Gli Osteofiti, cosa sono e come intervenire

338

Le piccole escrescenze patologiche del tessuto osseo sono chiamate Osteofiti. Hanno di solito una forma a cresta o a becco (becco osteofitico) e sono tipiche di malattie articolari erosive del tessuto osseo come artrosi e artrite reumatoide.

Cosa sono

Cosa sono

Si formano per l’accumulo di calcio sulla cartilagine delle articolazioni. Il tessuto osseo a differenza di altri tessuti cresce anche durante l’invecchiamento, un altra causa di questa crescita di tessuto osseo è dovuta alla sua degenerazione, a problemi di instabilità meccanica e ad alcune patologie. Il danno meccanico alle articolazioni ha spesso come conseguenza calcificazione e formazione di nuovo tessuto osseo. Quando un ‘articolazione si infiamma in seguito ad un trauma possono formarsi gli osteofiti, sono comuni in caso di artrite che in questo caso limitano il movimento delle articolazioni e provocano dolore, anche intenso.

Dove si formano gli Osteofiti?

Quando gli osteofiti compaiono nella parte posteriore della colonna vertebrale si tratta di solito di una degenerazione senile, queste escrescenze denominate speroni non sono causa diretta di dolore ma il sintomo di problemi di maggiore gravità; possono infatti comprimente i nervi che dalla spina dorsale si propagano in tutto il corpo, i sintomi più comuni infatti sono dolore ai 4 arti, superiori ed inferiori, formicolio ed intorpidimento di piedi e mani.
In casi rari queste escrescenze ossee compaiono sui piedi che vengono colpiti sul tallone e lungo le dita, questo può accadere anche alle mani. Nei casi più estremi gli osteofiti possono colpire tutto il sistema scheletrico formandosi su braccia, ginocchia, caviglie, fianchi, spalle e costato.
Nel caso di osteofiti sul piede o sulle dita vengono chiamati a secondo della zona specifica: nodi di Bouchard sulle articolazioni interfalangee prossimali e nodi di Heberden quando si trovano sulla interfalangea distale.

Cause

Le cause più comuni sono dovute ad eventi traumatici, stile di vita o cambiamenti nella struttura ossea, come:

Obesità.
L’obesità ed il sovrappeso nel tempo provocano un sovraccarico alle articolazioni, specialmente a quelle degli arti inferiori, questo porta all’usura precoce delle articolazioni ed alla diminuzione del loro spessore portando alla formazione degli osteofiti.

Sport agonistici.
Gli sport praticati a livello competitivo come l’atletica pesante o il sollevamento pesi possono provocare dei seri traumi articolari e quindi alla comparsa di sporgenze ossee.

Traumi.
Spesso le fratture portano a cattiva ed eccessiva rigenerazione ossea ed alla comparsa di escrescenze ossee.

Alluce Valgo.
E’ una deformazione che colpisce l’osso del primo dito del piede, l’alluce è deviato verso l’esterno per la sporgenza mediale del primo osso del metatarso. Un tempo si credeva che questo problema nascesse da calzature non idonee, la teoria medica moderna è quella di una predisposizione genetica.

Conseguenza di patologie

Conseguenza di patologie

Gli osteofiti possono formarsi a causa di malattie e quindi esserne una conseguenza, di solito accompagnano i loro stadi, ecco alcuni esempi:

  • Artrosi
    Questa malattia cronica ha come conseguenza la distruzione e perdita progressiva delle cartilagini articolari, l’osteofitosi e l’ipertrofia ossea sono le manifestazioni più comuni.
  • Artrite reumatoide
    E’ una patologia infiammatoria autoimmune, la membrana sinoviale si infiamma con conseguente mancata lubrificazione della cartilagine articolare che si erode, una delle conseguenze è la formazione di osteofiti.
  • Gonartrosi
    E’ una malattia cronica e degenerativa che colpisce l’articolazione del ginocchio, è di solito una patologia degli anziani oltre i sessant’anni, in casi più rari colpisce persone più giovani, di 40 o 50 anni.
  • Condrocalcinosi
    E’ anche questa una forma di artrite che in questo caso è provocata da un deposito di cristalli di pirofosfato di calcio diidrato all’interno ed all’esterno delle articolazioni.
  • Epicondilite
    E’ comunemente chiamata gomito del tennista, questa infiammazione dolorosa ha origine nei tendini estensori dell’avambraccio e dall’epicondilo omerale.
  • Osteomielite
    E’ un infiammazione dell’apparato osteoarticolare che colpisce l’osso ed il midollo osseo ivi contenuto, la sua classificazione viene definita in base all’agente patogeno che l’ha scatenata, sulla posizione anatomica, sulla sua durata o il suo percorso lungo le ossa.
  • Piede di Charcot
    Chiamato anche Neuro-Osteoartropatia di Charcot è una malattia che colpisce principalmente i malati di diabete, provoca frammentazione ossea ed una deformazione del piede che può essere grave, il piede assume una forma arcuata simile ad un dondolo,il problema principale è la formazione di ulcere che nei casi più gravi può portare all’amputazione del piede.

Trattamenti

Quando i casi sono asintomatici non vengono trattati, quelli sintomatici sono trattati con l’assunzione di anti-infiammatori non steroidei e la pratica chirurgica.