Sbalzi d’umore: Perchè arrivano e come affrontarli

Gli sbalzi d’umore sono un fenomeno abbastanza frequente per tutte quelle persone il cui stato psicofisico, in generale o solo in determinati periodi, risulta delicato e precario, sia negli uomini, che nelle donne, anche se queste ultime sembrano più soggette al fenomeno. Gli sbalzi d’umore possono essere causati anche da problemi patologici che alterano il normale metabolismo, in particolare nella sua composizione chimica.

Gli sbalzi d’umore colpisco frequentemente le donne nel periodo premestruale, manifestando anche stati di ansia e pensieri negativi. Tale comportamenti sono dovuti alle alterazioni ormonali che avvengono prima della comparsa del ciclo mestruale, e per lo stesso motivo, si manifestano anche nelle settimane seguenti al parto, oppure nei primi mesi della menopausa e si manifestano in particolar modo con frequenza, quando la persona affetta sta attraversando un periodo particolarmente stressante della sua vita.

Gli sbalzi d’umore possono essere una conseguenza ad eventi traumatici, delusioni, peridi difficili da superare, come la morte di una persona cara, la separazione dal proprio partner, oppure l’abbandono dell’ambiente famigliare. Quando tali reazioni sono molto intense e durature nel tempo, è possibile che la persona sia affetta da stati depressivi, come il disturbo bipolare, oppure unipolare. In questo specifico caso, si possono manifestare anche stati di stanchezza, difficoltà di concentrazione, nervosismo, perdita del desideri sessuale ed aumento del peso corporeo.

Gli sbalzi d’umore possono dipendere anche da fattori legati a problemi neurologici, come il Parkinson, il morbo di Alzheimer, malattie croniche e neoplasie, oppure possono essere causati da assunzione di medicinali che hanno come effetti collaterali proprio gli sbalzi di umore, come nel caso degli antistaminici, i broncodilatatori, sonniferi, psicofarmaci ed antidiarroici. Anche l’abuso di droghe, alcool, caffeina e nicotina, possono indurre gli sbalzi d’umore, perché attraverso loro, si può manifestare irritabilità, difficoltà di concentrazione, insonnia e nausea.

Conseguenze

Gli sbalzi d’umore possono causare a loro volta diversi sintomi:

La comparsa degli sbalzi d’umore, in alcuni casi potrebbe essere la conseguenza di una condizione di salute piuttosto grave, che necessita una valutazione immediata da parte dei medici. Quando il paziente manifesta comportamenti che ora vi elencheremo, dovete chiamare tempestivamente il 118, oppure recarvi al pronto soccorso più vicino alla vostra abitazione:

  • Il paziente manifesta atteggiamenti pericolosi per la sua vita e per la vita altrui, con la presenza di comportamenti autolesionisti
  • Cambiamenti dello stato mentale improvviso, come delirio, confusione ed allucinazioni
  • Convulsioni improvvise
  • Traumi, deformità alle ossa, ustioni, lesini alla vista

Questi sintomi sono la manifestazione di una malattia importante che deve essere curata in maniera tempestiva, per evitare che peggiori nel corso del tempo.

Altre cause

Come abbiamo già detto, gli sbalzi d’umore possono causare diverse patologie anche importanti, che includono:

  • Delirio acuto
  • Tossicità
  • Avvelenamento da alcol
  • Mania
  • Meningite
  • Ictus
  • Lesioni cerebrali
  • Traumi alla testa

Una volta completata questa visita, il medico in base alle risposte che ha ottenuto, stabilirà la giusta cura medica e i necessari approfondimenti clinici.

Altre cause

Vi sono delle potenziali complicanze che si possono manifestare in correlazione agli sbalzi d’umore:

  • Danni cerebrali
  • Perdita della memoria
  • Difficoltà nella concentrazione
  • Capacità di dare giudizi alterata
  • Coma da trauma
  • Difficoltà nei rapporti interpersonali
  • Difficoltà sul posto di lavoro
  • Utilizzo ed abuso di stanze stupefacenti
  • Problemi finanziari
  • Problemi legali
  • Autolesionismo
  • Comportamenti estremi
  • Atti di violenza su se stesso
  • Atti di violenza verso gli altri

Quando gli sbalzi d’umore sono solo una fase passeggera, come il periodo premestruale, oppure dopo una gravidanza, possiamo tenerli sotto controllo tramite l’assunzione di ritrovati naturali:

  • Erba di San Giovanni: questa pianta aiuta ad avere una sensazione di benessere ed è una delle erbe più studiata, che ha numerose proprietà che ridonano all’organismo benessere emotivo.
  • Passiflora: utilissima per ridurre i periodi di insonnia, ed è eccellente per stimolare il buon umore e la salute della nostra mente.
  • Ginseng: pianta molto utilizzata nella cultura giapponese, che dona al nostro corpo energia, vitalità e migliora la concentrazione.

Leggi anche

Capelvenere: come coltivare questa rara ed elegante felce

Il capelvenere è una pianta sempreverde molto usata in angoli ombreggiati del giardino o in appartamento, per la sua eleganza e il suo colore vivace. Con pochi accorgimenti è possibile coltivare il capelvenere e mantenerlo bello e sano.

Omogeneizzatore, a cosa serve?

L'omogeneizzatore è uno strumento utilissimo per tutte le mamme, perché permette di realizzare omogeneizzati in casa, contando su risparmio e massima qualità!

Enantyum: dexketoprofene agire subito contro il dolore

Enantyum, prodotto dall’azienda farmaceutica Menarini, è un farmaco antidolorifico che appartiene ai cosiddetti FANS, ovvero i farmaci antinfiammatori non steroidei. Esso è utilizzato per...

recenti

Stomaco gonfio e gonfiori addominali: come combatterli

Qui non stiamo parlando di grassezza e di pance flaccide, ma solo di temporanee distensioni dello stomaco che possono colpire molte persone, soprattutto dopo...

Fuoco di Sant’Antonio: caratteristiche e cura

Il fuoco di Sant’Antonio è il nome comune della patologia nota come Herpes Zoster. Si tratta di una malattia infettiva che è determinata dalla...

Dissenteria: una severa forma di diarrea, trattamento ed alimentazione

Nel linguaggio comune dissenteria e diarrea sono usati come sinonimi, eppure si tratta di due disturbi differenti. La dissenteria è infatti una particolare forma di diarrea dovuta a batteri e parassiti. La dissenteria è una particolare forma severa di diarrea ed è caratterizzata dall’emissione di sangue e muco, insieme alle tipiche feci liquide. La defecazione in molti casi è dolorosa e le scariche non sono sempre dominabili dalla volontà.