress è la causa maggiore di diversi disturbi fisici.

Quando siamo molto stressati, sia fisicamente che mentalmente, l’organismo rilascia adrenalina e cortisolo, ovvero gli ormoni dello stress. Questi si attivano per contrastare una situazione che a lungo andare potrebbe divenire snervante e logorante.

A lungo andare lo stress causa uno squilibrio ormonale importante, perché vi è un continuo rilascio di due ormoni nel circolo sanguigno.

A causa del rilascio dell’istamina, ovvero di un mediatore chimico, si possono manifestare reazioni allergiche ed infiammatorie.

Tale risposta determina la dilatazione dei vasi sanguigni locali, scatenando così un rapido rigonfiamento sottocutaneo che prende il nome di angioedema.

Questa tumefazione persiste fino a quando non c’è il riassorbimento dei liquidi presenti negli interstizi della pelle e delle cellule circostanti.

L’orticaria da stress potrebbe essere una manifestazione causata da una possibile reazione allergica o non allergica.

I fattori scatenanti principali sono i seguenti:

  1. Stress
  2. Infezioni di origine virale
  3. Assunzione prolungata di farmaci
  4. Consumo di alimenti che hanno scatenato una forma allergica
  5. Parassiti intestinali
  6. Punture di insetto che hanno scaturito una reazione allergica
  7. Sbalzi improvvisi della temperatura
  8. Esercizio fisico e sforzo fisico
  9. Mestruazioni
  10. Esposizione prolungata alla luce solare

L’orticaria da stress può essere anche la conseguenza di fattori di natura idiopatica, ovvero può essere un disturbo che non ha una vera e propria causa apparente.

Durata del disturbo

Durata del disturbo

Questo disturbo ha una durata variabile, ed è molto raro che un manifestazione di orticaria possa durare oltre le 24 ore. Nella maggior parte dei casi infatti dura anche meno, anche se le possibilità di recidive sono molto elevate.

L’aspetto più fastidioso del disturbo è il prurito, che può determinare ulteriore stress alla persona colpita, ed acutizzare i sintomi.

La gravità dell’orticaria da stress varia sa soggetto a soggetto, e si stima che nella metà dei casi, la sintomatologia tende a scomparire entri i cinque anni dalla prima comparsa.

In un caso su cinque invece, i sintomi dell’orticaria da stress possono persistere fino a dieci anni.